Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Wellapet Asma

Un videogame per insegnare ai bambini a combattere l’asma

Andrea Salvadori | Blogger

Ultimo aggiornamento – 02 Maggio, 2014

Un videogame per insegnare ai bambini a combattere l’asma

Qualunque genitore conosce le gioie e i dolori che derivano dal rapporto dei propri bambini con i videogiochi: da un lato l’aspetto ludico e creativo, dall’altro l’effetto “calamita” che i ragazzi subiscono dai videogames dai quali non si staccherebbero mai.

Gli smartphone hanno reso ancora più stretto questo legame, ma un altro aspetto si può aggiungere adesso ai primi due, quello terapeutico-educativo.

Il progetto

La società LifeGuard Games, startup americana che si occupa di creare applicazioni e giochi in campo sanitario, ha dato vita a Wellapet, la prima app che si propone, attraverso il gioco interattivo, di insegnare ai bambini tra i 6 e gli 11 anni affetti da asma a prendersi cura della loro condizione.

Partendo dalle considerazioni che l’asma è la terza causa di ricovero ospedaliero per i ragazzi sotto i 15 anni, il gioco può apportare dei cambiamenti nell’atteggiamento del bambino, e avvalendosi della consulenza medica dei pediatri di Boston, il team ha messo a punto un videogames che insegna ai giovanissimi utenti come e quando utilizzare gli inalatori, come evitare la polvere e il fumo e come riconoscere i sintomi importanti che richiedono un intervento.

Come funziona il gioco?

L’app invita i bambini a prendersi cura di un piccolo drago che riesce a soffiare fuoco solo quando l’asma è tenuta sotto controllo. Per guadagnare punti e accedere ai livelli successivi del gioco, i bambini devono dare l’inalatore al drago due volte al giorno, tenere lontana la polvere e compiere altre azioni per evitare i sintomi e gli attacchi di asma.

“Abbiamo pensato che questa era l'idea giusta al momento giusto ", ha detto Alex Ryu, co-fondatore del progetto. "Questo è uno spazio in rapida crescita, ma non c'era ancora nessun soggetto che operasse nel settore wellness per i bambini”.

L’applicazione è già una realtà

Dal mese scorso, la app è già scaricabile gratuitamente e gratuiti sono i livelli introduttivi di base; una volta completati questi, si potranno acquistare pacchetti di contenuti aggiuntivi.

Nel frattempo, grazie ai feedback degli utenti, l’applicazione è costantemente aggiornata e migliorata e, se avrà il successo atteso, il prossimo gioco potrà essere quello riguardante le allergie alimentari.

Mostra commenti
Magri o grassi? Svelato il peso migliore per la salute
Magri o grassi? Svelato il peso migliore per la salute
Addio al vecchio bisturi: basta una pillola per curare l’appendicite
Addio al vecchio bisturi: basta una pillola per curare l’appendicite
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Omocisteina alta: quando il nostro cuore è a rischio
Omocisteina alta: quando il nostro cuore è a rischio
Parodontite: un campanello di allarme per l’artrite reumatoide
Parodontite: un campanello di allarme per l’artrite reumatoide
Dentifricio sui brufoli: ma funziona davvero?
Dentifricio sui brufoli: ma funziona davvero?
Isteroscopia diagnostica: un esame utile per tutte le donne
Isteroscopia diagnostica: un esame utile per tutte le donne