icon/back Indietro

Endotelio

Medicina generale
Endotelio

Che cosa sono le cellule endoteliali?

L’endotelio è formato da un sottile strato di cellule squamose, le cellule endoteliali.

Queste cellule si dividono in:

  • cellule endoteliali vascolari, a contatto diretto con il sangue
  • cellule endoteliali linfatiche, a contatto diretto con la linfa

Sia il sangue sia i capillari linfatici sono composti da un singolo strato di cellule endoteliali.

Le cellule endoteliali vascolari percorrono l'intero sistema circolatorio, dal cuore fino ai più piccoli capillari. La loro funzione biologica è di filtrare i liquidi all’interno del sistema circolatorio sanguigno.

In anatomia le cellule endoteliali si distinguono dalle cellule epiteliali a seconda dei tessuti da cui si sviluppano e dalla presenza di filamenti di vimentina o cheratina che le separano.

A cosa servono le cellule endoteliali?

Le cellule endoteliali sono coinvolte attivamente in molte importanti funzioni della biologia vascolare.

Ecco quali sono i loro compiti principali:

  • controllano il transito dei globuli bianchi e di altre sostanze dentro e fuori dal flusso sanguigno
  • ostacolano l'attivazione di fattori che causano coagulazione sanguigna
  • svolgono un’azione anti-infiammatoria
  • formano nuovi vasi sanguigni (angiogenesi)
  • controllano la pressione sanguigna (vasocostrizione e vasodilatazione)
  • riparano organi danneggiati o malati tramite l’iniezione di cellule dei vasi sanguigni
  • facilitano la proliferazione cellulare

La disfunzione endoteliale

La disfunzione endoteliale, cioè la perdita della corretta funzione endoteliale, è una caratteristica delle malattie vascolari. Spesso è considerata un sintomo precoce nello sviluppo di aterosclerosi.

La disfunzione endoteliale causa ipertensione, trombosi e colpisce più spesso soggetti che soffrono di:

  • malattie coronariche
  • diabete mellito
  • ipertensione
  • ipercolesterolemia
  • dipendenza dal fumo

La disfunzione endoteliale è stata riconosciuta come sintomo predittivo per disturbi cardiovascolari e malattie infiammatorie come artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico.

Conseguenze della disfunzione endoteliale sono:

  • diminuzione dell’ossido nitrico nell’organismo che causa l’innalzamento della pressione arteriosa
  • aggregazione piastrinica che causa la formazione di pericolosi trombi
Dr. Gabriele Bertoni Medico Chirurgo
Dr. Gabriele Bertoni
angiologochirurgo vascolare

Contenuti correlati

Torace
icon/card/medicina generale
Il torace è la parte del corpo che va dal collo all’addome e racchiude in sé organi vitali dell’apparato respiratorio e cardiovascolare. ...
Monte di Venere
icon/card/medicina generale
Il Monte del pube, o Monte di Venere, è una zona del corpo (maschile e femminile), che si trova sopra il pube, nel dettaglio sull’articol...
Triptofano
icon/card/medicina generale
Il Triptofano è un aminoacido con un ruolo importante nella regolazione del sistema nervoso: ecco i suoi benefici, come assumerlo e le co...
icon/chat