Tarme della pasta e della farina: ecco come liberarsene

Arianna Bordi | Editor

Ultimo aggiornamento – 06 Giugno, 2024

ragazza controlla gli scaffali in cucina

Le tarme della farina, comunemente chiamate anche “camole”, “tignole” o “farfalline della pasta” rientrano nella categoria delle tarme del cibo.

Sono piccole falene appartenenti alla famiglia dei tineidi e alla specie Tineola bisselliella e nella forma adulta hanno una lunghezza approssimativa di 6-10 millimetri e sono di colore beige o marrone chiaro.

Sono attratte dalla luce, dal calore e dall’odore degli alimenti e solitamente volano più di frequente di notte che di giorno.

Entrano in contatto con il cibo della casa perché già presenti in confezioni acquistate al supermercato oppure perché entrano in casa dall'esterno. 

Tuttavia, sono le larve a causare i danni maggiori, poiché si nutrono degli alimenti secchi, creando buchi nelle confezioni e contaminando il cibo con i loro escrementi.

Altre due tarme del cibo sono:

  • tarme dei cereali (Sitotroga cerealella): infestano cereali, riso, semi, noci e altri alimenti simili. Le larve possono danneggiare le confezioni degli alimenti e contaminare il cibo;
  • tarme del grano (Nemapogon granella): infestano prodotti a base di grano come farina, pasta, pane e cereali.

Le infestazioni risultano problematiche e fastidiose, poiché possono danneggiare gli alimenti e renderli inutilizzabili.

La contaminazione può provocare reazioni irritative o allergiche, per contatto diretto, di ingestione o inalazione.

Pertanto, è importante adottare misure preventive per evitare l'infestazione da parte di questi insetti e intervenire prontamente per proteggere gli alimenti.

Vermi nella pasta: come liberarsene

Se è già presente un'infestazione di tarme della farina nella dispensa, è importante agire prontamente.

Di seguito alcuni passaggi da seguire per liberarsi efficacemente dalle tarme della farina.

Isolamento degli alimenti infestati

È necessario ispezionare attentamente tutti gli alimenti nella dispensa e individuare quelli che sono stati contaminati dalle tarme. 

In seguito, è opportuno rimuoverli e isolarli in sacchetti di plastica sigillati o contenitori ermetici per evitare che le tarme si diffondano in altri alimenti.

Pulizia profonda della dispensa

Si possono seguire i seguenti step per assicurarsi che la dispensa sia pulita al meglio:

  • svuotare completamente la dispensa pulendola a fondo con acqua calda e sapone;
  • lavare accuratamente i ripiani, gli angoli e gli interstizi dove le larve potrebbero nascondersi;
  • asciugare bene la dispensa dopo la pulizia.

Congelamento degli alimenti infestati

Se possibile, sarebbe consigliabile mettere gli alimenti infestati nel congelatore per almeno 72 ore.

Questo aiuterà a uccidere le larve, le uova e gli insetti adulti presenti negli alimenti contaminati.

Aspirazione degli angoli e delle fessure

Si può valutare di utilizzare un’aspirapolvere per pulire gli angoli, gli scaffali e le fessure della dispensa per rimuovere eventuali residui di larve o uova nascoste.

Utilizzo di insetticidi

Se l'infestazione è particolarmente grave e si è in grado di controllarla, si dovrebbe considerare l'uso di insetticidi specifici.

È importante seguire attentamente le istruzioni sull'etichetta e applicare il prodotto chimico solo nei luoghi indicati, per poi riporre la confezione in un luogo sciuro, non accessibile ai bambini o agli animali domestici.

Rimedi naturali

Si possono impiegare insetticidi naturali, come: un mix di farina di mais e acido borico, scorze d’arancia con chiodi di garofano oppure le foglie di alloro per tenere sotto controllo le infestazioni.

Prevenzione futura

Dopo aver eliminato le tarme della farina è raccomandabile adottare misure preventive per evitare futuri problemi.

La dispensa andrebbe mantenuta sempre pulita e ordinata, con l’accortezza di conservare gli alimenti in contenitori ermetici e ispezionando regolarmente gli alimenti per individuare eventuali segni di infestazione.

Se il problema dovesse persistere, potrebbe essere utile consultare un professionista per ottenere assistenza aggiuntiva.


Potrebbe interessarti anche:


Larve della pasta: come prevenirle

Ecco alcuni consigli utili per prevenire efficacemente l'insorgenza delle tarme della farina:

  • mantenere l’ambiente pulito: rimuovere regolarmente briciole, residui di cibo e altre fonti di alimentazione che potrebbero attirare le tarme;
  • utilizzare contenitori ermetici: conservare gli alimenti secchi in contenitori ermetici. Questo impedirà alle tarme di accedere agli alimenti e di deporvi le uova;
  • igiene degli alimenti: è necessario esaminare attentamente gli alimenti prima di conservarli nella dispensa, scartando eventuali prodotti danneggiati o confezioni aperte che potrebbero essere stati contaminati dalle tarme della farina;
  • congelare o riscaldare gli alimenti: in forma preventiva, si può valutare la possibilità di congelare gli alimenti secchi appena acquistati per almeno due giorni o di riscaldarli leggermente per uccidere eventuali uova o larve presenti;
  • monitorare regolarmente: è importante ispezionare la dispensa per individuare segni di infestazione da tarme della farina, come presenza di larve, escrementi o buchi nelle confezioni di alimenti.
Arianna Bordi | Editor
Scritto da Arianna Bordi | Editor

Dopo la laurea in Letteratura e Lingue straniere, durante il mio percorso di laurea magistrale mi sono specializzata in Editoria e Comunicazione visiva e digitale. Ho frequentato corsi relativi al giornalismo, alla traduzione, alla scrittura per il web, al copywriting e all'editing di testi.

a cura di Dr. Christian Raddato
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Arianna Bordi | Editor
Arianna Bordi | Editor
in Salute

119 articoli pubblicati

a cura di Dr. Christian Raddato
Contenuti correlati
Volto di donna riflesso in un pezzo di specchio
Ikigai: cos'è la via giapponese per la felicità

"Ikigai" è una parola giapponese che indica il proprio scopo nella vita. Scopriamo di più su questa filosofia che mira a rendere l'uomo più felice e consapevole.

Una persona usa un'app di dating
App di incontri: ecco le migliori

Ad oggi, le app per incontri stanno prendendo sempre più piede, riuscendo a superare barriere geografiche e sociali. Scopri una lista delle migliori.