Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Terapia Sclerosante

Chi esegue la terapia sclerosante?

Vorrei sapere se la terapia sclerosante può essere effettuata da un medico di medicina estetica, a prescindere dalla specializzazione in angiologia, in chirurgia vascolare o flebologia.

La terapia sclerosante consiste nell'induzione di un processo flebitico chimico intravenoso, tramite appropriata introduzione endoluminale di opportuni farmaci, che dovrebbe esitare nella chiusura fibrotica (cicatrizzazione della vena stessa).

L'evoluzione della scleroterapia liquida è la scleroterapia ecoassistita con schiuma (lo sclerosante viene trasformato tramite opportuna miscelazione con alcuni gas in una schiuma), la quale, pur con dosi minori di farmaco, è molto più attiva e permette l'obliterazione di grosse vene, incluse le vene safene.

Sia nel caso della microscleroterapia delle teleangectasie, sia nel caso della sclerosi ecoguidata con schiuma, la terapia necessita di apposite attrezzature (transilluminazione, ecocolordoppler, appositi aghi e siringhe), deve essere eseguita in ambiente attrezzato per ogni possibile evenienza allergica, ma soprattutto, deve essere eseguita da un medico con provata esperienza, conoscenza della specifica anatomia, fisiologia, patofisiologia della patologia in oggetto, per questo tale terapia dovrebbe essere eseguita da un chirurgo con esperienza flebologica ovvero da un flebologo.

Posso preannunciare che le società scientifiche flebologiche stanno approntando un registro dei medici flebologi competenti. 

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Giorgio Falaschi
Dr. Giorgio Falaschi
(0)
Prato - Non disponibile
Altre risposte di questo specialista
Edemi e problemi di circolazione agli arti inferiori: che fare?
Carissimo signore, dai dati esposti non si capisce bene se si tratta di patologia linfatica, venosa, oppure mista. Un accurato esame Ecocolordoppler sarà essenziale. ...
Piedi gonfi con il caldo: che fare?
Salve. Il gonfiore a piedi e caviglie con il cado è, solitamente, una conseguenza di una eccessiva vasodilatazione con successiva trasudazione di siero negli spazi...
Vene evidenti: che cosa fare?
Caro Paziente, nella domanda non specifichi se le vene ai lati del piedi sono soltanto evidenti oppure anche dilatate, rigonfie e tese...
Problemi di circolazione: quali farmaci sono indicati?
Caro paziente, la domanda è posta in modo troppo generico: quali problemi di circolazione? Venosa oppure Linfatica oppure Arteriosa, oppure "Mista". Per ognuno esistono farmaci adeguati....
Caviglie gonfie: quali potrebbero essere le cause?
Carissimo, se un accurato (e ripeto accurato) ECD arterioso e venoso degli arti inferiori ha rivelato solo alcune placche fibro-calcifiche dell'asse femoro-popliteo-tibiale ed...
Vedi tutte

Risposte simili

Capillarite: cosa fare?
La capillarite è un processo infiammatorio che colpisce i vasi capillari soprattutto a carico degli arti inferiori. E' difficile stabilirne la causa...
Febbre ed ulcera: possono essere collegate?
O hai l'influenza o c'è una infezione causata dalla ulcerazione. Fai un ecodoppler arterioso agli arti inferiori e proponi al tuo medico una eventuale terapia...
Dolore al piede: cosa fare?
Buonasera, ti consiglio di controllare l'ac urico. Cordialmente