Formicolio al piede: quali possono essere le cause?

Mattia Zamboni | Seo Content Specialist

Ultimo aggiornamento – 08 Aprile, 2022

Formicolio Al Piede: Come Riconoscerlo

Il formicolio ai piedi è un disturbo molto comune che può avere cause e tempistiche molto diverse tra loro. 

Esso si può presentare quando viene esercitata una pressione sui nervi se si rimane troppo tempo in piedi o seduti in una determinata posizione; la sensazione che si prova è simile a quella di venire punzecchiati da piccoli spilli o aghi.  

Solitamente, il formicolio al piede è temporaneo: il fastidio tende a scomparire quando ci si muove, o quando viene rimosso il peso che causava la pressione.

Vediamo insieme quali possono essere le cause e come scoprirle.

Le cause del formicolio ai piedi

Le cause del formicolio ai piedi si possono ricercare in una serie di patologie croniche che possono colpire i nervi.

Nei casi in cui il fastidio si manifesti in maniera continua e non passi da solo o, anzi, si presenti in maniera continuata nel tempo, le cause possono essere:

  • Malattie autoimmuni: disturbi come Lupus, Malattia di Sjögren, Celiachia, Sindrome di Guillain Barre e Artrite reumatoide arrivano ad attaccare il corpo stesso, causando danni al sistema nervoso.
  • Abuso di alcool: se si arriva a consumare un’eccessiva quantità di bevande alcoliche, può verificarsi una neuropatia alcolica (patologia che colpisce il 46,3% delle persone che abusano di alcool, danneggiando gli elementi strutturali del sistema nervoso periferico). Può essere indotta anche da malnutrizione o dieta errata, andando incontro ad un deficit di assimilazione di vitamine del gruppo B – con particolare riferimento alla tiamina e alla cobalamina.
  • Insufficienza renale: se causata da diabete e ipertensione, l’insufficienza renale può portare anche debolezza muscolare, crampi e dolore a gambe e piedi – danneggiando i nervi che controllano la vescica.
  • Malattia di Charcot-Marie-Tooth: definita anche CMT, colpisce i nervi periferici causando atrofia muscolare, perdita di sensibilità alle estremità degli arti, contratture e senso di bruciore alle mani.
  • Sindrome del tunnel tarsale: o TTS, è causata dalla pressione sul nervo tibiale della caviglia e del piede. Può provocare dolore, formicolio o bruciore al tallone o al piede.
  • Ipotiroidismo: in questo caso, la tiroide non è in grado di produrre abbastanza ormoni. Se il disturbo non viene trattato, può portare ad una neuropatia periferica (lesioni ai nervi periferici, che alterano il trasporto delle informazioni da e verso il sistema nervoso centrale).
  • Sclerosi multipla: malattia che attacca il sistema nervoso centrale, inducendo il sistema immunitario ad attaccare il rivestimento protettivo dei nervi – interrompendo la comunicazione tra cervello e corpo.
  • Diabete: la neuropatia diabetica, una delle cause più comuni di formicolio ai piedi, è il risultato di danni ai nervi generati da alti livelli di zucchero nel sangue. In questo caso, l’iperglicemia ha un effetto negativo sui neuroni; le trasmissioni nervose, quindi, possono subire variazioni imprevedibili e pericolose interruzioni.
  • Gravidanza: durante la crescita del bambino, l’utero esercita pressione sui nervi delle gambe provocando formicolio ai piedi.
  • Traumi al piede: dopo una distorsione o una frattura, i nervi delle parti inferiori del corpo possono essere danneggiati.
  • Infiammazioni: si possono verificare dopo la comparsa di fascite plantare, alluce valgo, dito a martello, artrite, tendinite e tallonite.

Quali esami fare per capire la causa del formicolio ai piedi

Il formicolio ai piedi può essere più o meno intenso e, a volte, si può associare a dolore, intorpidimento, diminuzione della sensibilità e sensazione di bruciore.

Se tutti questi sintomi persistono nel tempo, è bene cercare di indagare a fondo la questione tramite l’aiuto del medico di base.

Dopo tutto l’iter anamnestico per determinare la storia clinica del paziente, dove verrà chiesto di descrivere nel dettaglio i sintomi del formicolio al piede, il medico cercherà di scoprire l'eventuale presenza di alterazioni associate al formicolio ai piedi o segni indicativi di una malattia.

Nel caso in cui la diagnosi non dovesse portare ad un risultato certo, il paziente verrà sottoposto ad indagini più approfondite.

Ecco gli esami da sostenere:

La cura successiva per il formicolio ai piedi varia in base alle cause che abbiamo visto in precedenza: le strategie per alleviare questo sintomo, infatti, sono molteplici ed occorre intervenire tempestivamente sui fattori scatenanti.

Mattia Zamboni | Seo Content Specialist
Scritto da Mattia Zamboni | Seo Content Specialist

Ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione con un particolare focus sullo storytelling. Con quasi un decennio di esperienza nel campo del giornalismo, oggi mi occupo della creazione di contenuti editoriali che abbracciano diverse tematiche, tra cui salute, benessere, sessualità, mondo pet, alimentazione, psicologia, cura della persona e genitorialità.

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Contenuti correlati
Nervo trigemino
Dolore al nervo trigemino: cosa causa l'infiammazione e come alleviarla

Dolore al nervo trigemino: quali sono le cause e perché la vitamina B12 può essere d'aiuto? Lo spieghiamo in questo approfondimento.

icon/chat