icon/back Indietro Esplora per argomento

Come non essere gelosi? I consigli da mettere in pratica

Anna Nascimben | Editor

Ultimo aggiornamento – 03 Maggio, 2023

Come non essere gelosi? Ecco qulache consiglio

Sono in molti a chiedersi come non essere gelosi e possessivi verso il partner o qualunque altra persona con la quale si intrattiene una relazione intima. 

La gelosia, infatti, quando è immotivata ed eccessiva, può mettere seriamente a repentaglio la stabilità di un rapporto, ma come fare a non essere gelosi e a fidarsi completamente di qualcuno? Ecco i consigli da tenere in considerazione.

Come non essere gelosi in amore?

La gelosia è un sentimento estremamente comune che chiunque può aver provato almeno una volta nella vita. 

In genere, se gli episodi di gelosia sono sporadici e di lieve entità non comportano un rischio per la relazione, tuttavia qualora essi dovessero diventare molto frequenti, oppure dovessero accompagnarsi a scoppi d'ira, episodi di violenza verbale e a una tendenza a controllare ossessivamente il partner, costituiscono un importante campanello d'allarme da non sottovalutare. 

Da dove nasce questa emozione e come non essere gelosi del proprio partner?

Alla base di questo sentimento vi è spesso la paura (più o meno immotivata) che il partner si possa allontanare, decidere di troncare la relazione oppure che possa tradire. Una delle cause principali che determinano l'essere eccessivamente gelosi è una forte insicurezza, a cui si accompagna una scarsa autostima. 

psicoterapia

Il timore di essere abbandonati è, infatti, talmente intenso, da provocare crisi emotive che sfociano in mania di controllo e in possessività. Se, in piccola parte, la gelosia è comunque un'emozione che fa parte dell'esistenza, quando diventa patologica va contrastata fermamente, prima che essa che possa sfociare in violenza.

Ecco allora qualche consiglio per tenere a bada la propria gelosia e non rischiare di rovinare il rapporto con l'altro:

  • migliorare la propria autostima: una scarsa autostima e una profonda insicurezza del proprio valore sono spesso i motivi che conducono una persona a provare un eccesso di gelosia. Il soggetto geloso, infatti, nel suo profondo si considera inferiore rispetto ad un eventuale (e talvolta fantomatico) rivale in amore, innescando un circolo vizioso emotivo che lo porta a provare rabbia e frustrazione. Per comprendere come non essere gelosi del proprio partner è fondamentale, quindi, avviare un percorso di crescita interiore finalizzato alla costruzione di un'immagine di sé più forte e solida, magari anche con l'aiuto di un terapeuta specializzato;
  • recuperare i propri interessi: spesso si tende ad essere gelosi di un partner che ha molti interessi personali ed hobby, ritenendo che questi ultimi dovrebbero avere un tempo limitato. Invece di esercitare un controllo ossessivo sull'altro, si può provare a ritagliarsi uno spazio per sé se stessi, magari provando un'attività nuova o aprendosi a nuove conoscenze;
  • parlare con il partner: in molte coppie la gelosia è anche un problema di scarsa comunicazione. Invece di comunicare al partner le proprie insicurezze e i propri timori in modo pacato, ci si chiude in se stessi, ingrandendo o travisando delle situazioni che, invece, potrebbero essere risolte semplicemente dialogando di più;
  • tenere presente che non si può controllare l'altro: a volte si ha la tendenza a pensare che il partner ci appartenga e che, solo per il fatto di essere in coppia, sia concesso controllarne le azioni. Si tratta di un atteggiamento possessivo che non giova al benessere del rapporto;
  • ammettere di avere un problema: il primo passo per migliorare il rapporto di fiducia con il partner è quello di ammettere di essere troppo gelosi. Accorgersene ed ammetterlo è importante perché chiarisce il fatto di non essere in presenza di una gelosia ossessiva e patologica e pone le base basi per un futuro percorso volto a migliorare la fiducia nell'altro.

5 consigli pratici da mettere in pratica per controllare la gelosia

Talvolta la gelosia arriva come un'onda improvvisa che non si riesce a controllare. 

Ecco allora cinque consigli molto pratici che si possono mettere in pratica:

  1. fare attenzione ai social network: i social network restituiscono un'immagine distorta della realtà e attraverso di essi diventa facile ingrandire o travisare il comportamento del partner solo da quanto visto sul suo profilo social. Meglio quindi parlarne a voce e non saltare subito alle conclusioni sbagliate;
  2. mantenere aperto il dialogo: parlare dei propri sentimenti a cuore aperto, in tono pacato e tranquillo, ma senza nascondere le proprie preoccupazioni è il primo passo per costruire un rapporto di coppia improntato sulla fiducia reciproca;
  3. fare nuove esperienze senza il partner e allargare le proprie conoscenze;
  4. lasciar sbollire la rabbia prima di inveire contro l'altro: quando si sente montare la rabbia contro il partner, può essere utile prendersi del tempo per sé se stessi, fare un pausa e dedicarsi a tutt'altro; 
  5. cercare l'aiuto di uno specialista: se la gelosia è frequente e totalmente immotivata, può essere legata a problemi di insicurezza interiore. Iniziare un percorso di terapia è un ottimo modo per capire meglio le dinamiche emotive che avvengono dentro noi stessi e rintracciare le vere cause alla base del comportamento possessivo.

Come non essere gelosi degli amici

Analogamente alla gelosia nei confronti del partner, anche quella che si prova verso gli amici ha molto spesso origine da una scarsa autostima e dalla sensazione di non valere abbastanza

Per limitare questi sentimenti negativi e invalidanti è utile concentrarsi su sé se stessi e sull'analisi delle proprie sensazioni, facendo attenzione a comprendere i motivi reali che stanno dietro alla gelosia. Spesso quest'ultima nasce dalla paura di essere esclusi dal gruppo, dal timore di non essere abbastanza per gli altri o dal terrore che gli amici possano parlare male e, quindi, abbandonarci.

Non è semplice capire come non essere gelosi di un'amica o di un amico in quanto, rispetto a quanto avviene con il partner, in un rapporto amicale i litigi sono più sfumati e le reazioni meno evidenti. 

Tuttavia, è bene non soffocare queste emozioni ma riconoscerne l'importanza, senza che esse prendano il sopravvento e rischino di rovinare una bella amicizia. Parlarne apertamente è sicuramente utile, ma è fondamentale anche lavorare su se stessi per rafforzare la propria autostima.

Condividi
Anna Nascimben | Editor
Scritto da Anna Nascimben | Editor

Con una formazione in Storia dell'Arte e un successivo approfondimento nello studio del Digital Marketing, mi occupo da anni di creare contenuti web. In passato ho collaborato con diversi magazine online scrivendo soprattutto di sport, vita outdoor e alimentazione, tuttavia nel corso del tempo ho sviluppato sempre più attenzione nei confronti di temi come il benessere mentale e la crescita interiore.

a cura di Dr.ssa Giusy Messina
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Anna Nascimben | Editor
Anna Nascimben | Editor
in Mental health

899 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Giusy Messina
Contenuti correlati
Stashing: di cosa si tratta?
Stashing: cos'è e come si riconosce

Cos'è lo stashing e come si esprime all'interno di una relazione? Qual è il suo significato e come riconoscerlo? Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Due uomini si baciano
Come ama un bipolare? Il comportamento bipolare in amore

Com'è un bipolare in amore? Esistono dei comportamenti tipici che lo caratterizzano? Si può capire come ama un bipolare? Ecco tutto quello che c'è da sapere.

icon/chat