Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Depressione

Depressione

Depressione
Curatore scientifico
Dr. Paola Valenzano
Specialità del contenuto
Psichiatria Psicologia

Cos'è la depressione

La depressione è una malattia reale con sintomi reali, e non un segno di debolezza, può colpire in molti modi diversi e può causare un’ampia varietà di sintomi. 

Questi ultimi possono andare dal sentirsi persistentemente tristi e senza speranza, al perdere interesse per quelle cose a cui ci si è sempre dedicati con passione, al sentirsi molto ansiosi e sull’orlo delle lacrime.

Tipi di depressione

I medici descrivono la depressione in base alla sua gravità:

  • Depressione lieve: ha qualche effetto sulla vita quotidiana
  • Depressione moderata: ha un impatto significativo sulla vita quotidiana
  • Depressione grave: rende quasi impossibile svolgere le attività della vita quotidiana
Sofferenza e depressione

Anche se la sofferenza e la depressione condividono molte delle stesse caratteristiche, ci sono differenze importanti tra le due. La sofferenza è una risposta interamente naturale a una perdita, mentre la depressione è una malattia. Le persone che stanno vivendo una sofferenza sentono che le sensazioni di perdita e di tristezza vanno e vengono, ma essi sono ancora in grado di godere delle cose e guardare al futuro durante quello che rimane un periodo transitorio della propria vita.

Invece, le persone che sono depresse provano un costante sentimento di tristezza. Non trovano piacere in niente e quasi non hanno alcuna speranza per un futuro positivo.

Altri tipi di depressione

Ci sono tanti tipi diversi di depressione e alcune patologie in cui la depressione è il sintomo principale. Queste includono:

  • Depressione post partum – La depressione post partum: alcune donne sviluppano la depressione dopo aver dato alla luce un bambino. La depressione postnatale è curata in modo simile alle altre forme di depressione, con terapie psicologiche e farmaci antidepressivi
  • Disturbo bipolare o depressione maniacale – Il disturbo bipolare è una patologia in cui vi sono periodi di depressione, ma anche periodi di euforia (mania)
  • Disturbo affettivo stagionale – Il disturbo affettivo stagionale, conosciuto anche come depressione invernale, è un tipo di depressione con uno schema stagionale, solitamente legato all’inverno.

Sintomi di depressione

La depressione è una patologia multifattoriale, nel senso che le cause che la determinano non sono univoche e derivano da più settori, in questo caso, è importante la sovrapposizione tra cause e sintomi fisici, psicologici e sociali.

I sintomi fisici della depressione includono:

  • Movimenti e uso della parola rallentati
  • Cambiamenti nell’appetito e nel peso
  • Costipazione
  • Malesseri e dolori inspiegabili
  • Mancanza di energia o mancanza d’interesse nel sesso
  • Cambiamenti nel ciclo mestruale
  • Disturbi del sonno
I sintomi psicologici della depressione comprendono invece:

  • Morale basso e tristezza persistenti
  • Sentirsi senza speranza e impotenti
  • Scarsa autostima
  • Sentirsi sempre sull’orlo delle lacrime
  • Fortissimo senso di colpa
  • Irritabilità e intolleranza agli altri
  • Mancanza di motivazione e poco interesse nelle cose
  • Difficoltà a prendere decisioni
  • Mancanza di piacere, anche per attività che un tempo lo determinavano
  • Pensieri di suicidio e di far del male a sé stessi
  • Sentirsi ansiosi o preoccupati
  • Calo del desiderio sessuale
I sintomi sociali della depressione comprendono:

  • Non rendere al lavoro
  • Prendere parte a pochissime attività sociali ed evitare il contatto con gli amici
  • Riduzione di hobby e interessi
  • Difficoltà nella vita familiare.
La gravità dei sintomi può variare. Nei casi di depressione più lieve, ci si può semplicemente sentire persistentemente giù di morale, mentre, nei casi più gravi, la depressione può portare a sviluppare pensieri di suicidio.
 
È importante consultare uno specialista quanto prima, se si pensa di essere depressi. Gli specialisti in questo caso spaziano dal medico di base, allo psichiatra, allo psicoterapeuta.

Nei casi più gravi, la depressione può portare a isolarsi completamente e a perdere la voglia di svolgere anche le attività più semplici come lavarsi, se non addirittura alzarsi dal letto fino a sviluppare pensieri di suicidio.

Cause di depressione

Le cause della depressione sono molteplici, ossia può essere scatenata da più di un fattore, per questo è definita come patologia multifattoriale. Non c’è una singola causa per la depressione e le persone la sviluppano per ragioni diverse.

Per alcune persone, eventi spiacevoli o stressanti, come un lutto, il divorzio, una malattia, preoccupazioni riguardanti il lavoro o i soldi, possono essere la causa. Di solito, è appunto la combinazione di cause diverse a innescare la depressione.

Per esempio, ci si può sentire giù dopo una malattia e poi si può vivere un evento stressante, come un lutto. Spesso, le persone parlano di una spirale di eventi negativi che porta alla depressione.

Alcuni studi hanno suggerito che vi è più probabilità di ammalarsi di depressione man mano che si avanza nell’età, e la patologia è più comune tra le persone con difficoltà sociali ed economiche.

Non si esclude un fattore di predisposizione di tipo ereditario a questa forma di disagio.

  • Eventi stressanti e depressione – Alcune persone hanno bisogno di tempo per accettare gli eventi stressanti, come un lutto o la fine di una relazione. Quando accadono questi eventi, il rischio di cadere nella depressione è maggiore se la persona smette di vedere la famiglia e gli amici e cerca di superare i problemi per proprio conto.
  • Malattia e depressione – Si può essere molto più a rischio di cadere nella depressione se viene diagnosticata una malattia cronica o pericolosa per la vita, come il disturbo cardiaco coronarico o un tumore. Anche le ferite alla testa spesso sono riconosciute come causa della depressione.
  • Tratti della personalità e depressione – Si potrebbe essere soggetti alla depressione a causa di alcuni tratti della personalità, come la scarsa autostima o l’essere eccessivamente autocritici. Questo potrebbe essere dovuto ai geni che si sono ereditati dai genitori o alla propria personalità o alle esperienze dei primissimi anni di vita. Tutti questi elementi possono avere un profondo impatto sul modo in cui si penserà a sè stessi più avanti nella vita.
  • Parto e depressione – Alcune donne sono particolarmente vulnerabili alla depressione dopo una gravidanza. I cambiamenti ormonali e fisici, insieme alle nuove responsabilità, possono portare ad una depressione post partum.
  • Isolamento sociale e depressione – Isolarsi dalla famiglia e dagli amici può aumentare il rischio di cadere in depressione o può essere una risposta al sentirsi depressi quando la spirale di eventi negativi prende piede.
  • Alcol, droghe e depressione – L’abuso di sostanze stupefacenti può essere una causa della depressione. Anche l’uso di droghe, come la cannabis e la cocaina, può portare a sensazioni di depressione. Alcune persone cercano di affrontare il problema bevendo troppo alcol o prendendo droghe. Questo può portare ad una spirale di depressione.

Soggetti colpiti dalla depressione

La depressione è abbastanza comune e colpisce circa una persone su dieci, sia uomini che donne, giovani e anziani.

Diagnosi di depressione

Occorre consultare il proprio medico se si pensa di essere depressi. Per diagnosticare la depressione, il medico potrà effettuare una visita ed eseguire esami del sangue e delle urine per escludere altre patologie che hanno sintomi simili, come l’ipotiroidismo.

Non esistono esami fisici per la depressione, quindi, di solito, si usano colloqui dettagliati e questionari per arrivare ad una diagnosi.

Cura per la depressione

La cura per la depressione implica di solito una combinazione di farmaci, psicoterapie e auto aiuto. Il tipo di trattamento raccomandato dal medico sarà basato sul tipo di depressione di cui si soffre.

Se la diagnosi è di depressione lieve, questa può migliorare anche da sola. In questo caso, il paziente sarà nuovamente visitato dal medico dopo due settimane per monitorare i progressi. Questo è conosciuto come attesa attenta.

È stato provato che l’esercizio fisico migliora la depressione, perché aiuta il metabolismo nella produzione e nell'assorbimento di sostanze come la serotonina, responsabili della sensazione di benessere.

  • Psicoterapia e depressione – Se si soffre di una depressione lieve che non migliora, o se si ha una depressione moderata, il medico può raccomandare la psicoterapia. Esistono diversi tipi di psicoterapia per la depressione, tra cui la terapia cognitivo comportamentale e il counselling.
  • Terapia cognitivo comportamentale e depressione – La terapia cognitivo comportamentale aiuta a comprendere i propri pensieri e il proprio comportamento e come questi influiscono sulla propria persona. Riconosce che gli eventi nel passato possono aver formato la persona, ma si concentra soprattutto sul modo in cui il paziente può cambiare il proprio modo di pensare, sentire e comportarsi nel presente.
  • Terapia cognitivo comportamentale online e depressione – La terapia cognitivo comportamentale computerizzata è una forma di terapia che si svolge attraverso lo schermo di un computer, anziché faccia a faccia con un terapista. Si svolge in serie di sessioni settimanali e dovrebbe essere supportata da uno specialista.
  • Terapia interpersonale e depressione – La terapia interpersonale si concentra sulle relazioni del paziente con le altre persone e sui problemi che ci possono essere in queste relazioni, come per esempio le difficoltà di comunicazione o l’accettazione di un lutto. Esiste qualche prova che la terapia interpersonale sia efficace come gli antidepressivi o la terapia cognitivo comportamentale, ma occorre maggiore ricerca.
  • Counselling e depressione – Il counselling può costituire un aiuto nei casi di depressione molto lieve e legata ad eventi molto precisi. I consulenti sostengono il paziente nel trovare delle soluzioni ai propri problemi, senza però dirgli cosa deve fare. Il counselling è ideale per quelle persone che sono generalmente sane, ma hanno bisogno di aiuto per affrontare un momento di crisi, come rabbia, problemi relazionali, un lutto, la sterilità oppure una malattia grave.
  • Terapia farmacologica e depressione – Gli antidepressivi sono farmaci che curano il sintomo della depressione. Ci sono circa 30 diversi tipi di antidepressivi disponibili. La maggior parte delle persone con una depressione moderata o grave trae benefici dall’uso degli antidepressivi, ma non tutti. Una persona può rispondere ad un antidepressivo, ma non ad un altro, e un’altra persona potrebbe aver bisogno di provare due o più trattamenti prima di trovare quello idoneo. I diversi tipi di antidepressivo agiscono efficacemente allo stesso modo. Tuttavia, gli effetti collaterali variano in base ai diversi trattamenti e alle persone. Gli antidepressivi non causano dipendenza nello stesso modo di droghe illegali e sigarette, ma quando si sospende l’assunzione, si possono avere alcuni sintomi, tra cui: stomaco sottosopra, sintomi simili a quelli dell’influenza, ansia, stordimento, sogni molto vividi durante la notte, sensazioni corporee come da shock elettrico. Nella maggior parte dei casi, questi sintomi sono leggeri, ma, talvolta, possono essere abbastanza gravi.
  • Combinazione di terapie e depressione Il medico può raccomandare che il paziente si sottoponga a psicoterapia e assuma, allo stesso tempo, gli antidepressivi, specialmente se il paziente soffre di depressione grave. La combinazione della terapia farmacologica e della psicoterapia (soprattutto terapia cognitivo comportamentale) di solito, è più efficace di una sola delle due terapie.
  • Altri trattamenti per la depressione – L’erba di San Giovanni è un trattamento naturale che alcune persone prendono per la depressione. Alcune prove suggeriscono che l’erba di San Giovanni possa essere utile nel trattamento della depressione moderata, ma non è consigliata dai medici. Questo perché la quantità di ingredienti attivi varia in base ai marchi individuali e ai lotti di produzione, quindi non si può mai sapere con sicurezza quale effetto questo prodotto avrà sul paziente. Assumere l’erba di San Giovanni insieme ad altri farmaci, come anticonvulsivi, anticoagulanti, antidepressivi, anticoncezionali, può causare seri problemi.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Siderodromofobia
La siderodromofobia è una paura persistente e anormale di viaggiare in treno. I soggetti affetti da tale forma fobica possono riscontrare...
Ritardo Mentale
Il ritardo mentale (RM) è un disturbo con esordio in età evolutiva che comprende un deficit del funzionamento intellettivo ed adattivo, c...