Come toelettare un gatto?

Redazione

Ultimo aggiornamento – 06 Ottobre, 2022

Come Toelettare Un Gatto

I gatti sono animali molto puliti, che curano la propria igiene autonomamente e in modo scrupoloso, grazie ad una lingua ruvida, lunga, flessibile, adatta per questo. 

Tuttavia, aiutare il proprio gatto a completare al meglio questa routine quotidiana è essenziale al fine di effettuare una perfetta pulizia – in particolar modo in quei gatti soggetti a boli di pelo. 

Vediamo, dunque, come toelettare un gatto

Come toelettare un gatto a casa

Come accennato, per istinto il gatto si pulisce di frequente per evitare la formazione di nodi nel pelo, per ripristinare il proprio odore e anche per eliminare quello del cibo (che potrebbe attirare potenziali predatori).

L’azione di leccarsi consente al gatto, inoltre, di abbassare la temperatura corporea, che tende a salire per una sudorazione quasi assente nel felino (togliendo il pelo in eccesso).

La conseguenza di questa pulizia è, però, quella dell’ingestione di grandi quantità di pelo, che non viene mai totalmente digerito, rischiando così di accumularsi nello stomaco, e intestino, e di creare problemi gastroenterici.

Spazzolare il gatto aiuta ad eliminare subito il pelo vecchio, che si sta per staccare dalla cute, diminuendo le probabilità che esso venga ingerito durante l’auto-toelettatura del gatto.

Inoltre, seguire il proprio gatto con la toelattatura consente di verificarne lo stato di salute e l’eventuale presenza di parassiti (pulci, zecche e pidocchi), oltre che impattare positivamente anche sulla circolazione e sul tono muscolare.

La toelettatura di un gatto a casa deve essere eseguita tenendo conto del pelo (corto, medio e lungo) e comunque seguendo alcuni passaggi fondamentali:

  • da minimo una volta alla settimana a un massimo di tutti i giorni (in base appunto alla lunghezza del pelo);
  • iniziando con una spazzola a denti larghi per eliminare il grosso del pelo;
  • ripassando il pelo con un pettine con trama fitta per togliere anche i nodi più piccoli;

È bene aiutare il gatto in questa operazione, abituandolo a essere spazzolato fin da quando è cucciolo e compiere questa azione con costanza e regolarità, avvicinandolo piano piano al pettine.

La scelta di un ambiente confortevole al gatto è indispensabile, così come importante è anche la ricompensa per il micio al termine del rituale.

Toelettare un gatto a pelo lungo

I gatti con il pelo lungo sono quelli che richiedono un’attenzione ancora maggiore nella toelettatura in termini di tempo e di passaggi impiegati. 

Ad esempio, se si ha un gatto persiano, andrà spazzolato ogni giorno, per evitare che si creino nodi difficili da districare e seguendo precisi passaggi:

  • Spazzolare il gatto con un pettine a denti larghi per eliminare eventuali nodi.
  • Passare lo slanatore, partendo dalla pancia, passando alle zampe e infine al dorso (che subisce la più consistente perdita di pelo).
  • Accarezzare il gatto con un guanto di gomma, per togliere i peli ancora presenti. Il guanto dovrà passare delicatamente anche sulla coda, partendo dalla base e arrivando all’estremità.

Oltre alla spazzolatura, la toelettatura prevede anche lo shampoo, da utilizzare ogni 2-3 giorni; esso deve essere delicato e adatto ai gatti a pelo lungo

Come fare il bagno al proprio gatto? Ecco gli step:

  • posizionare il gatto in una bacinella di plastica;
  • utilizzare acqua tiepida;
  • scegliere una spugnetta (ma bastano anche le mani) delicata e frizionare il pelo del gatto (prestando attenzione che l’acqua non entri negli occhi);
  • asciugare il pelo con un phon ad aria calda, scegliendo l’intensità minore.

Se non si è pratici, è sempre consigliata la visita ad un toelettatore.

Il gatto a pelo lungo non ha necessità di tosatura, ma solo di cura e attenzione. Le forbicine devono essere utilizzate solo laddove vi siano grovigli di nodi impossibili da sciogliere, cercando di portare i nodi stessi alle estremità del pelo, il più possibile.

Quanto costa una toelettatura per gatti?

Chi desidera solo il meglio per il proprio gatto, potrebbe pensare di ricorrere ad un buon toelettatore, in grado di offrire al gatto un servizio completo e di qualità.

Se si decide di optare per una toelettatura professionale (spesso o di tanto in tanto) un aspetto da non sottovalutare è il costo di questa pratica.

Il prezzo della toelettatura per gatti varia dai 30 euro di un bagno per gatti a pelo corto fino ai 50/ 60 euro per un bagno e una tosatura di un gatto a pelo lungo.

Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di Pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

a cura di Dr. Luca Buosi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Gatto

1782 articoli pubblicati

a cura di Dr. Luca Buosi
Contenuti correlati
due gatti si coccolano sul prato fiorito
Movimenti della coda nel gatto: quale significato hanno?

I movimenti della coda nel gatto rivestono un'importanza fondamentale perché comunicano emozioni e stati d'animo del felino. Scopriamo come interpretarli.

gatto nero gioca con un topolino di peluches
Giochi di intelligenza per gatti, anche fai da te

Giochi di intelligenza per gatti, i migliori accessori interattivi anche fai da te per mantenerlo attivo, stimolarlo e tenere lontane noia e monotonia.

icon/chat