Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Cranioplastica

Cranioplastica

Cranioplastica
Curatore scientifico
Dr. Carlo Valtulina
Specialità del contenuto
Neurochirurgia

Che cos’è la cranioplastica?

Ci sono vari tipi di cranioplastica, tutte comportano l’apertura della cute del cuoio capelluto e la riparazione o il riposizionamento di un volet osseo /cranico che si fissa sulla breccia craniotomia o sul difetto cranico da riparare e chiudendo in modo definitivo la scatola cranica.

Materiali come:

  • titanio (placca o mesh)
  • sostituto osseo sintetico come il trifosfato bicalcico e in porcellana , di solito costruito cutom made su TC cranio 3 D del paziente
  • acrilico ( prefabbricati o stampato al momento dell’intervento ) come il PMMA

Quando viene eseguita la cranioplastica?

La cranioplastica viene eseguita per uno dei seguenti motivi:

  • Protezione: In alcuni casi un difetto cranico può lasciare il cervello vulnerabile a danni.
  • La cranioplastica può migliorare la funzione neurologica per alcuni pazienti.
  • Estetica: un difetto del cranio evidente può influenzare l'aspetto e la fiducia di un paziente.
  • Mal di testa: una cranioplastica è in grado di ridurre il mal di testa causato da precedenti interventi chirurgici o lesioni.

Recupero dalla cranioplastica

La maggior parte dei pazienti trascorrono due o tre giorni in ospedale dopo un intervento chirurgico. Quando sarete in grado di andare in giro, fare la doccia e vestirvi da soli, vi faranno una TC cranio osseo 3D della vostra testa e se il risultato è positivo potrete tornare a casa.

Una volta usciti dall’ospedale può richiedere un certo tempo prima di sentirsi completamente normali. Si potranno avere mal di testa intermittenti e potreste sentirvi stanchi.

La ferita chirurgica di solito guarisce in 15 gg e i punti di sutura sono da rimuovere dopo tale periodo.

Quali sono i rischi dell’intervento di cranioplastica?

Come nel caso di qualsiasi intervento chirurgico, si dovrebbe discutere i rischi con il chirurgo, tra cui si hanno i seguenti:

  • Infezione (che possono avere bisogno di essere trattati con antibiotici)
  • Coaguli di sangue che richiedono drenaggio
  • Ictus
  • Attacchi epilettici
  • Tromboflebite
  • Complicazioni non legate direttamente alla chirurgia:
  • Polmonite
  • Attacco di cuore
  • Infezione urinaria
  • infezione della placca o del volet osseo di cranioplastica
  •  emorragia sotto il lembo di cranioplastica
  •  infezione della ferita.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Emilaminectomia
L’emilaminectomia è un tipo di chirurgia spinale simile, ma più invasiva, alla laminectomia e che rimuove la parte di una vertebra chiama...
Artrodesi cervicale
L’intervento di fissazione di vertebre cervicali contigue, può essere eseguito per via anteriore o posteriore. Entrambe le procedure hann...
Lobectomia
La lobectomia è la rimozione chirurgica del lobo di un organo, più spesso si riferisce alla rimozione di una parte del polmone, ma anche ...