Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. L’asma può aumentare il rischio di aneurisma addominale

L’asma può aumentare il rischio di aneurisma addominale

Ultimo aggiornamento – 18 febbraio, 2016

Indice

Le persone di 50 anni e più che hanno avuto episodi di asma sembrano essere a rischio di aneurisma dell’aorta addominale.

L’aneurisma aortico addominale si verifica quando una parte dell’arteria principale del corpo, l’aorta, che passa attraverso l’addome, diventa più debole. Questo punto più debole può rompersi, causando una forte emorragia. I ricercatori hanno scoperto che le persone con episodi recenti di asma hanno più probabilità di avere una rottura dell’aneurisma.

Rischio di aneurisma dell’aorta addominale

Le persone con un aneurisma aortico addominale a cui è stata diagnosticata l’asma durante l’anno passato hanno avuto il 50 per cento in più di rischio di rottura di aneurismi rispetto a quelli senza asma“, ha affermato il ricercatore Guo-Shi Ping, del Brigham and Women Hospital di Boston.

I ricercatori hanno scoperto che l’uso di farmaci anti-asmatici è collegato a un aumento del 45 per cento del rischio di sviluppo di un aneurisma dell’aorta addominale. Shi Ping ha avvertito che lo studio mostra solo una associazione tra asma, aneurisma e rottura e non dimostra che l’asma causi aneurisma o la rottura di un aneurisma.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Arteriosclerosis, Thrombosis and Vascular Biology.

Per lo studio, Shi Ping e i suoi colleghi hanno raccolto dati provenienti da due registri sanitari nazionali in Danimarca. Un registro aveva informazioni su quasi 16.000 uomini e donne di età dai 50 anni in su. Lo studio ha scoperto che circa 4.500 degli adulti in questo registro ha avuto un aneurisma aortico addominale. Il secondo registro aveva informazioni su 619 persone con aneurisma aortico addominale, unite insieme a informazioni sul fumo.

Shi Ping sostiene che la causa di tutto si trovi nell’associazione tra una specifica proteina legata all’infiammazione, chiamata IgE o immunoglobulina E, che il corpo produce in risposta agli allergeni.

La proteina IgE rende le arterie rigide e questo può portare alla formazione di aneurismi. Se IgE è il colpevole, il rischio di un aneurisma non si limita soltanto all’asma, ma dovrebbe includere quindi allergie e altre malattie allergiche che causano l’aumento dei livelli di IgE.

Il dottor Gregg Fonarow, un professore di medicina cardiovascolare presso l’Università della California a Los Angeles afferma: “L’asma coinvolge i meccanismi infiammatori, tra cui i mastociti e IgE. Recenti studi hanno trovato la presenza di mastociti e proteine IgE negli aneurismi dell’aorta addominale”.

Questo studio fornisce ulteriori elementi di prova all’ipotesi che l’infiammazione svolge un ruolo negli aneurismi dell’aorta addominale e può aprire nuove linee di ricerca di potenziali terapie per prevenire lo sviluppo e la rottura degli aneurismi dell’aorta addominale“, ha detto Fonarow.

Secondo il dottor Len Horovitz, uno pneumologo del Lenox Hill Hospital di New York, “se avete l’asma e dubbi sul fatto che si possa avere un aneurisma, è bene controllare con un’ecografia addominale. E’ facile e non invasiva“.

Mostra commenti
Un caso unico al mondo: centinaia di formiche dentro l’orecchio di una ragazza
Un caso unico al mondo: centinaia di formiche dentro l’orecchio di una ragazza
Sindrome di Down: diagnosi precoce in gravidanza
Sindrome di Down: diagnosi precoce in gravidanza
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Quando gli antibiotici sono dannosi per la salute?
Quando gli antibiotici sono dannosi per la salute?
Riconoscere i sintomi della fibrosi cistica
Riconoscere i sintomi della fibrosi cistica
Stop alle aritmie cardiache: testata una mappa che le individua e blocca
Stop alle aritmie cardiache: testata una mappa che le individua e blocca
Sincronizzazione delle mestruazioni: è possibile?
Sincronizzazione delle mestruazioni: è possibile?