Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Meningioma Frontale

Operazione per meningioma frontale sinistro: possono comparire crisi epilettiche, dopo?

Sono stato operato per meningioma frontale sinistro nel luglio 2013 (meningioma a cellule chiare ii sec who), il decorso è stato ottimo, non ho avuto problemi tanto da essere dimesso dopo cinque giorni. Con le dimissioni, mi fu prescritto solo il farmaco keppra 500 che ho assunto per un anno intero (1 cp la mattina ed 1 la sera). Dopo un anno e dopo aver eseguito il primo eeg, il keppra mi è stato ridotto a ½ cp la mattina e ½ la sera, per circa due mesi, per poi ridurre ulteriormente la terapia a ½ cp solo la mattina, questo per abbondanti altri due mesi. Gradirei conoscere se è ancora possibile manifestare eventuali crisi epilettiche, tenuto anche presente che con la riduzione del farmaco fino a ½ cp solo la mattina, non ho manifestato, finora, alcun problema.

Buongiorno. L'uso dei farmaci antiepilettici in occasione di interventi neurochirurgici è di solito utilizzato in senso profilattico per un periodo molto breve. Dato che tu assumi il farmaco da oltre un anno per rispondere validamenlte è opportuno conoscere se hai mai avuti crisi comiziali e il risultato EEG, interpretando il trattamento come una vera e propria terapia e non una profilassi.

Un saluto

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Stefano Carnesecchi
Dr. Stefano Carnesecchi
Pisa
Altre risposte di questo specialista
Radicolopatia cronica: come curarla definitivamente?
Il consiglio è quello di eseguire una valutazione multidisciplinare con esecuzione degli esami e dei test più appropriati come è percorso comune nei centri specializzati...
Risonanza dopo incidente: come si legge?
Il referto indica la presenza sia di esiti correlabili al trauma che di segni degenerativi da valutare nell'ambito più ampio dell'esame obiettivo generale e neurochirurgico...
Risonanza cervicale, dorsale e lombosacrale: come si legge?
Il referto è un elemento descrittivo che da solo non può rendere conto dell'intera situazione del paziente, in particolare quando sono presenti altre patologie, di...
Ernia di Schmorl: prevede un intervento chirurgico di vertebroplastica?
Il trattamento cui fai riferimento è solo una delle possibili armi a disposizione per gestire il quadro spinale che descrivi. Non si...
Ciste in zona sacrale: come mai continua a provocare dolore nonostante l'intervento?
Condivido pienamente il consiglio dato di consultare il neurochirurgo. Soprattutto nei casi già trattati con la chirurgia, è opportuna una valutazione diretta con un esame...
Vedi tutte
Risposte simili
Crisi epilettiche post intervento: cosa fare?
Potrebbe trattarsi di crisi epilettiche post traumatiche dovute alla sofferenza encefalica da compressione dovuta all'ematoma. Strano che lo studio EEG sia negativo. ...
Emicrania: cosa fare?
Bisogna sapere la localizzazione del neurinoma e la tipologia di emicrania che hai: è persistente o temporanea? Dura tutto il giorno...
Discoartrosi e ernia intraspongiosa: come si curano?
Dipende dalla sintomatologia e se vi sono blocchi lombari o dolore cronico; a seconda di ciò si può pensare ad una terapia conservativa verso la...