Come insegnare al cane a dare la zampa

Elena Turrini

Ultimo aggiornamento – 06 Settembre, 2023

Scopriamo come insegnare al cane a dare la zampa

Insegnare al cane a dare la zampa è, in realtà, un procedimento abbastanza semplice. L’importante è seguire alcune indicazioni e pochi passaggi che possono facilitare il procedimento. Ne parliamo nelle prossime righe.

Come insegnare al cane a dare la zampa

Per insegnare al cane a dare la zampa, occorre seguire alcuni passaggi chiave, armandosi di pazienza, ma soprattutto comprendendo che per arrivare all’obiettivo potrebbe servire un po’ di tempo.

Su questo ultimo aspetto, va sottolineato che ogni cane è a sé, c’è chi impara rapidamente a dare la zampa e chi, al contrario richiede tempi più lunghi. Questo dipende soprattutto dal carattere e dal temperamento dell’animale, ma anche dall’affiatamento che c’è con il proprietario.

Diventa comunque importante non fare sessioni troppo lunghe, più lunghe di dieci minuti ciascuna, per non annoiare il cane e ottenere così l'effetto contrario.

Innanzitutto, prima di insegnare al cane a dare la zampa a comando, è essenziale che abbia già imparato ad obbedire al comando “seduto”, che rappresenta la base di partenza prima di procedere con il resto.

Poi è necessario, quantomeno nelle fasi iniziali dell’apprendimento, sostare in luogo tranquillo e isolato, lontano da rumori forti e dalla presenza di altri animali nei dintorni che potrebbero distrare il cane. A tal proposito sono sconsigliati parchi o apposite aree normalmente frequentate da cani.

Altra cosa molto importante è quella di munirsi di snack, croccantini o cibi pratici che il cane apprezza particolarmente da utilizzare come rinforzo positivo. A tal proposito, visto il quantitativo elevato di premi che il cane potrebbe ricevere, è preferibile adoperare bocconcini specifici per l’addestramento, che sono privi di sostanze che potrebbero far ingrassare eccessivamente il cane.

Infine, se si decide di intraprendere la strada del rinforzo positivo supportati anche dall’utilizzo del clicker, il consiglio è quello di iniziare fin da subito ad utilizzarlo, in modo tale che il cane si abitui a questa associazione.

Educare il cane con il rinforzo positivo

Lo strumento più importante utilizzato dagli addestratori di cani è proprio il principio del cosiddetto rinforzo positivo. Si tratta di un concetto semplice da mettere in pratica ma, al tempo stesso molto efficace.

Lo scopo è quello di suscitare nel cane pensieri ed emozioni positive legate ai comportamenti corretti che si desidera mantenere nel tempo.

Così facendo, ogni volta che il cane mette in atto una condotta positiva, verrà premiato con uno snack o un alimento da lui apprezzato e coccolandolo con dei complimenti. In questo modo, finirà per associare quel determinato comportamento all’ottenimento del premio.

Al contrario, il rinforzo negativo è raramente utilizzato dagli educatori, nonché fortemente dibattuto, poiché viene considerato spesso dannoso e inefficace. Questo principio comporta la punizione del cane quando commette un errore o non obbedisce.

La sgridata è, per ovvi motivi, solo verbale, ma si rileva comunque in grado di causare forte disagio, ansia e preoccupazione nel cane. Il risultato che si rischia di ottenere utilizzando solamente rinforzi negativi, è che il cane si rifiuti a prescindere di eseguire un qualsiasi comando per paura di ricevere la punizione.

Nei metodi educativi basati sul rinforzo positivo, si fa spesso uso di un dispositivo noto come "clicker", che consiste in un piccolo oggetto di plastica o metallo che produce un suono di "click" quando viene premuto.

Quando un cane obbedisce alle indicazioni del padrone, oltre a ricevere una ricompensa sotto forma di cibo, sente suonare il clicker. L’associazione di questo suono all’azione positiva che ha appena eseguito, incoraggia il cane a lavorare in modo più diligente e motivato.

Il gesto di dare la zampa cosa significa?

Il gesto di "dare la zampa" è un istinto naturale dei cani, che ha diverse significati a seconda del contesto e della situazione.

In genere il cane offre la zampa come segno di pace e sottomissione, che mette in atto quando vuole chiedere perdono per un’azione negativa che ha commesso.

Cane da la zampa al padrone

Questo avviene sia in natura nei confronti della madre, ma che viene ripetuto anche con il padrone quando il cane vive in un contesto domestico. Il proprietario, infatti, diventa la figura di riferimento per il cane e, quando quest'ultimo vuole farsi perdonare per qualcosa o richiedere attenzioni, coccole o cibo, è solito porgergli la zampa.

Al contrario, quando un cane appoggia entrambe le zampe sul corpo di un altro animale o di una persona, può essere un atteggiamento di dominanza che indica la volontà del cane di affermare la sua superiorità nella relazione.

Passi per insegnare al cane a dare la zampa

Con le doverose premesse elencate nel paragrafo precedente, si procede ora elencando quali sono i passi per insegnare ad un cane a dare la zampa.

  1. Una volta che il cane ha assunto la posizione seduta, prendere uno snack e posizionare la mano chiusa sotto il muso del cane.
  2. A questo punto, il cane cercherà a tutti i costi di far aprire la mano al proprietario per mangiare il biscottino. Tuttavia, è importante mantenere saldamente la posizione senza concedere lo spuntino fino a che il cane non posa la sua zampa sul braccio (rinforzo positivo con ricompensa).
  3. Questo procedimento va ripetuto molte volte, in modo che il cane inizia pian pianino a porre la zampa in modo più reattivo. A un certo punto, inizierà a mettere la zampa sul braccio volontariamente.
  4. Ottenuta questa piccola conquista, si può procedere introducendo il comando verbale "zampa" ogni volta che viene proposto lo snack al cane con la mano chiusa.
  5. A questo punto, è doveroso continuare e ripetere queste azioni, per fare in modo che il cane risponda sempre più velocemente al comando "zampa".
  6. Successivamente, lo stesso procedimento va ripetuto portando la mano sempre più distante dal muso del cane.
  7. Una volta appresi questi passaggi, si può andare alla fase successiva, ovvero quella di dare il comando “zampa” senza l’utilizzo dello snack. Ovviamente, il rinforzo positivo dovrà sempre esserci, quindi il premio questa volta sarà un complimento accompagnato eventualmente da una carezza sulla testa.
  8. Per non deludere l’animale, si può comunque nascondere uno snack nell’altra mano e mostrarglielo solo dopo che avrà eseguito il comando correttamente.

Il passo immediatamente successivo è quello di insegnare al cane a farsi dare l’altra zampa.

Per riuscirci, una volta che il cane offre la zampa a cui solitamente è abituato, questa va accettata per poi lasciarla subito e, nel frattempo dare una leggera carezza all’altra zampa comunicando verbalmente il comando “altra zampa”. Ripetendo più volte questo passaggio il cane inizia ad associare l’azione corretta e porgere prima una zampa e poi l’altra.

Elena Turrini
Scritto da Elena Turrini

Web Content Editor e SEO Copywriter, laureata in Economia e specializzata in Neurocopywriting e Storytelling aziendale. Negli anni ha coltivato la sua passione nei confronti della salute e della scienza frequentando vari corsi.

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Elena Turrini
Elena Turrini
in Cane

141 articoli pubblicati

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Contenuti correlati
Cane che beve da una fontanella
Quanto deve bere un cane: ecco cosa sapere

Quanto deve bere un cane? Ecco la quantità di acqua che dovrebbe assumere in base a questi parametri e tutte le cause del bere poco o del bere troppo.

Cane annusa gioco interattivo
Gioco interattivo per cani: 8 migliori giochi intelligenti

Gioco interattivo per cani: ecco 8 tra i migliori giochi intelligenti per addestrare il cane, renderlo più attivo, socievole e ubbidiente con le ricompense. 

icon/chat