Blu di Russia: ecco tutte le caratteristiche del gatto

Paola D'Ambrosio | Web Content Editor

Ultimo aggiornamento – 11 Aprile, 2024

Blu di Russia: scopriamo le caratteristiche

Il Blu di Russia è una razza felina di cui le origini non sono ancora del tutto chiare

Nonostante il nome possa sembrare indicativo, infatti, ad oggi non è certo se provenga effettivamente dalla Russia. Tuttavia, una delle ipotesi più accreditate ritiene che questo gatto sia originario delle isole di Arcangelo (situate a Nord della Russia) e che sia successivamente arrivato in Europa verso la seconda metà dell’Ottocento, attraverso le navi commerciali.

Dopo la seconda guerra mondiale, questa razza di felino ha raggiunto la sua popolarità in tutto il mondo.

Ma quali sono le caratteristiche del Blu di Russia? Come prendersene cura? Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere su questo gatto.

Carattere del Blu di Russia

Cosa sapere sul temperamento di questo gatto? Lealtà e dolcezza rientrano tra i tratti distintivi della razza Blu di Russia. 

Infatti, è un gatto davvero affettuoso che, nonostante la riservatezza, riesce ad andare d’accordo con i bambini e con altri animali domestici eventualmente in casa, purché venga assicurato un graduale processo di socializzazione.

Il Blue di Russia è un gatto molto intelligente, curioso e poco rumoroso. Infatti, riesce ad adattarsi alla vita domestica in appartamento.

Inoltre, questo gatto è indipendente e, nonostante la tendenza ad apprezzare particolarmente i momenti di tranquillità, gradisce soprattutto le occasioni di gioco con il suo proprietario e i suoi cari.

Aspetto fisico del felino: quali sono le peculiarità?

Corporatura del Blu di Russia

Blu di Russia ha un corpo esile e lungo..

Il Blu di Russia ha un corpo esile e lungo, ma muscoloso, ed è di dimensioni medie.

Le femmine di questa razza arrivano a pesare intorno ai 4.5 kg, mentre il peso dei maschi può variare tra i 4.5-5.5 kg.

La coda e le zampe lunghe del felino contribuiscono a rendere il suo portamento molto elegante.

Blu di Russia: come prendersi cura di questa razza

Come accennato in precedenza, si tratta di un felino acuto e agile, che ha bisogno di essere stimolato mentalmente e fisicamente

Per questo motivo, è importante tenere attivo il proprio amico a quattro zampe, attraverso il movimento e giochi di esplorazione e abili, preferibilmente all’aria aperta.

Con riferimento alla toelettatura, affinché il pelo si mantenga sano, non è richiesta una eccessiva cura, in quanto il mantello del Blu di Russia è corto e denso.

Tale caratteristica, insieme alla ridotta produzione della glicoproteina Fel d1 (un allergene che provoca l’allergia ai felini), fa sì che questo animale si configuri come un gatto ipoallergenico (cioè con meno possibilità di causare una reazione allergica al pelo del gatto nelle persone).

In merito alla spazzolatura, andrebbe eseguita una volta a settimana. 

In generale, è bene prestare attenzione alla regolare cura degli occhi e delle orecchie del gatto per evitare che sopraggiungano infezioni, oltre che assicurargli un’adeguata igiene dentale.

Per quanto riguarda l’alimentazione, il Blue di Russia si comporta esattamente come gli altri gatti: è preferibile utilizzare alimentazione prevalentemente umida per salvaguardare la sua salute, tuttavia è sempre necessario consultare il veterinario per adeguare la dieta alle singole esigenze del felino.

Salute della razza Blu di Russia 

È possibile che il Blue di Russia possa riscontrare dei problemi di salute (come altre razze di gatto, specialmente con l’età che avanza), ma non ci sono particolari patologie a cui è sottoposto sulla base della genetica.

Per questo motivo, in generale, come per tutti gli animali domestici, è opportuno sottoporre il proprio amico a quattro zampe a regolari controlli veterinari, tra cui: check up, vaccinazioni, trattamenti antiparassitari per salvaguardare al meglio la sua salute.

Per quanto riguarda l’aspettativa di vita media del Blue di Russia, si aggira intorno ai 12-15 anni.

Qual è il prezzo del Blu di Russia?

Il costo di questa razza varia dai 700 ai 1000 euro

Inoltre, è sempre importante informarsi adeguatamente sulla serietà degli allevamenti e sul pedigree di questi felini, per evitare problemi nell’acquisto e per essere sicuri che i gatti non vengano venduti con problemi di salute.

Paola D'Ambrosio | Web Content Editor
Scritto da Paola D'Ambrosio | Web Content Editor

Sono laureata in International Relations e ho seguito un master in Digital PR, Social Media e SEO. A pazienti.it mi occupo della realizzazione di newsletter e della creazione di contenuti SEO principalmente su temi relativi alla cura della persona, alla genitorialità, al benessere umano e animale.

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Paola D'Ambrosio | Web Content Editor
Paola D'Ambrosio | Web Content Editor
in Gatto

84 articoli pubblicati

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Contenuti correlati
gatti piccoli, scopri le razze
Gatti che rimangono piccoli, le principali razze

Gatti che rimangono piccoli: su Pazienti.it le principali razze di felini che restano piccoli o che non superano una certa soglia di peso e altezza.

ragazza tiene in braccio un gatto di razza ragamuffin
Ragamuffin: tutto su questa razza di gatto

Quali sono le caratteristiche del Ragamuffin e come prendersi cura di questa razza di gatto? Scopriamo insieme tutto quello che c'è da sapere.

icon/chat