Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Cortisolo

Cortisolo

Curatore scientifico
Dr. Tania Catalano
Specialità del contenuto
Endocrinologia Medicina generale

Quando viene prodotto

Il cortisolo viene anche definito “ormone dello stress”, infatti viene rilasciato in risposta ad eventi che portano ad uno sforzo il nostro corpo come esercizio fisico o stress psicofisico molto inteso.

Funzione del cortisolo

Il cortisolo regola la quantità di energia da rilasciare per soddisfare le varie esigenze fisiologiche permettendo di concentrare le energie per fronteggiare un evento di stress acuto. Quando i suoi livelli sono alti può provocare effetti indesiderati sul peso, sul sistema immunitario e portare al rischio di insorgenza di malattie cardiache.

Effetti del cortisolo

Gli effetti del cortisolo sono:

  • aumento della gittata cardiaca
  • aumento della glicemia
  • riduzione delle difese immunitarie e, quindi, le reazioni infiammatorie
  • diminuzione della sintesi di collagene e della matrice ossea, determinando osteoporosi
  • favorisce il catabolismo proteico
  • favorisce la mobilitazione e l'utilizzo degli acidi grassi, ma in alcuni distretti stimola la lipogenesi

Effetti negativi

Gli effetti che il cortisolo in circolo produce servono ad affrontare una situazione di stress, tuttavia gli stessi effetti possono diventare negativi se persistono dosi elevate di cortisolo per troppo tempo in circolo. Questi effetti  includono:

  • In condizioni di stress aumenta i livelli di glucosio. Se però questi restano troppo alti si corre il rischio dell’insorgere del diabete di tipo 2
  • aumento di peso
  • Soppressione del sistema immunitario. Una volta svolta la sua funzione per ridurre  un’infezione in atto l’azione del cortisolo può mandare in tilt il sistema immunitario, rendendo il paziente più soggetto alle malattie.
  • Problemi gastrointestinali. Il cortisolo attiva il sistema nervoso simpatico portando alla soppressione di quello parasimpatico. Quest’ultimo, legato alla digestione, non riesce così a lavorare.
  • Malattie cardiovascolari. Il cortisolo restringe i vasi sanguigni aumentando la pressione. Se questa situazione va bene in momenti di sforzo fisico, diviene dannosa nel tempo portando a danni al cuore.
  • Problemi di fertilità. Può portare a disfunzione erettile o interruzione della normale ovulazione e del ciclo mestruale.
  • Insonnia
  • Stanchezza cronica
  • Disturbi della tiroide
  • Demenza
  • Depressione

Livelli di cortisolo

  • Indice di stress surrenale (ASI), disponibile in un kit da fare a casa e poi spedire ad un centro di analisi
  • Test salivale
I risutati vanno valutati in base all’età del paziente, al suo sesso, ad eventuali situazioni come gravidanza, allattamento, fumo, assunzione di farmaci e caffeina, apporto calorico e risulatati di eventuali altri test effettuati (ormonale). Esiste anche un'analisi del sangue per valutare i livelli di cortisolo, ma è meno affidabile rispetto a quella salivale. 

Mantenere bassi i livelli di cortisolo

  • Cercare di gestire i livelli di stress
  • Dieta e stile di vita sano. Da evitare situazioni che possano portare ad infiammazioni come
  1. Assunzione di cibi con alto valore glicemico
  2. Assunzione di acidi saturi e grassi trans
  3. Assunzine di caffeina
  4. Abuso di alcool
  5. Insufficiente apporto di micronutrienti e antiossidanti
  6. Dieta povera di fibre
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Impronte digitali
Le impronte digitali sono composte da minuscole creste, spirali e motivi a valle presenti sulla punta di ogni dito. Si formano dalla pres...
Feromoni
I feromoni (o ferormoni) sono sostanze chimiche, prodotte da un animale, che modificano il comportamento di un altro animale della stessa...
Digit ratio
Il digit ratio, cioè il rapporto indice e anulare, è un valore influenzato dall’azione di testosterone ed estrogeni e, pertanto, è stato ...