Gatto con la lingua di fuori: ecco perchè

Elena Fazio | Web Content Editor

Ultimo aggiornamento – 09 Ottobre, 2023

Gatto si lecca una zampa

Chiunque abbia un gatto probabilmente avrà notato almeno una volta il suo amico felino con la lingua di fuori.

Questo comportamento può sembrare strano e divertente, ma c'è una spiegazione dietro a tale espressione felina: cerchiamo di esplorare le ragioni per cui i gatti mettono la lingua fuori e cosa può significare.

Cause del gatto con la lingua fuori 

Un gatto con la lingua fuori può mettere in mostra questo comportamento per diverse ragioni. Di seguito sono elencate alcune delle cause più comuni:

  1. Raffreddamento e regolazione della temperatura: Uno dei motivi principali per cui i gatti mettono la lingua fuori è per regolare la temperatura corporea. I gatti non sudano come gli esseri umani. Mettendo la lingua fuori, favoriscono la termorgolazione, contribuendo a ridurre il calore corporeo.
  2. Pulizia e igiene: I gatti sono noti per essere animali estremamente puliti e dedicano molto tempo al leccamento per mantenere il loro mantello pulito e privo di detriti. Mettere la lingua fuori può aiutarli a raggiungere meglio alcune parti del corpo mentre si leccano.
  3. Problemi dentali o salute orale: Se un gatto mette costantemente la lingua fuori senza motivi apparenti di raffreddamento o pulizia, potrebbe essere un segno di problemi dentali o di salute orale. Dolore alle gengive, infiammazioni o ferite in bocca possono portare il gatto a tenere la lingua fuori come reazione al disagio, oppure la perdita dei denti davanti può far uscire la lingua dalla cavità orale.
  4. Problemi respiratori: I gatti, soprattutto quelli con problemi respiratori come l'asma felina, potrebbero mettere la lingua fuori durante un episodio di difficoltà respiratorie.
  5. Eccitazione o gioco: In alcuni casi, un felino potrebbe mettere la lingua fuori quando è eccitato o coinvolto in un gioco attivo. È una reazione di allegria o eccitazione.

In generale, mettere la lingua fuori occasionalmente non è motivo di preoccupazione. Tuttavia, se si nota che il gatto mette costantemente la lingua fuori, o se ci sono altri cambiamenti significativi nel suo comportamento, potrebbe essere opportuno consultare un veterinario.

Questo professionista può valutare la salute del gatto e determinare se c'è un problema sottostante che richiede attenzione medica, soprattutto se la respirazione diventa più frequente.

Cosa fare se il gatto mostra sempre la lingua?

Se il gatto mostra costantemente la lingua senza apparenti motivi di raffreddamento o pulizia e questo comportamento persiste nel tempo, potrebbe essere indicativo di un problema sottostante che richiede attenzione veterinaria. 

Ecco cosa è possibile:

  1. Consultare un veterinario: La prima e più importante cosa da fare è portare il gatto da un veterinario. Il veterinario sarà in grado di condurre una valutazione completa della salute del gatto per determinare la causa del comportamento anomalo. Potrebbero essere necessari esami fisici, esami del sangue, radiografie o ulteriori test a seconda delle circostanze.
  2. Fornire dettagli: Durante la visita veterinaria, fornire al medico tutte le informazioni pertinenti sul comportamento del tuo gatto. Questo può includere quando il comportamento è iniziato, qualsiasi altro cambiamento nel comportamento o nella salute del gatto, e qualsiasi altro sintomo o segno di disagio che hai notato dal primo sintomo in poi.
  3. Valutare problemi respiratori: Se il gatto ha difficoltà a respirare o mostra segni di affaticamento respiratorio, il veterinario può esaminare l'apparato respiratorio del micio per escludere problemi come l'asma felina o altre condizioni respiratorie, magari con dei raggi al torace.
  4. Seguire il piano di trattamento: Una volta che il veterinario ha identificato la causa del comportamento, seguirà un piano di trattamento appropriato. Questo potrebbe includere farmaci, procedure dentali, terapie respiratorie o altre terapie specifiche per la condizione del gatto.
  5. Monitorare il gatto: Dopo il trattamento, monitorare attentamente l'animale per assicurarti che il comportamento anomalo stia migliorando. Poi, comunicare regolarmente con il veterinario e seguire le istruzioni sul trattamento e sul follow-up.

Si ricorda che un gatto che mostra costantemente la lingua potrebbe essere segno di disagio o malessere, quindi è fondamentale cercare assistenza veterinaria per affrontare la causa sottostante del comportamento.

La tempestiva diagnosi e il trattamento sono fondamentali per il benessere del proprio animale domestico.

Quando preoccuparsi, se il felino mostra sempre la lingua?

Se il gatto mostra sempre la lingua, bisognerebbe preoccuparsi e prendere in considerazione una visita veterinaria se il comportamento persiste per un periodo prolungato o è associato ad altri sintomi o segni di disagio.

Ecco alcune situazioni in cui è consigliato cercare l'assistenza di un veterinario:

  1. Il comportamento è continuo: Se il tuo gatto tiene costantemente la lingua fuori senza interruzioni, potrebbe essere un segnale di disagio o problema sottostante.
  2. Cambiamenti nel comportamento: Se il comportamento è accompagnato da altri cambiamenti nel comportamento del tuo gatto, come l'apatia, la perdita di appetito, l'irritabilità o la mancanza di interesse per le attività quotidiane, è un segno che qualcosa potrebbe non andare per il verso giusto.
  3. Problemi di salute orale: Se noti che il tuo gatto ha problemi di salute orale evidenti, come gengive infiammate, ulcere o dolore, questo potrebbe essere una causa del comportamento.
  4. Difficoltà respiratorie: Se il tuo gatto mostra segni di difficoltà respiratorie, come respirazione affannosa, respiro rumoroso o affaticamento, è importante escludere problemi respiratori che potrebbero causare il comportamento.
  5. Altri sintomi: Presta attenzione a qualsiasi altro sintomo o segno di disagio che potrebbe essere presente, come starnuti frequenti, tosse, secrezioni nasali oculari, vomito o diarrea.
  6. Cambiamenti nella routine: Se il comportamento è stato preceduto da cambiamenti significativi nella vita del tuo gatto, come un recente intervento chirurgico, una nuova medicina o un cambiamento nell'ambiente, potrebbe essere utile informare il veterinario di questi eventi.

I gatti sono esperti nell'occultare il disagio, quindi è importante essere attenti ai segnali di potenziali problemi di salute e cercare assistenza professionale quando necessario. La diagnosi precoce e il trattamento possono spesso migliorare significativamente le prospettive di recupero.

Elena Fazio | Web Content Editor
Scritto da Elena Fazio | Web Content Editor

Laureata in Comunicazione, Media e Pubblicità, con specializzazione in Scienza e Salute. Dopo aver collaborato con associazioni no profit in ambito sanitario e psico-oncologico, al momento sono Junior Web Content Editor presso pazienti.it e mi occupo della redazione e scrittura di articoli in chiave SEO. Profondamente affascinata da temi inerenti il benessere e la salute che mirano a fornire informazioni autorevoli ai lettori, guidandoli nelle scelte per raggiungere uno stato di benessere psico-fisico quotidiano.

a cura di Dr. Luca Buosi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Elena Fazio | Web Content Editor
Elena Fazio | Web Content Editor
in Gatto

90 articoli pubblicati

a cura di Dr. Luca Buosi
Contenuti correlati
Gatto viene esaminato da medico
Ictus nel gatto: come riconoscerlo e cosa fare

Come riconoscere l'ictus nel gatto? Scopriamo a quali sintomi occorre fare attenzione, come comportarsi e qual è la terapia più indicata da seguire.

Gatto che assume gocce di CBD
CBD per gatti: come utilizzarlo per il benessere del felino

CBD nei gatti: esploriamo insieme le sue potenziali applicazioni per i felini, analizzando i benefici e le possibili controindicazioni.