Un focus sull'Echinococcosi nel cane

Redazione

Ultimo aggiornamento – 06 Ottobre, 2022

Un focus sull'echinoccosi

L’echinococcosi è un’infezione del tratto digerente causata, negli animali carnivori, da tenie del genere Echinococcus (un piccolissimo verme piatto).

Negli ospiti intermedi – tra cui l’essere umano, alcuni roditori, bovini, ovini e maiali – è provocata dalle larve delle tenie.

L’echinococcosi interessa principalmente i cani (ospiti finali), soprattutto quelli che vivono in zone di campagna, in cui si pratica la pastorizia.

Risulta essere un’infezione grave, ma può essere curata con semplici medicinali prescritti dal veterinario

Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Echinococcosi cistica ed epatica 

La larva da echinococcosi si forma nel fegato o nei polmoni (in questo caso prende il nome di echinococcosi polmonare), ma più raramente questa patologia può interessare il cervello o i reni.

In questo caso si parla di echinococcosi cistica: la tenia, infatti, raggiunto un organo vi si deposita formando una cisti – le cui dimensioni possono aumentare nel corso del tempo, determinandone la gravità – in cui si formeranno e moltiplicheranno tante altre larve.

Diventa, poi, echinococcosi epatica quando queste larve – e di conseguenza le cisti – si sviluppano nel fegato dell’animale

In questo caso, la malattia è perlopiù asintomatica se si tratta di ospiti finali.

Come si prende la cisti da echinococco nel cane

I cani, in particolar modo quelli da pastore, sviluppano l’infezione ingerendo le cisti della tenia presente nei tessuti di animali infetti (ospiti intermedi), come:

  • ovini;
  • bovini;
  • suini. 

Nell’intestino del cane, quindi, le cisti si evolvono in tenie adulte.

È difficile realizzare la diagnosi di echinococcosi per riconoscere la malattia, dal momento che il cane non presenta sintomi particolari

Come si trasmette l’echinococcosi 

L’echinococcosi si trasmette attraverso una vera e propria catena infinita.

I cani infetti eliminano le uova di tenia con le feci, contaminando il terreno che ovini, bovini e suini stanno brucando: in questo modo le uova si schiudono nell’organismo di questi animali, dando vita a nuove cisti.

Il parassita può arrivare anche all’uomo, causando problemi di salute anche gravi (coinvolgendo organi importanti come il fegato, i polmoni e il cervello).

Ecco alcuni suggerimenti per evitare l’infezione da echinococcosi:

  • assicurarsi che cane sia trattato contro echinococco, soprattutto se arriva da aree a rischio o incerte;
  • non dare al cane carne cruda o poco cotta (anche se proviene dal macellaio);
  • non lasciare incustodito il cane in zone di campagna;
  • raccogliere sempre le feci;
  • portare periodicamente il cane dal veterinario;
  • nutrirlo con cibo ben cotto.

Echinococcosi nel cane: quali sono le cure?

Nel cane l’echinococcosi può essere curata con antielmintici (ovvero farmaci usati nella medicina umana e veterinaria per eliminare svariati tipi di vermi), che devono essere prescritti dal medico veterinario.

Ma attenzione: l’echinococcosi generalmente non presenta sintomi particolari, quindi rimane spesso inosservata. 

È consigliabile un controllo periodico del proprio cane dal medico veterinario, in modo tale da eseguire le analisi di laboratorio necessarie.

Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di Pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

a cura di Dr. Luca Buosi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Cane

1782 articoli pubblicati

a cura di Dr. Luca Buosi
Contenuti correlati
cane prende fermenti lattici
Fermenti lattici per cani: a cosa servono?

I fermenti lattici per cani possono costituire un aiuto nel trattamento di alcuni disturbi. Scopriamo come sceglierli e perché somministrarli al proprio cane.

Cane si lecca una zampa seduto sul prato di un parco
Perché il cane si lecca le zampe? Ecco cosa sapere

Talvolta può capitare di sorprendere il proprio cane a leccarsi le zampe. È un comportamento normale o bisogna preoccuparsi? Scopri tutta la verità. 

icon/chat