Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Ectasia Della Pelvi Renale Bilaterale

Con quali esami si tiene sotto controllo un'ectasia della pelvi renale?

Salve, sono una donna di 58 anni, l'ultima ecografia ha evidenziato: "una lieve ectasia della pelvi renale bilaterale, maggiormente evidente a dx", non ho calcoli e per il resto era tutto ok. Per questa ectasia, sarebbe bene approfondire con una uro-tac? Sono molto spaventata nell'eseguire questa tac per via del mdc e delle innumerevoli radiazioni che porta e soprattutto perché non so se sia realmente necessaria. Chiedo, cortesemente, se potete indicarmi un altro esame diagnostico, con il quale controllare questa ectasia, al posto della tac. In ogni caso, se fosse realmente necessaria la tac, la farei in un secondo momento. Quali problemi comporta questa ectasia e quali sono i sintomi che dovrei avere avendo questa dilatazione? Ho una tiroidite di Hashimoto e ipertensione curata con Zopranol 30 mg. Grazie mille per la risposta.

Buongiorno, 
la lieve ectasia della pelvi bilaterale di per sé non è un fatto grave, potrebbe dipendere per esempio da un carico idrico eccessivo assunto come da raccomandazione della radiologia poco prima dell'esame e quindi sarebbe solo funzionale, oppure dipendere da un lieve reflusso vescico ureterale o da una sindrome del giunto pielo-ureterale.
Se gli esami di funzione renale sono nella norma, se il restante imaging renale ecografico è regolare, se l'esame urine completo è negativo, se non vi sono disturbi disurici, se il quadro resta invariato nel tempo, la TC con contrasto potrebbe essere anche non indicata. 
Consiglierei, se i "se" sono tutti negativi, un semplice monitoraggio sequenziale ecografico.   
In caso di peggioramento del quadro dilatativo pelvico, sarebbe indicata una cistografia retrograda con pose vescicali minzionali per la ricerca di reflussi attivi o passivi.  
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Bruno Corradi
Dr. Bruno Corradi
(0)
Lodi - Strada Statale 9,km 298.5 Circonvallazione Lodi Sud,
Altre risposte di questo specialista
Aneurisma sottorenale: come va trattato?
Buongiorno,  è molto importante monitorare le dimensioni dell'aneurisma nel tempo, se stabile alle dimensioni di 35 x 30 mm, non vi è indicazione all'intervento...
Dolore ai reni: di cosa si potrebbe trattare?
Buongiorno,  nel tuo caso, è necessario un attento esame obiettivo fisico per escludere che il dolore riferito ai reni non sia in realtà una
Insufficienza renale: come trattarla?
Buongiorno,  in presenza di ipertensione arteriosa, da anni in terapia farmacologica, con diabete T2, vi può essere una nefroangiosclerosi ipertensiva e/o una
Incisura corticale al rene: come trattarla?
Buongiorno, l'incisura corticale può essere una variante anatomica, ma in presenza di calcoli, di solito rappresenta un esito cicatriziale di pielonefrite.    Utile se...
Soldesam: utile per l'insufficienza cortico surrenale?
Buongiorno, il Desametasone (Soldesam) è indicato nelle affezioni acute come antinfiammatorio, antiasmatico, antiallergico,  ma per la sua breve durata di azione, non...
Vedi tutte

Risposte simili

Diabete, ipertensione e proteinuria molto alta: come curarli?
La proteinuria elevata indica una condizione di nefropatia diabetica, che è curabile tenendo sotto controllo il diabete: se la...
Dolore al fianco fino all'inguine associato a nausea: qual è la causa?
Se sei una donna, potrebbe trattarsi di un ovaio o una salpinge che, in fase di ovulazione o per flogosi o per...
Rimozione dello stent: si fa anestesia?
Si tratta di un'operazione che non necessita di anestesia generale, ma di assistenza con una blanda sedazione. Saluti