Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Tatuaggi e piercing: ecco i rischi

Tatuaggi e piercing: ecco i rischi

Ultimo aggiornamento – 11 agosto, 2015

Secondo uno studio, condotto dall’università di Roma Tor Vergata, su 2500 liceali, chi si sottopone a tatuaggi e piercing correrebbe un rischio maggiore di contrarre patologie infettive, rispetto a chi non si sottopone a tali pratiche.

Come sono stati raccolti i dati?

I risultati della ricerca sono stati ottenuti attraverso un sondaggio anonimo, a cui sono stati sottoposti 2500 studenti di liceo. Escludendo chi fa uso di sostanze stupefacenti, ben il 24% degli intervistati ha avuto delle complicazioni infettive. Infatti, solo il 54%, poco più della metà, era certo di trovarsi in un ambiente sterile. Chi si sottopone a un tatuaggio corre un rischio 3,4 volte più alto di contrarre l’epatite C, che scende al 2,7 per chi si fa un piercing.

Qual è lo scopo della ricerca?

Lo studio mira a informare gli adolescenti che queste pratiche devono svolgersi in ambienti sterili e che devono escludere tutti quei locali privi di norme igieniche, come i fai da te o gli artigianali. Il rischio è quello di contrarre patologie molto gravi come epatiti e AIDS, oltre a sviluppare reazioni allergiche.

Quanto è efficace questo studio?

Sebbene gran parte dei ragazzi intervistati sia a conoscenza dei rischi, solo il 5% è informato correttamente sulle malattie infettive che si possono trasmettere.

A cosa si deve prestare attenzione?

Il virus sopravvive fino a un mese negli oggetti contaminati ed è quindi di fondamentale importanza assicurarsi che l’ago utilizzato sia nuovo e monouso e assolutamente non riutilizzato. Vincenzo Bruzzese, presidente nazionale del congresso della SIGR, ha spiegato che queste patologie si diffondono molto velocemente in tutti gli ambienti non sterili e attraverso l’utilizzo di oggetti non adeguati, come corde di chitarra, graffette o aghi da cucito.

L’epatite è una patologia molto diffusa?

In Italia, patologie come l’epatite sono più che diffuse, al punto da essere ben al di sopra della media europea. Anche il numero dei decessi è molto alto. Inoltre, ben il 10% dei casi di epatite è dovuto a trattamenti di estetica.

Mostra commenti
I tagli del Governo: ecco quelli per la sanità
I tagli del Governo: ecco quelli per la sanità
Cannabis e adolescenti: esistono rischi a lungo termine?
Cannabis e adolescenti: esistono rischi a lungo termine?
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
iAMGENIUS: alla ricerca di soluzioni per chi convive con un tumore
iAMGENIUS: alla ricerca di soluzioni per chi convive con un tumore
5 motivi per cui le zanzare pungono proprio te!
5 motivi per cui le zanzare pungono proprio te!
Forchetta e bilancia intelligenti per tenere sotto controllo il tuo peso
Forchetta e bilancia intelligenti per tenere sotto controllo il tuo peso
Spese mediche detraibili: quali sono e come funziona?
Spese mediche detraibili: quali sono e come funziona?