Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Ghiandole Di Brunner

Ghiandole di Brunner

Curatore scientifico
Dr. Francesco Ferrara
Specialità del contenuto
Chirurgia generale Gastroenterologia

Dove si trovano?

Le ghiandole di Brunner si trovano nella sottomucosa del duodeno, sotto le ghiandole del Galeazzi e al di sopra dello sfintere epatopancreatico. I dotti delle ghiandole di Brunner si collegano con il lume intestinale.

Qual è la loro funzione?

La funzione principale delle ghiandole di Brunner è la neutralizzazione dell’acidità del chimo gastrico, attraverso la produzione di un muco alcalino.

Questo muco svolge un’azione protettiva nei confronti della mucosa intestinale.

La secrezione delle ghiandole di Brunner forma un gel viscoso ed elastico che ricopre il rivestimento mucoso del duodeno.

Grazie alle sue proprietà chimiche, questa sostanza elastica è in grado di proteggere ottimamente le superfici epiteliali. Questa secrezione, grazie all’apporto di alcune sostanze, può svolgere anche altre importanti funzioni per l’organismo umano:

  • attivazione di meccanismi immunologici
  • rigenerazione del tessuto epiteliale
  • riduzione della secrezione acida dello stomaco
  • innalzamento del livello del pH luminale

Riassumendo, le funzioni principali delle ghiandole di Brunner sono:

  • ridurre l’acidità luminale
  • proteggere la mucosa tramite la proliferazione epiteliale

Adenoma di Brunner

L'adenoma di Brunner è una rara neoplasia proliferativa, generalmente benigna, che si origina dalle ghiandole di Brunner. Questo adenoma compare di solito nella parete posteriore del duodeno.

L'incidenza del tumore in genere diminuisce con l'aumentare della distanza dal piloro.

La lesione è abbastanza asintomatica e infatti viene generalmente rilevata in seguito ad altri esami.

Chi è affetto da adenoma di Brunner può soffrire di:

  • fastidi epigastrici
  • malessere
  • senso di pienezza
  • vomito
  • perdita di peso

L’adenoma di Brunner è una lesione benigna che solo in pochi casi evolve in tumore maligno.

Per il trattamento si esegue un intervento endoscopico di resezione.

Il rischio di effetti collaterali è minimo ed anche la prognosi tende ad essere positiva.

I livelli di mortalità per questo disturbo sono davvero molto bassi.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Microbiota
Il microbiota intestinale è un importante componente dell’organismo, tanto da essere considerato come un organo acquisito. I microrganism...
Stomaco
Lo stomaco è un organo dell’apparato digestivo, deputato a ricevere il materiale proveniente dall’esofago (il bolo), digerirlo e inviarlo...
Mesentere
Il mesentere è un organo scoperto relativamente di recente, fatto di tessuto peritoneale e che tiene sospeso l'intestino crasso e l'intes...