Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Bugiardo Cronico

Come ci si rapporta con un bugiardo cronico?

Vivo con un bugiardo. Persona affidabilissima, ma del tutto falso quando si tratta di donne. Sono la sua criptonite. Tiene tutte le cose che riguardano soprattutto le sue ex nascoste. Ho scoperto un probabile tradimento, ma lui lo nega. Ho capito e lo ammette pure lui che è un insicuro, eppure ha tanti talenti. Nella scrittura, creazione di immagini, sintesi eppure si sente inadeguato e non so perchè. Di certo, non lo sminuisco, anzi, ma poi va a confidarsi da un'altra. Non si riesce più a parlare tranquillamente e serenamente e purtroppo non sono serena accanto a lui. Il problema è che ne sono stupidamente innamorata. Forse sbaglio a interagire con lui, ma non so davvero cosa fare. Mi può dare qualche consiglio?

Da quello che scrivi, mi nasce un pensiero a riguardo almeno su due punti fondamentali della coppia: il primo, strumento essenziale per le relazioni umani a prescindere dalla fattispecie, riguardante le modalità comunicative tra te e il tuo compagno; ciò complicato dal fatto che da quello che mi dici si configurano zone di macula cieca che non possono essere prese in esame.

Su quest'ultimo punto, collego il secondo pensiero riguardante la natura e struttura della vostra relazione che tu stessa percepisci e sperimenti come paradossale.

Il mio consiglio è quello di provare ad esplorare la natura delle vostre insicurezze e costruire una comunicazione più efficace e direi, più utile a trattare le vostre necessità di coppia. Nel caso non riusciste in prima battuta da soli potete, consultare uno psicologo che si occupa di coppia con l'auspicio di sbloccare anche in poche sedute i limiti che la vostra relazione ha maturato per poi riattivare la fisiologia e il benessere individuale e di coppia.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Tiziano Schirinzi
Dr. Tiziano Schirinzi
Milano - Via Giulio Tarra, 5
Altre risposte di questo specialista
Disturbo borderline: che sintomi ha?
Gentile signorina, molto spesso cerchiamo quello che vogliamo trovare e che dia un senso a noi familiare su come stiamo, su quello che sentiamo cercando...
Disturbi associativi: che terapia viene applicata?
Carissima, sicuramente potrebbe esserti utile il testo astrolabio "Medicina psicosomatica e psicoanalisi contemporanea" oltre che i "Teatri del corpo". In più, sull'isteria legata al...
Depressione e sospetta anoressia: come posso aiutare mia figlia?
Non sapendo l'età di tua figlia rischio di essere generico, sulla base di questi pochi dati posso dirti che a volte ad un umore triste...
Vedi tutte
Risposte simili
Depressione : quali differenze esistono?
Esistono delle grosse differenze tra uomo e donna, se non altro per le fluttuazioni e variazioni ormonali che caratterizzano il percorso esistenziale femminile e che...
Sviluppo sessuale in adolescenza: come avviene?
Lo sviluppo sessuale nei maschi è più ritardato e più lungo di quello delle femmine: in genere, avviene intorno ai 12-13 anni.Uno dei primi segni...
Attacchi di panico: quali sono i sintomi?
I sintomi di un attacco di panico appaiono improvvisamente, senza alcuna causa apparente. Possono includere: aumento della...