Che cosa fare in caso di adenoma surrenalico non secernente?

"Da quasi un anno, mi hanno riscontrato un adenoma surrenalico non secernente di 3,5 cm con sindrome di Cushing, secondo voi è da operare?"

Buongiorno,
la Sindrome di Cushing per definizione è uno stato di ipercorticosurrenalismo che deriva da un'iperincrezione ghiandolare di cortisolo.   
La diagnosi si ottiene da dosaggi del cortisolo e ACTH plasmatico, dai sintomi e segni clinici correlati e la ricerca della causa considera sempre un eventuale adenoma surrenalico. 
La sindrome potrebbe essere causata sia da un adenoma surrenalico che da un adenoma dell'ipofisi ipersecernente ACTH. 
Nel primo caso, si ha un adenoma localizzato unilateralmente; nel secondo, un'iperplasia diffusa di entrambe le ghiandole surrenaliche.   
Viste le dimensioni significative dell'adenoma unilaterale, lo considererei seriamente la causa della disfunzione ghiandolare. 
Il quadro dovrebbe essere di elevata cortisolemia con soppressione del ritmo circadiano e soppressione dell'ACTH (per feedback negativo).   
Nel caso quindi di adenoma secernente, è perentoria l'indicazione chirurgica che si può attuare anche in videolaparoscopia. 

Risposta a cura di:
Dr. Bruno Corradi
Dr. Bruno Corradi
Nefrologo Lodi
*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti.
Leggi il disclaimer

Altre risposte di questo specialista:

Vedi tutte le risposte