Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Dolore Spalla Intervento Ragazzo

Come trattare un dolore alla spalla in un ragazzo di 21 anni?

Buongiorno, ho 21 anni, da anni soffro di un problema alla spalla sinistra. Problema che purtroppo, nonostante le numerose visite, non mi è stato diagnosticato. Una lussazione posteriore volontaria, diagnosticata tramite una risonanza a contrasto. A distanza di anni, si è danneggiata la parte posteriore della cavità glenoidea, la testa dell’omero invece sembrerebbe non avere danni. Invece la cavità glenoidea, oltre ad essere danneggiata maggiormente nella parte posteriore dalla risonanza, ho imparato che è anche più larga. Ho fatto 2 visite da 2 dottori riconosciuti per questo tipo di problema, il primo medico mi ha sconsigliato di fare l'intervento, ma il dolore per me e troppo forte, spiegandomi che i legamenti si possono rovinare. Il secondo medico mi ha detto che devo farlo assolutamente, ma che potrei avere conseguenze, quali un movimento limitato della spalla dovuto al restringimento della cavità glenoidea. Questa spalla sta limitando la mia vita in tutti i sensi. Mi rivolgo a voi dottori se mi potete consigliare. Sarei disposto anche ad andare all’estero a fare questo intervento.

Salve,
solitamente, questo tipo di problema si ha per lussazioni recidivanti che "erodono" la superficie articolare.

La stragrande maggior parte delle volte la pianificazione di un intervento è fatto già solo dall'età del paziente, dalla sintomatologia riferita e dalle proprie esigenze funzionali. Diverso invece il discorso sulla tipologia di intervento, nel senso che bisogna stabilire quanto possa essere efficace un trattamento mediante ricostruzione del solo cercine e capsula piuttosto che optare per una ricostruzione della superficie glenoidea.

Questo deve assolutamente essere valutato in sede di pre-intervento ovviamente ed una tecnica radiografica che può essere d'aiuto per conoscere la superficie mancante e quantificare il danno è anche secondo TC con metodica "PICO". Si possono utilizzare anche altre metodiche radiografiche e calcoli secondo i più recenti studi scientifici.

Rivolgiti ad uno specialista riconosciuto in chirurgia della spalla. Buona fortuna. 

PS, non c'è bisogno di emigrare, abbiamo in Italia fior fior di specialisti in chirurgia della spalla.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Giorgio Rotundo
Dr. Giorgio Rotundo
Bologna - Via Guelfa, 76, 40138 Bologna, Metropolitan City of Bologna, Italy
Risposte simili
Eco muscolo tendinea spalla: cosa fare?
Sembri essere affetto da una tendinopatia della cuffia dei rotatori, in assenza di una lesione vera e propria. Più che...
Contrazioni involontarie post operazione spalla: cosa fare?
La tua descrizione è alquanto vaga e poco interpretabile: non capisco la correlazione tra "contrazioni" e "sublussazione". La tecnica da te...
Altre risposte di questo specialista
Infiammazione alla spalla: quali esercizi effettuare?
Salve,sfortunatamente, le informazioni da te fornite non sono sufficienti per darti un'indicazione precisa ed utile.Fondamentale in qualunque caso rimane il visitare la spalla, poiché già...
Dolore alla parte alla della spalla: cosa lo provoca?
Salve,dalla descrizione dei tuoi sintomi, sembrerebbe invece una sezione di una parte diversa che non riguarda la spalla, la scapola o il collo. Nello specifico,...
Fili di Kirchner: per quanto tempo si possono tenere?
Salve,considera che i fili di K servono appunto a permettere all'osso di guarire e di consolidare in maniera completa ed opportuna, pertanto di massima vanno...
Frattura del trochite: come trattarlo?
Salve,innanzitutto, per poter correttamente valutare l'edema della spongiosa è necessario visualizzare le immagini e non solo il referto.Per quanto riguarda gli esiti della fattura,...
Lussazione della spalla: come trattarla?
Salve,la situazione della tua spalla purtroppo è abbastanza complessa e molti sintomi da te descritti potrebbero non essere compatibili con i risultati della risonanza magnetica...
Vedi tutte