Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Lorazepam Da 1 Mg

Si può variare la posologia del Lorazepam se si hanno disturbi del sonno?

Buongiorno, lo specialista mi ha dato il farmaco Lorazepam da 1 mg, ne prendo 1 e 1/2 la sera per dormire. Il problema è che dormo poche ore e mi sveglio presto e a volte non funziona la terapia. Volevo sapere se posso modificare la posologia serale o diurna. Grazie della risposta.

Buongiorno,

la posologia di Lorazepam può essere variata in base alle esigenze ed al risultato ottenuto, ma andrebbe fatto sotto controllo medico. Talvolta, chi prescrive questo tipo di farmaci lascia un margine di variabilità a discrezione dell'utente, ma se questo non avviene non è mai prudente decidere da soli, perché potrebbero verificarsi effetti indesiderati.

Prova a consultare il tuo psichiatra o il tuo medico di base per valutare l'opportunità di una variazione di dosaggio o magari, se è più indicato, un cambiamento di molecola. Cordiali saluti

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Michele Patat
Dr. Michele Patat
Monza e Brianza - Via Romagna, 30 A
Altre risposte di questo specialista
Perizia psichiatrica: qual è l'iter da seguire?
Buongiorno, la legge prevede che la perizia psichiatrica possa essere richiesta volontariamente dal diretto interessato oppure disposta obbligatoriamente da un tribunale....
Eutimil: come fare a sospenderlo?
Buongiorno, solitamente, i programmi di sospensione di una terapia farmacologica vengono adattati alle caratteristiche ed alle esigenze della persona che li assume, quindi,...
Isterismo: come curarlo?
Buongiorno, purtroppo, senza il consenso di tua madre, l'unico intervento medico ammesso dalla legge è il TSO, che comunque deve essere...
Sertralina: quali sono le controindicazioni?
Buongiorno, le difficoltà nel raggiungimento dell'orgasmo fanno parte dei possibili effetti collaterali dei farmaci che agiscono sulla serotonina (come...
Sindrome ansioso depressiva: che cura è meglio seguire?
Buongiorno,i farmaci che hai citato hanno tutti effetto esclusivamente sintomatico, ovvero attenuano i sintomi, ma non eliminano la patologia sottostante.Normalmente, la cura farmacologica della sindrome...
Vedi tutte
Risposte simili
Tosse e sintomi della polmonite che persistono: consigli?
Tua moglie non deve interrompere la terapia cortisonica in modo repentino: il cortisone va ridotto gradualmente nel tempo. Per quel che riguarda la diagnosi...
Chitosano: assumerlo insieme a fenobarbitale ha delle controindicazioni?
ll chitosano non va assunto vicino al farmaco perché può ridurre o modificare la cinetica di assorbimento. Rivolgiti al tuo medico che saprà darti indicazioni...
Mastocitosi cutanea sistemica: ci sono nuove cure?
I farmaci usati nella terapia sintomatica, a parte gli antiistaminici ed antileucotrienici, si basano sull'interferone, sul cortisone e sulla cladribina. Recente è...