Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Atropina

Atropina

Atropina
Curatore scientifico
Dr. Tania Catalano
Specialità del contenuto
Farmacia Medicina generale

A cosa serve l’atropina?

Piccole dosi di atropina inibiscono la secrezione salivare, le secrezioni bronchiali e la sudorazione; dosi moderate dilatano la pupilla e aumentano la frequenza cardiaca; dosi maggiori diminuiscono la  motilità dell’apparato gastro intestinale e delle vie urinarie; dosi elevate inibiscono la secrezione acida gastrica.

Indicazioni e impiego per atropina

L’utilizzo di atropina in medicina è molto vario, viene infatti usata come:

  • spasmolitico in patologie, quali l'asma, la tosse canina, coliche, epilessia, morbo di Parkinson e morbo di Huntington
  • dilatatore della pupilla durante le visite oculistiche
  • spasmolitico in forma preventiva durante gli interventi chirurgici
  • antidoto per alcune tipologie di avvelenamenti
  • inibitore della secrezione delle ghiandole salivari

Può essere per via endovenosa, sottocutanea, sotto forma di collirio o unguento.

Se associata a prometazina (sedativo), l’atropina viene adoperata come antispastico e sedativo per trattare disturbi del sonno e la tensione nervosa.

L’atropina può essere, dunque, somministrata per via parenterale come un farmaco di pre-anestesia in pazienti chirurgici per ridurre salivazione e secrezioni bronchiali. Può anche essere utilizzata per sopprimere l'attività vagale associata all'uso di idrocarburi alogenati per l’inalazione di anestesia. L'atropina rilassa il tratto gastrointestinale superiore e del colon durante la radiografia ipotonica.

Controindicazioni

L'atropina solfato è controindicato nei pazienti con una storia di ipersensibilità a questo farmaco o in caso di:

  • Glaucoma ad angolo stretto; aderenze (sinechie) tra l'iride e cristallino dell'occhio.
  • Tachicardia; stato cardiovascolare instabile in emorragia acuta.
  • Malattia ostruttiva (ad esempio, acalasia, stenosi piloroduodenale o ostruzione del piloro, cardiospasmo, etc.); ileo paralitico; atonia intestinale del paziente anziano o debilitati; grave colite ulcerosa; colite ulcerosa; malattia epatica.
  • Uropatia ostruttiva (ad esempio, ostruzione del collo vescicale a causa di ipertrofia prostatica); malattia renale.
  • Miastenia grave.

Precauzioni

L’ atropina può produrre sonnolenza, capogiri o visione offuscata; i pazienti devono osservare cautela durante la guida o l'esecuzione di altre operazioni che richiedono attenzione.

L'Atropina deve essere usata con cautela in caso di:

  • Neuropatia autonomica.
  • Glaucoma.
  • Malattia epatica.
  • Malattie renali; ipertrofia prostatica. 
  • Ipertiroidismo.
  • Malattia coronarica; insufficienza cardiaca congestizia; aritmie cardiache; tachicardia; ipertensione.
  • L'uso di atropina non dovrebbe essere invocata in presenza di complicanze della malattia del tratto biliare.
  • L’atropina deve essere usata con cautela nei neonati, bambini piccoli e nelle persone con sindromi, danni cerebrali di Down o spasticità.
  • Pazienti debilitati con malattia polmonare cronica.
  • Asma.

Utilizzo in allattamento

L'atropina può essere escreta nel latte, provocando la tossicità infantile e può ridurre la produzione di latte materno. Non è stata stabilita la sicurezza per l'uso in donne che allattano.

Il sovradosaggio

Sintomi di sovradosaggio:

  • Secchezza della bocca; la disfagia; vomito; nausea; distensione addominale.
  • Blocco neuromuscolare che porta a debolezza muscolare e paralisi.
  • Delirio; sonnolenza; torpore; febbre; vertigini; mal di testa; irrequietezza; convulsioni; depressione; tremori; allucinazioni; atassia; coma; comportamento psicotico; altri segni di una psicosi organica acuta.
  • Insufficienza circolatoria; polso rapido e respirazione accelerata; tachicardia con polso debole; ipertensione; palpitazioni.
  • Urgenza urinaria con difficoltà nella minzione.
  • Visione offuscata; fotofobia; pupille dilatate.
  • Leucocitosi, pelle secca calda arrossata, rash; insufficienza respiratoria.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Prednisone
Il prednisone è un corticosteroide sintetico (artificiale) usato per sopprimere il sistema immunitario e per controllare l'infiammazione.
Miorilassanti
I miorilassanti sono farmaci utili per far rilassare la muscolatura dell'organismo. Una panoramica sull'utilizzo, controindicazioni e mio...
Punti di sutura
I punti di sutura sono una procedura chirurgica fondamentale per avvicinare i lembi di una ferita e favorirne la cicatrizzazione.