Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Dolore Gluteo Destro

Cosa può fare una donna di 44 anni che soffre di un dolore continuo al gluteo destro?

Sono una donna di 44 anni che da un anno soffre di un dolore continuo al gluteo destro, il più delle volte sopportabile, a volte trattato con iniezioni di cortisonici e antidolorifici. Da 5 mesi, il dolore è peggiorato e si sono uniti altri disturbi alle gambe, in particolare non riesco più a correre e a fare le lunghe camminate che facevo, dopo 200 mt mi bruciano i muscoli delle cosce anteriori come se avessi fatto 20 km e aumenta il dolore al gluteo. Ho difficoltà nel salire le scale, sento a livello dei muscoli delle cosce anteriori un dolore tremendo, come se avessi vetri rotti che si conficcano nei muscoli. Nell'ultimo periodo, bruciori alla pianta del piede anche a riposo, dolore al tallone quando appoggio e dolore alla schiena molto intenso. Il mio medico mi ha inviato dal neurologo per una valutazione. Esame neurologico normale non visibili fascicolazioni. Esami bioumorali: cpk 164 tsh 1,49, mi ha prescritto tac spinale per il dolore che nel frattempo comincia a diventare invalidante. Referto tac: "studio rachide effettuato l3 ed s1 conservato trofismo osseo nella norma l'allineamento dei metameri conservata l'ampiezza degli spazi intersomatici non evidenti ernie conservati i calibri del canale spinale deformazione degenerativa dei massicci articolari interapofisari, più evidenti al passaggio lombosacrale, con conseguente parziale riduzione del calibro osseo dei forami di congiunzione di entrambi i lati, specie a destra". Da 4 giorni, sto facendo iniezioni di Bentelan 4 mg e prendo una capsula di Lyrica 75 mg. Il dolore nel salire le scale è quasi completamente passato, ma la schiena fa ancora molto male, mi duole tallone piede destro e bruciano le piante dei piedi, noto insensibilità al gluteo destro (durante l'iniezione non sento assolutamente nulla). Secondo la vostra opinione, va bene quanto sto facendo per risolvere il mio problema? Che cosa mi sta capitando esattamente e da cosa è causato? Grazie infinite per le risposte che vorrete darmi.

La diagnosi della patologia di cui soffri è rappresentata da un'ernia del disco intraforaminale con compressione della radice nervosa.

La terapia attuale è corretta e ad essa andrebbe aggiunta adeguata terapia fisica ed esercizi cauti di ginnastica posturale e stretching controllato.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Claudio Varese
Dr. Claudio Varese
Roma - Non disponibile
Risposte simili
Ernia del disco: che cos'è?
Il disco intervertebrale, che è interposto tra 2 vertebre, è costituito da una parte periferica denominata anulus fibroso e una parte centrale, gelatinosa,...
Mal di schiena: quali sono le terapie più adatte?
Bisognerebbe prima di tutto capire da cosa sia dovuto (problemi posturali, muscolari, discopatie, spondiloartrosi).Per ridurre il dolore e prevenire lo stress sulla colonna...
Scoliosi e jogging: sono compatibili?
La scoliosi è una condizione irreversibile della colonna vertebrale. Se la scoliosi non è grave e non provoca dolore forte alla schiena, allora...
Altre risposte di questo specialista
Esame al rachide dorsale: come si legge?
L'ernia dorsale è un evento alquanto raro e scarsamente operabile, facilmente a causa della disidratazione, riduce il proprio volume. L'ernia di Schmorl non...
Vedi tutte
Sai che su Pazienti.it puoi trovare sconti per prestazioni mediche? Scopri di più