Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Agopuntura Per Dimagrire

Agopuntura per dimagrire? Facciamo chiarezza

Ultimo aggiornamento – 18 Giugno, 2018

Agopuntura per dimagrire? Facciamo chiarezza

Dieta ferrea, jogging, ore di palestra, esercizi per gli addominali e bevande drenanti. Le avete provate tutte, ma il vostro peso tarda a diminuire. Avete mai provato ad affidarvi all’agopuntura per dimagrire? Bene, ora vi starete (quasi) sicuramente chiedendo quale connessione esiste tra l’agopuntura e il vostro peso. Scopriamola insieme.

Cos’è l’agopuntura

L’agopuntura è un tipo di trattamento appartenente alla cosiddetta medicina alternativa di origine cinese, risalente al 100 a.C. In particolare, si basa sull’impiego di aghi applicati direttamente su determinate aree del corpo consentendo, mediante impulsi inviati direttamente al cervello, di ristabilizzare un flusso energetico noto come Qi, ripristinando lo stato di salute del soggetto.

Negli ultimi decenni, gli studi su tale metodologia si sono ampliati, ed attualmente essa viene considerata uno strumento alternativo di importanza non trascurabile per trattamento di condizioni quali mal di testa, infertilità, dipendenza dal fumo, cervicale, stato di ansia e depressione. In Italia, l’esercizio di tale terapia è consentito solo a personale medico specializzato.

Agopuntura e peso forma: quale legame

Secondo studi recenti l’agopuntura funziona anche per dimagrire. Perché è inutile negarlo, nonostante una costante attività fisica, alcuni soggetti manifestano una reale difficoltà a perdere peso.

Esclusi fattori generici e metabolici, la causa principale di questa reticenza al dimagrimento può risiedere anche nello stato di stress e ansia. A tal proposito, arriva in soccorso l’agopuntura che riduce la soglia di dolore e migliora lo stato di rilassamento del soggetto, limitando comportamenti incontrollati verso il cibo, che mettono a dura prova l’ago della bilancia.

Recentemente sono stati effettuati 2 importati revisioni di studi precedenti sul tema, da cui si è rilevato che i punti del corpo più efficaci su cui effettuare l’agopuntura ai fini di dimagrimento sono l’orecchio e l’addome. Scopriamo più nel dettaglio i risultati:

  • 200 donne asiatiche di media età, che avevano manifestato una scarsa tendenza al dimagrimento, sono state sottoposte a sedute di agopuntura all’orecchio. Ben presto esse hanno manifestato una perdita di peso, rilevante soprattutto su trattamenti lunga durata (sei settimane).
  • 45 donne in sovrappeso e obese sono state suddivise in 3 gruppi, per uno dei quali non è stato previsto alcun trattamento, per gli altri 2 gruppi sono state invece previste 20 sedute di agopuntura all’addome. Per i due gruppi sottoposti a trattamento le sedute sono state eseguite per ciascuno da un’équipe di medici specialisti differente da gruppo a gruppo. Le donne sottoposte a trattamento hanno manifestato a fine periodo una rilevante perdita di peso, a differenza il campione del gruppo di controllo è rimasto più o meno stabile.

Attualmente le metodologie di agopuntura più comuni per trattamento di difficoltà di dimagrimento sono:

  • Agopuntura somatica, ovvero l’agopuntura classica che prevede la stimolazione simultanea di più aree del corpo per agire su disturbi quali ansia, stress, insonnia che rendono particolarmente difficoltosa la perdita di peso.
  • Agopuntura auricoloterapia, eseguibile tramite la collocazione di aghi nel padiglione auricolare con l’obiettivo di interagire sui centri predisposti a ridurre il senso della fame.

E la dieta?

La durata di ciascuna seduta – e il ciclo totale di agopuntura tradizionale o aruicoloterapia – viene personalizzato in relazione a ciascun soggetto. Nonostante se ne senta spesso parlare, non esiste un’alimentazione specifica per coloro che praticano agopuntura per dimagrire.

Le regole da seguire a tavola sono sempre le stesse, a prescindere se ci si affida o meno a metodi di medicina alternativa. Ricordiamo le più importanti:

  • Continua idratazione, evitando bevande alcooliche e gassate, e favorendo il consumo di bevande dalle proprietà drenanti (ad esempio decotto a base di zenzero)
  • Limitare l’utilizzo del sale, da sostituire con erbe aromatiche o radici
  • Evitare l’uso di burro, prediligere margarina o altri condimenti meno grassi
  • Limitare consumo di insaccati
  • Prediligere consumo di carne bianca rispetto a quella rossa
  • Mangiare frutta lontano dai pasti
  • Masticare lentamente
  • Evitare consumo eccessivo di carboidrati, soprattutto nelle ore serali
  • Limitare consumo di caffè

Pertanto, non dimenticate che per perdere peso occorrerà necessariamente associare ad una costante attività fisica nonché un’alimentazione sana ed equilibrata. E l’agopuntura? Nonostante i notevoli sforzi per capirne l’efficacia, la definizione e la caratterizzazione di questa tecnica rimane controversa, sebbene alcuni studi ne abbiano aumentano la credibilità.

Mostra commenti
Occhio di pernice: i rimedi della nonna (e non solo)
Occhio di pernice: i rimedi della nonna (e non solo)
Tutti i tipi di anemia
Tutti i tipi di anemia
Articoli più letti
Ecografia alla tiroide, quando e perché farla
Ecografia alla tiroide, quando e perché farla
Aterosclerosi, individuato un nuovo fattore di rischio
Aterosclerosi, individuato un nuovo fattore di rischio
Come riconoscere un tumore del sangue
Come riconoscere un tumore del sangue
Endometriosi: i cibi sì e i cibi no per contrastare l’infiammazione
Endometriosi: i cibi sì e i cibi no per contrastare l’infiammazione