Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Esami
  4. Cardiotocografia

Cardiotocografia

Cardiotocografia
Curatore scientifico
Dr. Gianfranco Blaas
Specialità del contenuto
Ginecologia

Cos'è

La cardiotocografia fetale o CTG (composto dal prefisso cardio-, relativo a tutto ciò che ha a che fare col cuore, e dal greco tokos, che significa "nascita" e graphein, che vuol dire "scrivere") permette di monitorare la frequenza cardiaca del feto e le contrazioni uterine.

Come si esegue

La cardio tocografia o CTG è un esame prevalentemente esterno, perché l'attrezzatura per monitorare il battito cardiaco del feto è collocata sull'addome della madre.

A tale scopo si utilizza infatti un cardiotocografo, costituito da un box centrale e da due sonde poste sul ventre materno, avvolte da una cintura elastica: la prima è un rilevatore ad ultrasuoni del battito cardiaco, mentre la seconda è costituita da un misuratore meccanico delle contrazioni uterine.

Si posiziona una cintura elastica attorno all'addome della madre, facendo entrare in contatto con la pelle due placchette, della grandezza di una palla da tennis.

I dati sono rilevati da un macchinario collegato alle placche, grazie al quale è inoltre possibile sentire il battito cardiaco del bambino. Occasionalmente, quando il segnale non può essere rilevato dal monitor esterno, può essere utilizzato un sistema di monitoraggio interno, attraverso l'inserimento di un piccolo elettrodo, dalla vagina all'utero, che termina sulla testa del bambino. 

Come funziona

La cardiotocografia fetale utilizza la tecnica delle onde sonore, detta ultrasuoni, per determinare il battito cardiaco del bambino. Queste onde sonore possono essere avvertite esclusivamente dai macchinari specifici. 

Cosa monitora

Grazie alla CTG, è possibile evidenziare il battito cardiaco del bambino, che può variare tra i 110 e i 160 battiti al minuto, molto più velocemente rispetto al cuore di un adulto, che varia tra 60 e 100 battiti al minuto.

Se la CTG evidenzia dei problemi o dei cambiamenti nel battito cardiaco del bambino, in presenza di contrazioni, il medico può optare per il parto prima del termine. 

Quando si fa

Per i parti a basso rischio e le gravidanze tranquille non si effettua la CTG. Per sapere quando fare una cardiotocografia bisogna trovarsi in una delle seguenti situazioni pre-parto:
  • contrazioni anticipate;
  • il bambino è più piccolo del dovuto;
  • alta pressione sanguigna;
  • alta temperatura corporea;
  • perdite di sangue;
  • gravidanza gemellare;
  • presenza di meconio nel liquido amniotico;
  • problemi sospetti;
  • necessità di epidurale per apportare sollievo dal dolore.

Vantaggi

I vantaggi della cardiotocografia emergono soprattutto durante il travaglio in caso di parto. Oltre che limitare il numero dei parti cesarei legati a presenza di decelerazioni in fase di travaglio, porta anche alla riduzione del rischio di mortalità.

Rischi

La CTG non utilizza le radiazioni ed è considerato un test innocuo, pertanto i rischi della cardiotocografia infantile non risultano rilevanti.

Consigliata dopo le 40 settimane, la cardio tocografia è impropriamente usata dopo la 37/38esima settimana.

Purtroppo, comunque, non da informazioni sufficienti sul benessere fetale prima del travaglio di parto, e prima della 40^ settimana. Inoltre va sempre associata ai dati ecografici con flussimetria color-doppler di vasi placentari e fetali.

È preferibile non effettuare la CTG nei casi non richiesti, perché potrebbe portare a intervenire quando non è necessario. 
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Metodo Billings
Il metodo Billings è una procedura con la quale le donne controllano la mucosa vaginale per determinarne la propria fertilità. Non fa aff...
Cervicometria
La cervicometria è un esame ecografico che viene effettuato dal ginecologo per via transvaginale per misurare la lunghezza del collo dell...
Ecocardiografia fetale
L’ecocardiografia fetale è un esame diagnostico necessario ai medici per controllare e monitorare la struttura e il funzionamento del cuo...