icon/back Indietro Esplora per argomento

Massaggi in gravidanza: ecco pro e contro

Mattia Zamboni | Seo Content Specialist

Ultimo aggiornamento – 23 Novembre, 2023

Donna in gravidanza si fa massaggiare la pancia stesa su un fianco

La gravidanza è un periodo ricco di cambiamenti fisici ed emotivi, molti dei quali possono portare disagi e tensioni. Ma c'è un modo per affrontarli: i massaggi in gravidanza.

Andiamo ad esplorare, nel dettaglio, i numerosi benefici dei massaggi prenatali, le precauzioni da prendere e come trovare un terapista esperto che possa garantire un'esperienza sicura e rilassante.

I benefici dei massaggi in gravidanza

I massaggi prenatali possono essere visti come un investimento nei confronti del proprio benessere fisico e mentale durante la gravidanza.

Ecco alcuni dei principali vantaggi di questa pratica:

  • riduzione dello stress e dell'ansia: la gravidanza può essere un periodo stressante, pieno di preoccupazioni sul futuro e cambiamenti ormonali. I massaggi possono aiutare a rilassare il corpo e la mente, riducendo lo stress e migliorando il tuo umore complessivo;
  • alleviamento del mal di schiena: molte donne in gravidanza sperimentano mal di schiena a causa del peso extra e delle modifiche posturali. I massaggi mirati possono ridurre il disagio e migliorare la flessibilità della schiena;
  • miglioramento della circolazione sanguigna: i massaggi aumentano il flusso sanguigno, contribuendo a ridurre il gonfiore e a migliorare l'apporto di nutrienti al feto;
  • promozione del sonno: durante la gravidanza, il sonno può diventare problematico a causa del disagio fisico e dell'ansia. I massaggi possono contribuire a migliorare la qualità del sonno, consentendoti di riposare meglio di notte;
  • alleviamento delle tensioni muscolari: le tensioni muscolari possono essere comuni, specialmente nelle spalle, nella schiena e nella zona pelvica. I massaggi possono contribuire a ridurre queste tensioni, migliorando il comfort generale;
  • connessione con il proprio corpo: i massaggi prenatali offrono un'opportunità speciale per riconnettersi con il proprio corpo in evoluzione e con il bambino. Questo momento di consapevolezza può essere molto gratificante per molte future mamme.

Precauzioni da considerare prima di un massaggio in gravidanza

Prima di prenotare una sessione di massaggi in gravidanza, è importante tenere a mente alcune precauzioni per garantire la propria sicurezza e quella del futuro bambino:

  • consultazione medica: la prima e più importante precauzione è consultare il tuo medico o ostetrico prima di iniziare qualsiasi trattamento di massaggio in gravidanza. Ogni gravidanza è unica, e lo specialista può dare indicazioni specifiche;
  • scelta del terapista: rivolgersi ad un terapista esperto in massaggi prenatali che abbia familiarità con le esigenze e le precauzioni specifiche delle donne in gravidanza. È utile chiedere al terapista delle referenze e conferma che siano certificati per praticare massaggi in gravidanza;
  • posizione durante il massaggio: durante il massaggio, è importante essere comodi e sicuri. La maggior parte dei terapisti utilizza un lettino appositamente progettato per le donne incinte, che consentirà di sdraiarsi in modo sicuro e confortevole. La posizione laterale con cuscini di supporto è spesso preferita, poiché riduce la pressione sulla zona addominale;
  • comunicazione: è importante comunicare sempre apertamente con il terapista. Se si prova disagio o dolore durante il massaggio, è bene farlo sapere immediatamente. Un terapista esperto sarà pronto a regolare la pressione e la tecnica in base alle esigenze di ciascuno;
  • timing: alcune donne preferiscono evitare i massaggi durante il primo trimestre, quando il rischio di aborto spontaneo è più alto. Tuttavia, è importante consultare il tuo medico per determinare il momento migliore per iniziare i massaggi in base alla tua salute e situazione specifica.

Come fare il massaggio alla pancia in gravidanza

Questa pratica richiede una particolare attenzione e cautela, ma può essere estremamente benefica per molte donne in gravidanza.

Prima di iniziare, è fondamentale consultare il medico o ostetrico per assicurarsi che sia sicuro e appropriato per la situazione.

Se il medico dà il via libera, ecco come fare i massaggi alla pancia in gravidanza:

  • posizione comoda: per eseguire i massaggi alla pancia, molte donne preferiscono sedersi o sdraiarsi con alcuni cuscini per supportare la schiena e le ginocchia;
  • utilizzo di oli o creme: è possibile applicare un olio o una crema idratante sulla pancia per rendere il massaggio più confortevole e agevolare il movimento delle mani;
  • movimenti delicati: durante i massaggi alla pancia, utilizzare movimenti dolci e leggeri. Si può iniziare con movimenti circolari delicati in senso orario intorno all'ombelico e poi espandere gradualmente verso l'esterno;
  • ascolta il proprio corpo: prestare attenzione alle sensazioni durante il massaggio. Se si provano disagio o dolore, interrompere immediatamente. Non applicare mai troppa pressione sulla pancia e fare attenzione a non premere direttamente sulla parte inferiore dell'addome;
  • connettersi con il bambino: molti futuri genitori trovano i massaggi alla pancia un'opportunità speciale per stabilire una connessione emotiva con il bambino. Si può parlare con il bambino durante il massaggio e godersi questo momento intimo insieme;
  • frequenza: i massaggi alla pancia possono essere fatti quotidianamente o con la frequenza che ti fa sentire più a proprio agio. È bene assicurarsi di non esagerare e di rispettare la sensibilità personale.

Bisogna ricordare che i massaggi alla pancia in gravidanza sono un'esperienza personale, e ciò che funziona per una donna potrebbe non funzionare per un'altra.

Se si hanno domande o dubbi sulla tecnica, è consigliato il consulto con un terapista esperto in massaggi prenatali per istruzioni dettagliate e consigli specifici sulla cura della pancia durante la gravidanza.

Quali massaggi fare in gravidanza?

Durante la gravidanza, è importante ricordare che i massaggi dovrebbero essere delicati e mirati a ridurre il disagio e il dolore, anziché applicare una pressione eccessiva.

Ecco alcuni massaggi consigliati e come eseguirli correttamente:

  • massaggio del collo e delle spalle: questo massaggio mira a alleviare la tensione accumulata nella zona del collo e delle spalle. Utilizzare movimenti circolari leggeri con le dita per rilassare i muscoli tesi. Assicurarsi di mantenere una pressione moderata e di chiedere alla futura mamma se si sente a proprio agio;
  • massaggio lombare: il massaggio lombare può alleviare il mal di schiena comune durante la gravidanza. Eseguire movimenti delicati lungo la parte bassa della schiena utilizzando le dita o i pollici. Prestare attenzione a non applicare pressione sulla zona sacrale;
  • massaggio alle gambe e ai piedi: le gambe e i piedi possono gonfiarsi durante la gravidanza. Un massaggio delicato può aiutare a migliorare la circolazione. Utilizzare movimenti verso l'alto dalle caviglie alle cosce per favorire il flusso sanguigno;
  • massaggio della testa: un massaggio della testa può contribuire a ridurre lo stress e migliorare il sonno. Utilizzare le punte delle dita per eseguire piccoli movimenti circolari sul cuoio capelluto;
  • massaggio addominale: il massaggio addominale dovrebbe essere eseguito con particolare attenzione e delicatamente. Utilizzare movimenti leggeri in senso orario intorno all'ombelico, con il consenso della futura mamma. Particolare attenzione deve essere posta nelle ultimissime settimane di gravidanza, in quanto alcuni studi clinici hanno dimostrato che il massaggio prolungato in sede addominale può avere un effetto di stimolazione dell'attività contrattile uterina.

Massaggio in gravidanza: le controindicazioni

È importante sottolineare che, sebbene i massaggi in gravidanza possano offrire numerosi benefici, ci sono alcune controindicazioni e situazioni in cui è meglio evitare o ritardare i trattamenti di massaggio.

Queste includono disturbi legati a gravidanze ad alto rischio, come placenta previa e preeclampsia, o storia di aborti spontanei ricorrenti.

Inoltre, se si ha una storia di trombosi venosa profonda o altre condizioni mediche preesistenti, è essenziale consultare il medico prima di iniziare qualsiasi terapia di massaggio in gravidanza.

Alcune aree specifiche del corpo dovrebbero essere trattate con particolare attenzione, come i punti di pressione dell'utero e l'area lombare durante i primi trimestri.

In generale, il dialogo aperto con il medico e il terapista è fondamentale per garantire che i massaggi siano sicuri e adatti alle circostanze individuali.

Donna si fa fare un massaggio al pancione

Posizioni da utilizzare per il massaggio in gravidanza

La futura mamma, ovviamente, non può assumere qualsiasi posizione durante il massaggio; si andranno, quindi, ad adottare altre posizioni:

  • la posizione laterale, dove la futura mamma si trova sdraiata su un fianco, è spesso preferita. Questa posizione riduce la pressione sull'addome e sulle arterie principali, consentendo un massaggio rilassante;
  • la posizione seduta, ma ci si deve assicurare che la futura mamma sia comoda e adeguatamente supportata;
  • la posizione supina, cioè sdraiata sulla schiena, potrebbe essere una scelta comoda, ma si deve prestare particolare attenzione e fare alcune regolazioni per garantire la massima sicurezza e comfort.

In ogni caso, indipendentemente dalla posizione, si devono sempre tenere in considerazione alcune zone specifiche del corpo:

  • l’anca;
  • le caviglie;
  • il tallone.

Queste aree sono strettamente connesse all'utero e dovrebbero essere trattate con estrema cautela per evitare il rischio di stimolare il travaglio prematuro.

La pancia stessa sarà trattata con particolare delicatezza durante il massaggio, garantendo un'esperienza rilassante e sicura per la futura mamma.

Condividi
Mattia Zamboni | Seo Content Specialist
Scritto da Mattia Zamboni | Seo Content Specialist

Ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione con un particolare focus sullo storytelling. Con quasi un decennio di esperienza nel campo del giornalismo, oggi mi occupo della creazione di contenuti editoriali che abbracciano diverse tematiche, tra cui salute, benessere, sessualità, mondo pet, alimentazione, psicologia, cura della persona e genitorialità.

a cura di Dr. Marcello Sergio
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Contenuti correlati
Salsicce sulla griglia
La salsiccia in gravidanza si può mangiare?

La salsiccia in gravidanza si può mangiare oppure presenta dei rischi per la salute del bambino? Scopriamo quali sono gli accorgimenti da tenere presente.

Una ciotola di mascarpone
Mascarpone in gravidanza: si può mangiare o no?

Il mascarpone in gravidanza si può mangiare oppure no? Vediamo se è considerato un alimento sicuro oppure se presenta dei rischi per la salute del feto.

icon/chat