icon/back Indietro Esplora per argomento

Gatti senza pelo: le razze più popolari

Ludovica Cesaroni

Ultimo aggiornamento – 21 Ottobre, 2022

Razzi di gatto senza pelo: quali sono?

Chi non ha mai visto, almeno in foto, un gatto senza pelo? I gatti senza pelo rappresentano una percentuale sempre crescente dei gatti domestici: inizialmente hanno fatto scalpore, in quanto non si era abituati a pensare questo animale senza il suo manto soffice.

Eppure, esattamente come per altri animali (come ad esempio la talpa senza pelo) esistono alcune razze di gatto che sono sprovviste del manto peloso.

Vediamo, quindi, quali sono, come sono fatti e come prendersi cura di un gatto senza pelo.

Come sono i gatti senza pelo

Il gatto senza pelo non ha una storia molto antica: questa particolare tipologia di gatto nasce da una mutazione dei gatti domestici avvenuta verso la fine degli anni ’70 con lo Sphynx; in realtà esistono da sempre casi di gatto senza pelo (mutazioni avvenute spontaneamente nel corso della storia), che tuttavia non hanno avuto un seguito di diffusione.

L’aspetto dei gatti senza pelo può apparire un po’ bizzarro, poiché la mancanza della peluria li fa apparire "nudi"e la pelle è spesso grinzosa; si tratta di una parvenza a cui non si è molto abituati e, per questo, può suscitare reazioni contrastanti: c’è chi li trova molto strani e chi ne resta affascinato.

Le caratteristiche specifiche del gatto senza pelo variano un po’ da razza a razza: nonostante siano tutte accomunate dall’assenza (completa o quasi) del pelo, vi possono essere delle variazioni morfologiche, che fanno propendere per l’una o per l’altra razza. 

Ma c’è un aspetto che le accomuna tutte: i gatti senza pelo hanno una pelle molto delicata e possono essere maggiormente soggetti a malattie dermatologiche.

Razze di gatto prive di pelo

Esistono molte razze di gatto senza pelo, questi gatti sono caratterizzati dalla mutazione di alcuni geni

In realtà, alcuni gatti nudi non sono completamente sprovvisti di pelliccia, ma hanno un sottile strato di peli piccoli e sottili (molto difficile da vedere, ma chiaramente percepibile al tatto).

Dalla nascita dello Sphynx si sono evolute altre tipologie; infatti ci sono ormai molte razze di gatti senza pelo, ecco quali sono.

Sphynx

undefined

É il gatto senza pelo forse più famoso, il cui nome completo è Canadian Sphynx, chiamato anche, comunemente, gatto nudo. L’assenza dei peli è frutto di una naturale mutazione del gatto domestico. 

Si tratta di una razza di origini (ufficialmente) canadesi, come suggerisce il nome: il primo allevamento di Sphynx inizia a Toronto nel 1978, ed ha origine da un siamese nato senza pelo; tuttavia, le prime segnalazioni di gatto Sphynx furono nel Nuovo Messico a fine ’800, sebbene esistano raffigurazioni anche anteriori a questo periodo. 

É un gatto di taglia media e dalla struttura robusta che, a seconda del derma, si distingue in:

  • Rubber (manto come la gomma): la pelle si presenta soffice e gommosa.
  • Peach (manto come la pelle della pesca): la pelle, al tatto, dà la stessa sensazione dell’esterno di una pesca.
  • Wax (manto come la cera): la pelle appare "antiscivolo".

Per tutte e tre le tipologie, le caratteristiche fisiche sono simili: la testa è allungata e larga, con zigomi sporgenti; gli occhi sono grandi e a forma di limone. 

Il colore degli occhi è abbinato a quello della pelle; il corpo, muscoloso, presenta rughe su tutta la superficie, mentre la coda è sottile e a punta. 

Il carattere di questo gatto è allegro e socievole, ed è adatto alle famiglie con bambini. Essendo un gatto che tende a soffrire il freddo, è consigliabile tenerlo come un felino da appartamento.

Don Sphynx o Donskoy

In questa razza di gatto, differentemente dallo Sphynx, la mutazione è dominante (e non recessiva).

Il Donskoy ha origine, sempre casualmente, in Russia. Da questa razza deriva anche il Peterbald, o orientale nudo.

A differenza dello Sphynx, questo gatto presenta una leggera peluria, nonché una cute più dura. La testa di questo gatto è più affusolata e le vibrisse possono essere lunghe e ricce. Il corpo è meno massiccio rispetto allo Sphynx, ma presenta ugualmente molte rughe.

La peluria su questo gatto rimane fino ai 2 anni, per poi ridursi e rimanere solo su naso, coda, orecchie e, a volte, zampe.

Il Donskoy ha un carattere simile allo Sphynx: è docile e affettuoso e ama giocare; non sopporta la solitudine né le basse temperature, perciò deve vivere il più possibile dentro le mura domestiche.

Elf Cat o gatto elfo

undefined

Dalla storia recente, questo gatto nasce dall’incrocio tra l’American Curl e lo Sphynx

Derivando dall’American Curl presenta le orecchie piegate e accartocciate.

Si tratta della razza più grande di gatto nudo: può arrivare a pesare 10 kg (senza essere affatto obeso). Il corpo è muscoloso e atletico e si tratta di un gatto curioso e attivo, facile da addomesticare. Come per le precedenti due razze di gatti senza pelo, questo felino deve vivere in casa.

Kohana

Chiamato anche gatto nudo hawaiano, è originario di questo stato degli U.S.A. La mutazione genetica è stata registrata proprio alle Hawaii, in tempi relativamente recenti e ce ne sono pochissimi esemplari in circolazione.

Diversamente dallo Sphynx, il Donskoy o il Peterbald, classificati secondo il tipo di pelle (rubber, peach e wax), questo gatto non ha follicoli piliferi e la sua pelle nuda sembra fatta di cera. Da cucciolo presenta moltissime rughe, che si riducono con la crescita.

Non è un gatto facile da allevare: durante lo svezzamento va aiutato, poiché ha difficoltà a nutrirsi da solo. Si tratta di una delle razze più costose di gatto nudo, poiché ne esistono pochi esemplari al mondo.

Peterbald

undefined

Come il Donskoy, anche questo gatto ha origine in Russia, precisamente nel 1994. Il Peterbald nasce dall'accoppiamento di gatti siamesi e Donskoy, da cui l’altro nome con cui i Peterbald sono conosciuti, ossia Siamese nudo.

Si tratta di un gatto di taglia media, senza pelo o con pelliccia molto corta; gli occhi a mandorla, obliqui, possono essere verdi o azzurri. Il corpo è muscoloso, ma elegante e slanciato allo stesso tempo. 

Diversamente dagli altri gatti senza pelo, il carattere del Peterbald è leggermente diverso, a causa della sua derivazione dal siamese. Nonostante sia affettuoso e giocherellone, è più attivo ed estremamente intelligente, con un istinto da esploratore

Non è senz’altro un gatto da divano, poiché tende a muoversi e ad arrampicarsi ovunque, anche sulle spalle del suo padrone. Come tutti gli incroci derivanti da gatti siamesi, emette molti miagolii, piuttosto sonori.

Gatto Bambino

Si tratta di un gatto nudo con caratteristiche molto particolari: il suo aspetto deriva dall’incrocio di gatti Sphynx e Munchkin, e anche questa razza di gatto senza pelo ha ottenuto il riconoscimento in anni recenti (circa 10 anni). 

Il Gatto Bambino ha la pelle più secca rispetto alle altre razze di gatto nudo, quindi ha meno necessità di cura per la pelle.

Levkoy ucraino

undefined

Questa razza proviene dall’Ucraina, come suggerisce il nome, ed è piuttosto recente, nonostante i primi esemplari risalgano ad inizio 2000. Ufficialmente, questa razza è stata riconosciuta nel 2011 e deriva dagli incroci di Scottish fold e Donskoy.

Si presenta senza pelo, con corpo robusto, grande resistenza e orecchie ripiegati in avanti. Il carattere è socievole e particolarmente adatto alla vita in famiglia.

Minskin

Questa razza di gatto nuda è frutto degli incroci tra Sphynx, Burmese, Devon Rex e Munchkin; nata nel 1998 è stata riconosciuta ufficialmente solo 10 anni dopo.

Il Minskin, che ricorda anch’esso una sfinge, è tra le razze più intelligenti ed affettuose ed è facile da addestrare.

Come prendersi cura di un gatto senza pelo

In linea di massima, i gatti senza pelo sono forti e senza particolari problematiche di salute. Ciononostante, come accennato, questa particolare tipologia di gatto ha una cute più delicata, proprio per il fatto che non è protetta (o quasi) dal pelo.

Inoltre, alcune razze, come lo Sphynx, tendono ad avere una pelle molto oleosa, che va pulita frequentemente con prodotti specifici dal ph neutro, oppure con salviette umidificate, proprio per scongiurare eventuali problemi alla pelle. Ma questo non è un problema: sono gatti amano l’acqua e si fanno lavare volentieri (a differenza della maggior parte dei felini).

Altre razze di gatto senza pelo hanno una cute più secca e sono quindi più semplici da accudire.

Per tutti, però, vale la regola di prestare particolare attenzione alle orecchie: essendo prive di peli, non riescono a trattenere le impurità. Il gatto nudo tende così ad accumulare più cerume rispetto agli altri gatti, quindi è fondamentale tenere le orecchie pulite e ispezionarle di frequente.

Razza di gatto senza pelo: prezzo

Il costo di un gatto senza pelo, che deve essere sempre acquistato da un allevamento in grado di emettere il pedigree per garantire la provenienza e l'assenza di patologie genetiche, può oscillare di molto, ma comunque non si tratta di razze non economiche

Qualche esempio? Uno Sphynx può variare dai 700 ai 3.000 euro (a seconda che si tratti di gatti con linee di sangue particolari, gatti da esposizione o da riproduzione). Oltre all'elevato costo di partenza, si tratta di gatti che potrebbero aver bisogno di maggiori cure veterinarie nel tempo.

Nonostante i gatti senza pelo possano sembrare costosi, può essere utile sapere che non si tratta dei gatti più costosi al mondo: il loro prezzo è altamente al di sotto di gatti come il Savannah (un ibridazione tra un gatto domestico e un servalo) che si aggira attorno ai 25.000 euro, o alcuni Bengala, quotati circa 40.000 euro.

Ma il gatto più costoso di tutti è l'Ashera (ibrido tra gatto domestico e Bengala o Serval) che può sfiorare quota 50.000 euro.

Condividi
Ludovica Cesaroni
Scritto da Ludovica Cesaroni

Amo definirmi una creativa dalla forte impronta razionale. Scrivere, disegnare e creare con le mani sono le mie grandi passioni, ma il pungolo della curiosità mi ha sempre portato a interrogarmi sui grandi misteri della vita e a informarmi sui 'piccoli misteri' dell'uomo.

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Ludovica Cesaroni
Ludovica Cesaroni
in Gatto

308 articoli pubblicati

a cura di Dr. Valerio Guiggi
Contenuti correlati
ragazza tiene in braccio un gatto di razza ragamuffin
Ragamuffin: tutto su questa razza di gatto

Quali sono le caratteristiche del Ragamuffin e come prendersi cura di questa razza di gatto? Scopriamo insieme tutto quello che c'è da sapere.

Australian Mist
Australian Mist, carattere e aspetto del gatto australiano

Australian Mist: ecco cosa sapere sul carattere, sull'aspetto e salute del gatto australiano sviluppato da più razze: abissina, burmese e gatti domestici.

icon/chat