Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Ansia E Stress Cure Omeopatiche

L'omeopatia cura lo stress?

Soffro di ansia e stress lavorativo. Ho avuto a che fare con un lutto di mia madre due anni fa ed ho sopportato per almeno due anni un carico di lavoro molto stressante, concedendomi pochi momenti di pausa. Faccio l'edicolante da 13 anni. Ora da 7 mesi sono in cura da una psicoterapeuta. Inizialmente ho preso 20 gocce di un farmaco a base di bromazepam al giorno, ora da quasi 3 mesi sono passato a medicine omeopatiche, valeriana heel e ignatia heel. La situazione e si un po' migliorata ma talvolta vengono ancora stress e ansia. Faccio bene a continuare con questi prodotti?

Buongiorno, purtroppo non sono un omeopata e non posso rispondere direttamente alla tua domanda. Posso dirti in linea generale che negli stati di stress non bisogna fare affidamento esclusivo ai farmaci (omeopatici o allopatici che siano). Mi hai dato un informazione importante: 2 anni fa tua madre è morta. Forse l'origine di tutto sta lì. Nulla m'impedisce di pensare che il carico di lavoro ti sta impedendo di portare a termine la "digestione" di quell'importante e doloroso avvenimento, riempiendoti la testa di altri pensieri. Nota bene! Non dico che tu ti sia riempito la vita apposta per non pensare a tua madre! (anche se c'è gente che lo fa volontariamente). Può essere una coincidenza di due situazioni sviluppatasi contemporaneamente oppure un "tiro birbone" del tuo inconscio, avvezzo a simili scherzetti. Dunque: Medicine? Sì, con prudenza e senza contare su di loro per la guarigione! Omeopatiche? Allopatiche? Quelle che ti convengono meglio! Ma, soprattutto, continua la tua psicoterapia! Saluti
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Marco Baggio
Dr. Marco Baggio
(0)
Padova - Via Ospedale 7
Altre risposte di questo specialista
Disturbo borderline: se ne può uscire da soli?
Mia cara, l'impressionante elenco di diagnosi che ti sei fatta mostra che hai delle idee molto poco chiare su te stessa. Dici di essere riuscita...
Alprazolam: quanto gocce prendere?
Mio caro, ho molta pena ad immaginare che il tuo medico ti abbia tirato addosso un flacone di Alprazolam senza darti un minimo di...
Dolori intercostali: quali le cause?
Buongiorno. Certo che potrebbe esserci una componente emotiva! I dolori intercostali dipendono da una tensione dei muscoli intercostali, e spesso sono la conseguenza di tensioni...
Attacchi di rabbia: come gestirli?
Mia cara. La maniera viva e sincera con la quale parli di te, mi tocca molto! Stai facendo quello che, in un linguaggio un po'...
Ipocondria: come si cura?
Carissima,quella di cui soffri è una grossissima crisi psicologica che si manifesta soprattutto con dei sintomi di tipo fobico. Ti risparmio delle diagnosi troppo complicate...
Vedi tutte

Risposte simili

Alterazioni battito cardiaco: a cosa possono essere dovute?
Gentile Signora, nel leggere il tuo quesito, credo si possa trattare di un GAD (disturbo d'ansia generalizzato) che il più delle volte si associa...
Sindrome di Asperger: cosa è?
La sindrome di Asperger non si manifesta nell'età adulta perchè è un disturbo dello sviluppo. I deficit si notano soprattutto nelle...
Farmaci antidepressivi: quali sono gli effetti collaterali?
Possono portare ad uno stato di iperattivazione, che si manifesta con aumento dell'ansia, irrequietezza, insonnia, irritabilità. Non bisogna superare le dosi che vengono...