Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. 6 segnali che indicano che il nostro fegato ha qualche problema

6 segnali che indicano che il nostro fegato ha qualche problema

Ultimo aggiornamento – 21 novembre, 2016

fegato: i sintomi di un disturbo
Indice

Quando il fegato funziona correttamente, svolge funzioni importantissime: depura il sangue, favorisce i processi digestivi, combatte le infezioni.

Inoltre il fegato, è un po’ il super eroe del nostro corpo, dal momento che è in grado di rigenerarsi in seguito a un danno, potendo sostituire il tessuto malato con nuove cellule sane. Il fegato è anche un organo vulnerabile e può andare incontro a processi di infiammazione, cancro e in questi casi i segni di un problema epatico possono essere visibile dall’esterno.

Ecco alcuni sintomi che devono farci pensare a un problema al fegato.

1) Pelle gialla

Uno dei segnali più evidenti di un problema al fegato è rappresentato dall’ittero: la pelle e gli occhi diventano di un colorito giallognolo per l’accumulo nel sangue di una sostanza chiamata bilirubina. Tra le principali cause dell’ittero abbiamo l’epatite, il cancro, l’abuso di alcool o di droghe, e alcune infezioni.

2) Feci e urine di diverso colore

L’ittero determina cambiamenti anche nel colore dell’urina e delle feci: le urine appaiono più scure, mentre le feci più chiare.

3) Prurito

Un disturbo epatico può essere causa di uno sfogo cutaneo, che può causare prurito. In realtà questo sintomo è comune anche ad altre patologie come problemi renali e tiroidei. Il prurito può interessare l’intero corpo, e la pelle appare irritata in corrispondenza di queste zone.

4) Lividi

Le persone con un danno al fegato hanno maggiore tendenza a ferirsi e sanguinare, perchè il fegato ha bloccato o rallentato la produzione di proteine implicate nella coagulazione. Il fegato è impegnato nella produzione di diverse proteine della coagulazione, funzione che è compromessa in presenza di un danno epatico.

5) Sudorazione eccessiva

Altro segnale che indica una disfunzione epatica è rappresentato da un’eccessiva sudorazione: le persone che hanno problemi al fegato tendono a trattenere acqua nell’addome e nelle gambe.

6) Assenza di sintomi

In alcuni casi, non c’è alcuna indicazione che qualcosa non va: tale situazione si verifica in circa la metà dei casi di danno al fegato, rendendo più complicato intervenire tempestivamente. Inoltre, in molti casi si riscontrano sintomi generici e aspecifici come affaticamento, stanchezza, sensazione di prurito sporadico. Tutti sintomi che non sono immediatamente riconducibili ad un danno epatico.

Man mano che i segni aumentano, col passare del tempo, ci si ritrova dinanzi a un quadro completamente mutato con la rottura dei vasi che provvedono all’irrorazione del fegato, con sostanze tossiche che si accumulano fino a raggiungere il cervello e interferire con i processi cognitivi.

Inoltre, è possibile che a questi sintomi si aggiungano anche nausee frequenti e diarrea. Con l’aggravarsi del danno epatico, i sintomi diventano più seri: i pazienti diventano confusi e disorientati, fino a perdere conoscenza ed entrare in uno stato di coma, che può portare anche alla morte.

A questo punto, un trapianto di fegato rappresenta l’unica strada percorribile per salvare la vita del paziente, per questo risulta di vitale importanza riuscire a riconoscere il prima possibile che quei segnali che possono essere in qualche modo utili a identificare un eventuale problema al fegato.

Mostra commenti
Dolori mestruali? Calmateli con il cioccolato
Dolori mestruali? Calmateli con il cioccolato
Le proprietà curative del miele di Manuka
Le proprietà curative del miele di Manuka
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
5 cause di dolore all’anca (nelle donne)
5 cause di dolore all’anca (nelle donne)
Ipogonadismo maschile: cause, sintomi e trattamento
Ipogonadismo maschile: cause, sintomi e trattamento
Via libera alla selezione degli embrioni sani per la fecondazione assistita
Via libera alla selezione degli embrioni sani per la fecondazione assistita
Memoria e attività fisica
Memoria e attività fisica