Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Climatoterapia

Climatoterapia

Curatore scientifico
Dr. Massimo Zuccaccia
Specialità del contenuto
Medicina generale

Cosa si intende per climatoterapia?

Con climatoterapia è una tecnica che si occupa di studiare l’effetto dei cambiamenti del clima sugli individui. Capita spesso che le persone manifestino, per esempio, in caso di freddo particolarmente intenso, vento, pioggia o umidità, una serie di disturbi che variano dalla depressione all’eccessiva emotività (l'insorgenza di questi disturbi è definita "crisi termale")

Come si diagnostica una meteoropatia?

Si parte prendendo in esame la sintomatologia lamentata, il suo grado di intensità, le condizioni fisiche e mentali del soggetto, la sua età ed il suo stile di vita. 

Come si cura la meteoropatia?

Il modo migliore per curare questo tipo di disturbi è allontanarsi dalla fonte che li ha generati, quindi spostarsi in un luogo dove il clima sia diverso. 

Quanto tempo serve per guarire dalla meteoropatia?

Le tempistiche sono diverse. Come prima cosa bisogna tener conto delle differenze climatiche tra il luogo malsano e quello scelto come soggiorno curativo. L’organismo umano è infatti soggetto ad un cambiamento e necessita di un periodo di tempo, che può variare da una settimana a venti giorni, per adattarsi alle nuove condizioni. Il corpo è sottoposto a stress e non deve essere sollecitato in modo eccessivo; seguire uno stile di vita sano e assecondare i bisogni di  fame e sonno del fisico sono regole importanti da seguire. 

Quanti tipi di climatoterapia esistono?

Ad ogni patologia è associato un tipo diverso di cura climatoterapica:

  • Marina. Viene consigliata nel caso in cui i disturbi da curare siano legati a bronchiti, otiti, rinofaringiti, reumatismi, affezioni ed allergie della pelle. L’aria di mare ricca di ioni negativi ha effetti positivi su metabolismo e respirazione. In aree marine è possibile praticare anche a talassoterapia.
  • Collinare. Utile per la cura di disturbi di origine cardiaca, respiratoria e da deperimento
  • Boschiva o forestale. Quando la patologia porti a stress e insonnia.
  • Lacustre. Usata in caso di ansia e depressione
  • Montana. Consigliata per casi dove siano presenti gastrite, epatite, ipertiroidismo o patologie dell’apparato digerente. Ai bambini la montagna porta giovamento in caso di insonnia, asma, irritabilità, infiammazione ed infezioni della pelle, mancanza di appetito.
  • Di pianura. Caratterizzata da distese pianeggianti e clima tranquillo viene adottata in tutti i casi nei quali le altre tipologie non si prestino a dovere. 
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Morfina
La morfina è un farmaco utilizzato spesso per alleviare il dolore in malati terminali o pazienti oncologici.
Miorilassanti
I miorilassanti sono farmaci utili per far rilassare la muscolatura dell'organismo. Una panoramica sull'utilizzo, controindicazioni e mio...
Punti di sutura
I punti di sutura sono una procedura chirurgica fondamentale per avvicinare i lembi di una ferita e favorirne la cicatrizzazione.