Cellulite

Contenuto di:

La cellulite, in termini medici detta pannicolopatia edemo-fibro-sclerotica, è una condizione patologica della pelle che la rende visibilmente disomogenea e con un aspetto tipicamente detto “a buccia d’arancia”.

Che cosa è la cellulite?

Cellulite | Pazienti.it

La cellulite (pannicolopatia edemo-fibro-sclerotica) è una condizione patologica a causa della quale la pelle appare disomogenea e con un aspetto tipicamente detto “a buccia d’arancia”. Si manifesta soprattutto a livello di cosce e glutei, fianchi, braccia e addome.

È molto più comune nelle donne che negli uomini, a causa delle differenze nella distribuzione del pannicolo adiposo al di sotto dello strato cutaneo.  

Che cos’è il pannicolo adiposo?

Il pannicolo adiposo è costituito da uno strato di cellule adipose (cioè ricche di grassi) che formano un tessuto, ovvero uno strato di grasso posto fisiologicamente al di sotto della cute; esso è una vera e propria riserva energetica per l’organismo. 

Il metabolismo del tessuto adiposo è connesso al bilancio calorico, infatti, se incrementiamo l’attività fisica contemporaneamente alla riduzione delle calorie introdotte con l’alimentazione, otteniamo una riduzione del bilancio calorico e, quindi, della riserva adiposa sottocutanea (lipolisi). Se riduciamo l’attività fisica o se assumiamo un maggiore quantitativo calorico attraverso l’alimentazione, otteniamo un incremento del bilancio calorico e, di conseguenza, formazione e deposito di grassi iper-prodotti (liposintesi).

Perché si forma la cellulite?

Il pannicolo adiposo è sostenuto da tessuto reticolare e da collagene, inoltre è riccamente vascolarizzato. Tra le condizioni che,  variamente combinate tra loro, possono causare la cellulite, troviamo:

  • alterazioni del microcircolo a livello del tessuto adiposo
  • squilibri ormonali
  • fumo
  • cattiva alimentazione
  • sedentarietà
  • malattie epatiche
  • diabete
  • sindrome metabolica
  • ritenzione idrica
  • alterata circolazione linfatica 

Un cattivo funzionamento del microcircolo porta alla rottura delle cellule adipose, con fuoriuscita dei trigliceridi in esse contenuti. I trigliceridi (grassi) si distribuiscono nei tessuti nello spazio extracellulare, conferendo il tipico aspetto alla cute e ostacolando, ulteriormente, il microcircolo.

Questa condizione determina, con il passare del tempo, una lipodistrofia, ovvero un’alterazione cronica del tessuto adiposo con conseguente aumento di volume e consistenza del tessuto di sostegno e riduzione del calibro e dell'elasticità dei vasi sanguigni del microcircolo.

Quanti tipi di cellulite esistono?

Possono verificarsi varie tipologie di cellulite:

  • Cellulite edematosa: maggiormente evidente a livello addominale, ed è dovuta soprattutto a ritenzione idrica.
  • Cellulite fibrosa: si forma soprattutto a livello di cosce e glutei ed è dovuta ad un aumento della massa di tessuto connettivo e sclerotizzazione (indurimento) del tessuto adiposo con formazione di tanti piccoli noduli palpabili (pelle a buccia d'arancia).
  • Cellulite sclerotica: è uno stadio avanzato della cellulite e si manifesta con noduli di grosse dimensioni, tessuto duro, a volte dolente, e freddo (segno di cattiva circolazione del sangue).   

Come eliminare la cellulite?

Tra le terapie per prevenire e combattere la cellulite e la ritenzione idrica troviamo:

  • Massaggio classico, che ha effetti benefici sul microcircolo.
  • Linfodrenaggio, utile a riattivare la circolazione linfatica al fine di veicolare i liquidi e le tossine nel circolo sanguigno per essere eliminati.
  • Ionoforesi, grazie al trasporto di ioni, attraverso l'introduzione nella cute di un particolare principio attivo, consente di agire localmente sugli inestetismi cutanei.
  • Pressoterapia, riattiva sia la circolazione linfatica che sanguigna. Gli arti inferiori vanno posizionati in appositi gambali contenenti una camera d'aria e gonfiati gradualmente partendo dall’estremità distale della gamba fino all’addome. La sequenza con la quale vengono gonfiate le sezioni è quella seguita dal sangue venoso e dalla linfa. La pressoterapia elimina, dall’ambiente extracellulare, liquidi e scorie metaboliche, prodotte in eccesso dalle cellule. La terapia è consigliata sia per trattamenti estetici sia per trattare la ritenzione idrica.
  • Mesoterapia, è un trattamento esclusivamente di competenza medica e consiste in punture locali intradermiche di farmaci con piccoli e appositi aghi.

Ci sono rimedi naturali contro la cellulite?

La cellulite è una condizione difficile da eliminare una volta venutasi a creare. Esistono, tuttavia, alcuni accorgimenti utili sia a ridurre il problema sia a prevenirlo.

  • Seguire un’alimentazione sana ed equilibrata ricca di antiossidanti e omega 3, riducendo drasticamente i grassi saturi.
  • Idratarsi a sufficienza bevendo molta acqua durante la giornata.
  • Fare attività fisica.
  • Non utilizzare capi d’abbigliamento troppo stretti che non consentono una buona circolazione del sangue.
  • Eliminare alcol e fumo.
  • Evitare lo stress.
  • Utilizzare scarpe comode che, non alterando la postura, non influiscono sulla circolazione sanguigna a livello degli arti inferiori. 

Alcune piante vengono utilizzate, in fitoterapia, per combattere gli inestetismi della cellulite. Queste piante agiscono sulla protezione dei vasi sanguigni e sul ripristino dell’elasticità delle loro pareti e hanno importanti proprietà diuretiche e drenanti. Si possono assumere sotto forma di tisane, compresse o capsule e tinture madri. Ecco le principali:

  • Centella asiatica: le foglie di centella rinforzano ed elasticizzano le pareti dei vasi sanguigni, favorendo la corretta circolazione periferica.
  • Hamamelis Virginiana: le foglie e la corteccia di amamelide sono utilizzate nei disturbi del sistema circolatorio, dove sia necessaria un’azione astringente.
  • Melilotus officinalis: il meliloto è usato nel trattamento dell’insufficienza venosa e linfatica, in presenza di edemi e gonfiori agli arti inferiori, ritenzione idrica, gambe pesanti e cellulite.
  • Ananas sativus: il gambo d’ananas è utilizzato per migliorare la circolazione sanguigna e linfatica perché riduce la vasodilatazione e l’eccessiva permeabilità dei capillari, attenuando le infiammazioni o i dolori localizzati.
  • Betulla Pendula: le foglie di betulla stimolano la diuresi e il sistema linfatico, favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso, e quindi, la scomparsa dei noduli fibro-connettivali, caratteristici della cellulite.
  • Hieracium pilosella: la pilosella è un potente diuretico, viene utilizzato nel trattamento degli inestetismi della cellulite, gonfiore alle caviglie, edemi degli arti inferiori e ritenzione idrica, soprattutto nel caso in cui a provocarla siano trattamenti farmacologici.

Argomenti: cellulite staphylococcus cellulite periorbitale cellulite buccale cellulite perianale
Fotosearch_k10475610 | Pazienti.it
Endolipolisi

L'endolipolisi o intralipolisi anticellulite è una tecnica iniettiva con la quale si può arrivare ad ottenere effetti analoghi alla liposuzione chirurgica

Fotosearch_k9459945 | Pazienti.it
Mesoterapia

La Mesoterapia è una tecnica medica, molto diffusa, che consiste nell'iniettare all'interno del derma modeste quantità di farmaci, sia classici che fitoterapici od omeopatici evitando l'infiltrazione dei farmaci in...

Fotosearch_k10918642 | Pazienti.it
Microterapia per cellulite

La microterapia per cellulite interessa l'epidermide poiché è la sola parte permeabile della cute, basta penetrare con un ago che superi appena il millimetro per arrivare al derma più superficiale...

Missing | Pazienti.it
Ossigeno-ozonoterapia

L'ossigeno-ozonoterapia è una terapia basata sulla somministrazione di ozono. Poiché l'ozono è tossico non viene inalato, ma viene somministrato al paziente attraverso una serie di tecniche diverse.

Crema | Pazienti.it
Retinolo

Il retinolo è una molecola nota per le sue qualità anti-rughe. Il retinolo aumenta la sintesi di collagene, riducendo l'invecchiamento delle fibre di collagene. Questa molecola consente di ottenere un...

Ritenzione_idrica | Pazienti.it
Ritenzione idrica

Il corpo umano è per la maggior parte composto da acqua allocata nel sangue, nei muscoli, negli organi e nelle ossa. Talvolta l’organismo trattiene acqua eccessivamente causando ritenzione idrica, gonfiore,...

Pannicolite | Pazienti.it
Pannicolite

Il termine pannicolite non è molto comune, eppure molte donne spesso ne sono affette senza saperlo. Non è una condizione preoccupante, in questo caso specifico, poiché si tratta della cellulite....