Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Prime Parole A Che Eta

A che età si dicono le prime parole?

Salve, vorrei sapere a che età più o meno un bambino incomincia a parlare. Grazie

Salve, è una domanda a cui rispondo con piacere, poichè molte volte le mamme chiedono a pediatri, educatori, o anche confrontandosi con altre mamme, informazioni sullo sviluppo del linguaggio. Spesso purtroppo non vengono fornite le corrette informazioni, e l'atteggiamento è quello di dire "aspettiamo" perchè parlerà, è troppo "presto", ognuno ha i suoi tempi. Seppur vero che ogni bambino ha i suoi tempi e vi è una grande variabilità tra un bimbo e un altro, vi sono delle tappe nello sviluppo della comunicazione e del linguaggio che devono essere raggiunte entro certi limiti di tempo ed è oggi riconosciuto che esistono già dai primi anni di vita degli indici di rischio ben definiti che possono far supporre la presenza di una difficoltà o di un ritardo nell'acquisizione del linguaggio. Il periodo in cui emergono le prime parole viene fatto coincidere con il raggiungimento del primo anno di vita, tra i 10 e i 13 mesi. Si arriva alle prime paroline in seguito alla famosa fase della lallazione, che solitamente avviene tra i 6 e gli 8 mesi. Intorno ai 16 mesi e fino ai 24 vi è la fase cosiddetta di "esplosione del vocabolario", cioè i bimbi acquisiscono moltissime parole nuove per giungere poi alla combinazione delle prime frasi intorno ai 24 mesi. Ad oggi sono definiti "parlatori tardivi" quei bambini che tra 24-30 mesi presentano un lessico inferiore a 50 parole e/o assenza di combinazioni di parole. E' importante sottolineare che alcuni bambini mostrano un "ritardo nella partenza" ma un ritmo di sviluppo adeguato, cioè circa il 50% dei bambini che mostrano un ritardo di linguaggio a 24 mesi recuperano spontaneamente e colmano il ritardo entro i 36 mesi; vi è però una percentuale di bambini che oltre ad un ritardo nella partenza mostra anche un ritardo nell'acquisizione e alcuni di questi si trasformeranno in disturbi di linguaggio. Per tale motivo è fondamentale controllare lo sviluppo linguistico fin dalle prime fasi e intervenire precocemente, in modo da rendere l'intervento sempre più efficace e meno lungo nel tempo.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Erika Marcadini
Erika Marcadini
Roma - Via Carlo Ludovico Bragaglia, Roma RM, Italia
Altre risposte di questo specialista
Tetraparesi: cosa prevede la fisioterapia?
Cosa intendi per programma più specifico? Immagino che tua sorella sia seguita da un centro di riabilitazione o da un ospedale, che solitamente eleborano il...
Dislessia: come curare il disturbo da anziani?
Buongiorno, innanzitutto, è necessario un chiarimento. Parlando di dislessia è opportuno distinguere le due forme: la dislessia evolutiva e la dislessia acquisita. La dislessia...
Disgrafia: cosa fare?
Buongiorno, se tuo figlio ha già compiuto 18 anni il servizio di riferimento non è più neuropsichiatria infantile, come avviene invece per i minori, ma...
Parole saltate durante lettura: per quale motivo?
Buongiorno, le ragioni possono essere molteplici, non è facile individuare un solo motivo. Partendo dalla considerazione che il fatto di saltare le...
Erre moscia: quali esercizi svolgere?
Buongiorno, è difficile consigliare una serie di esercizi standard da effettuare, vi sono molte variabili da considerare, soprattutto perchè il ragazzo è molto grande. Inoltre...
Vedi tutte
Risposte simili
Difficoltà di lettura e scrittura: si ha diritto al sostegno?
La normativa per gli alunni con diagnosi specialistica di DSA prevede il dovere da parte delle istituzioni scolastiche di predisporre un Percorso Didattico Personalizzato (PDP)....
Esercizi per la pronuncia: quali sono?
La R è l'ultimo suono di acquisizione della nostra lingua perchè richiede contemporaneamente una buona tonicità e agilità della lingua, che deve vibrare attraverso il...
Ritardi nella lallazione: cosa fare?
Bisogna stimolare il bambino facendoli noi; se il bambino non ha subito traumi inizierà ad imitare e quindi dalla lallazione passerà alle prime paroline. ...