Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Neoplasia Cistica Rene

Cosa fare per una neoplasia cistica al rene?

Salve, mio marito di 37 anni per un dolore al fianco ha effettuato un'ecografia all'addome la quale ha evidenziato nel rene di dx una formazione disomogenea prevalentemente solida rotondeggiante con qualche areola liquida all'interno di circa 32mm. In seguito ha effettuato una tac con mdc che ha confermato la presenza di neoformazione nel terzo medio-inferiore del rene di dx di diametro max di 30 mm in stretto rapporto con i gruppi caliceali. La neoformazione è caratterizzata da modesto contrast enhancement ed aspetto densitometrico di tipo microcistico/pluriloculato. In seguito si è recato da un urologo che gli ha fatto eseguire una rm all'addome con mdc. Quest'ultima conferma la presenza espansiva rotondeggiante con diametro max non superiore a 32mm priva di abbattimento del segnale nelle frequenze fuori fase, di tipo cistico complesso che presenta innumerevoli ed esili setti contestuali provvisti di precoce enhancement contrastografico. Conclusione il rilievo descritto a carico del rene di dx è da riferire a neoplasia cistica complessa che dovrebbe essere, in prima ipotesi, compatibile con nefroma cistico multioculare. Ha fatto rivedere l'esito ad un urologo il quale ha consigliato di effettuare un'ecografia con mdc. Vorrei capire se con quest'ultima è possibile sapere di cosa si tratti, se è possibile salvare il rene, se si tratta di tumore che può andare in metastasi, se dobbiamo rivolgerci ad urologo o ad un oncologo o ad un nefrologo, se deve intervenire chirurgicamente subito e a quale struttura sanitaria rivolgersi con esperienza in tal senso. grazie per una vostra eventuale risposta sono molto preoccupata

Intanto vi consiglio di fare una biopsia per escludere la patologia maligna; poi esame delle urine per cercare ematuria. Consultate un nefrologo di fiducia. Cordialità
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Rosaria Sodo
Dr. Rosaria Sodo
Roma - Via Appia, 185
Altre risposte di questo specialista
Scintigrafia surrenalica: può chiarire la natura di una massa al surrene?
Certamente, è l'esame giusto per chiarire i dubbi circa la natura di questa massa. Rivolgiti ad uno specialista di fiducia. ...
Glicemia ed insulina alterate: cosa fare?
Non c'è nessun problema di alterata funzione renale. Io controllerei i lipidi nel sangue e BMI. Parlane con il tuo medico...
Ascesso al rene: come si cura?
Stai tranquilla, i dottori che ti hanno in cura avranno già iniziato una terapia antibiotica mirata. Fidati di loro. Cordialità
Dolori renali e stanchezza: cosa fare?
Per quale patologia sei stato sottoposto a crioterapia? Le informazioni che mi hai fornito non sono sufficienti per risponderti esaustivamente. Chiedi un...
Referto ecodoppler dell'addome e arterie renali: è preoccupante?
E' una patologia aterosclerotica diffusa e severa. E' consigliata una RMN alle arterie renali, e mancano i dati delle tue analisi in generale e...
Vedi tutte
Risposte simili
Diabete, ipertensione e proteinuria molto alta: come curarli?
La proteinuria elevata indica una condizione di nefropatia diabetica, che è curabile tenendo sotto controllo il diabete: se la...
Dolore al fianco fino all'inguine associato a nausea: qual è la causa?
Se sei una donna, potrebbe trattarsi di un ovaio o una salpinge che, in fase di ovulazione o per flogosi o per...
Rimozione dello stent: si fa anestesia?
Si tratta di un'operazione che non necessita di anestesia generale, ma di assistenza con una blanda sedazione. Saluti