Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Febbre Alta Dolori

Cosa fare per febbre dovuta ad infezione?

Mia figlia ha 15 anni e la mattina del 7 febbraio 2013 si è svegliata con delle strane macchie sulle braccia. Portata dal dottore ne conclude dicendo che probabilmente è orticaria e mi prescrive degli antistaminici. Verso sera la temperatura corporea è salita a 38°, così le ho dato del paracetamolo, pensando che fosse una semplice influenza. Dopo due giorni inizia ad avvertire forti dolori, prima alle braccia, più precisamente ai gomiti, poi alle ginocchia. Il giorno 11 aveva ancora febbre, e anche se le davo il paracetamolo la febbre scendeva a 37.5 e da lì non andava più giù; nel pomeriggio decisi di portarla a fare una visita in pediatria. Arrivati le fanno subito le analisi del sangue e trovano il livello di infezione del sangue altissimo, e facendole i raggi al torace anche la broncopolmonite, così decidono di ricoverarla. La febbre non scendeva più di 37/37.5 e il paracetamolo faceva effetto solo per due tre ore; hanno fatto ogni tipo di analisi, hanno perfino chiamato un infettivologo, ma è risultato tutto negativo. Le hanno fatto il prelievo del midollo osseo, 5 tipi di antibiotici diversi, poi le hanno fatto anche una risonanza magnetica al cervello con contrasto. La febbre non l'ha più avuta dai primi di marzo, assumendo il cortisone, che ha terminato la terapia! Lunedì 20 è andata a fare un prelievo e le analisi dicono: IMM.AUTOIM AB antinucleo presenti AB antinucleo TITOLO 1/320 AB antinucleo Pattern speckled Chiederei un vostro parere, perchè non siamo riusciti a capire cosa abbia avuto.

Gentilissima Lettrice, purtroppo la diagnosi non è facile e non è correttamente formulabile in base agli accertamenti da te riportati. Talvolta i quadri patologici si sovrappongono e si nascondono l'uno con l'altro, tua figlia potrebbe anche avere manifestato più di una patologia. Ad ogni modo, diagnosi a parte, al momento è sicuramente importante eseguire un approfondimento con una visita da un reumatologo e proseguire il cosiddetto follow up, cioè, in base alle indicazioni del curante, proseguire con ulteriori controlli a distanza per verificare che tutto si stia normalizzando. Un cordiale saluto
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Massimiliano Ortu
Dr. Massimiliano Ortu
Milano
Altre risposte di questo specialista
Scabbia: quali conseguenze porta?
Gentile lettrice, la scabbia non provoca affatto gravi conseguenze, fatto salvo il grande disagio per chi ne è colpito, mi...
Hiv: come si può contagiare?
Gentile Lettore, l'HIV si trasmette solo...
Malattia del sonno: quale prevenzione?
Gentile Lettrice, la prevenzione passa dalle classiche precauzioni contro i vettori...
Colera: come si trasmette?
Gentile Lettore, il colera è una...
Sifilide: come si trasmette?
Gentile Lettore, purtroppo tutto quanto da te riportato potrebbe essere sufficiente a trasmettere la sifilide....
Vedi tutte
Risposte simili
Terapia antivirale: si può iniziare anche senza la diagnosi certa?
Gentile Lettore, ...
Valori anti toxoplasma: come leggerli?
In generale, gli anticorpi IgG stanno a significare che il soggetto è venuto a contatto con quel determinato microorganismo (in questo caso, il Toxoplasma gondii)...
Valori alterati di TAS e VES: cosa significa?
I dati riportati sono insufficienti per poterti dare una risposta. Andrebbero visionati o addirittura eseguiti esami di approfondimento. Non posso esprimermi, pertanto,...