Astenia da primavera: come combattere la stanchezza in modo del tutto naturale

Antonia de Gioia | Blogger

Ultimo aggiornamento – 12 Giugno, 2018

I rimedi naturali per combattere l'astenia da primavera

Dopo un rigido inverno ecco giungere la primavera che, insieme alle belle giornate, al caldo sole, alle prime uscite fuori porta e a qualche spiacevole allergia, porta con sé uno stato di stanchezza generalizzata.

Tale condizione psico-fisica, molto frequente negli adulti, in medicina è nota come astenia da primavera. Ecco qualche utile consiglio per riconoscere l’astenia e, soprattutto, per curarla in modo naturale.

Astenia: cause e sintomi

Tipici sintomi dell’astenia sono:

  • Stato di debolezza fisica
  • Sonnolenza
  • Ridotta forza muscolare
  • Difficoltà di concentrazione
  • Carenza di memoria
  • Carenza di energia

E ancora:

  • Lentezza nei movimenti
  • Facile affaticamento
  • Poco resistenza allo sforzo fisico
  • Stato di ansia
  • Stato di apatia
  • Spossatezza

La tipica causa di astenia è il cambio stagionale: il passaggio da rigido inverno alla più tiepida primavera genera un scompenso psico-fisico accompagnato da un generale stato di debolezza, facile affaticamento e stanchezza.

Oltre il cambio stagionale, altre possono essere le cause di astenia, di diversa gravità, ecco le più comuni:

  • Eccessivo carico di lavoro e conseguente stress psico-fisico
  • Insonnia
  • Carenze alimentari, ovvero mancanza di vitamine e sali minerali fondamentali per il funzionamento dell’organismo, la cui assenza può generare condizioni di anemia
  • Intossicazione alimentare
  • Presenza di patologie, quali diabete, tumori o disfunzioni delle tiroide
  • Convalescenza da stati febbrili e influenzali
  • Alterazione delle funzioni delle ghiandole endocrine
  • Gravidanza
  • Allergie stagionali
  • Menopausa
  • Fuso orario

Combattere l’astenia in modo naturale

Escludendo le cause più gravose, per le quali è fortemente consigliato un consulto medico, ecco qualche semplice consiglio per trattare l’astenia primaverile.

Alimentazione, per prima cosa. Come sempre il cibo determina notevolmente il nostro benessere fisico-psichico. Il consumo abitudinario di cibi elaborati e grassi, bevande gassate o alcooliche, favorisce una generale condizione di malessere, spesso accompagnata da difficoltà di digestione e ad eseguire semplici esercizi fisici. Riorganizzare la propria alimentazione è il primo passo per contrastare la tipica apatia primaverile, ecco qualche utile consiglio:

  • Prediligere cibi leggeri, tra cui verdure e frutta per favorire il giusto apporto di vitamine e sali minerali
  • Evitare latticini e carne rossa
  • Escludere consumo di alcool
  • Bere acqua nelle quantità consigliate per favorire la giusta idratazione del corpo

Come sempre, anche i rimedi naturali giocano un ruolo fondamentale nel combattere condizioni come la stanchezza primaverile. Fortunatamente, infatti, la natura offre facili soluzioni per il miglioramento del nostro benessere psico-fisico, ovvero integratori facilmente reperibili in erboristeria e farmacia. Tra i più efficaci per contrastare l’astenia da primavera si ricordano:

  • Guaranà ed eleuterococco, utili per migliorare la resistenza fisica, ripristinare il metabolismo e aumentare le capacità cognitive.
  • Funghi medicinali (quali Reishi e Cordyceps), utili per contrastare l’insonnia.
  • Ginseng, indicato per aumentare la forza fisica (l’uso di supplementi alimentari a base di questa sostanza va evitata in caso di presenza di disturbi cardio-vascolari).
  • Fiori di Bach, specifici per contrastare episodi di stanchezza mentale.
  • Oli essenziali, particolarmente indicati contro la tipica apatia primaverile è quello a base di limone.
  • Multivitaminici, come carnitina, beta-alanita, creatina, arginina, magnesio, potassio e vitamine.

Per quanto riguarda l’attività fisica, si consiglia di svolgerla costantemente: una quotidiana passeggiata, ad esempio, aiuta a migliorare il proprio benessere psico-fisico, favorendo il respiro ed espellendo le tossine.

Come prevenire la stanchezza primaverile

Se siete vittime dell’astenia, al giungere della bella stagione non fatevi trovare impreparati e contrastatela sul nascere. Ecco qualche semplice consiglio per prevenire la stanchezza da cambio stagione:

  • Evitare di esporsi per tempi prolungati a temperature calde
  • Monitorare periodicamente i livelli pressori
  • Effettuare test glicemici, per monitorare eventuali carenze di zuccheri nel sangue e integrarle nell’immediaato
  • Integrare la propria alimentazione con giusto apporto di vitamine e sali minerali
  • Effettuare indagini sul sonno, qualora sovente si soffre di insonnia
  • Modificare il proprio stile di vita: svolgere attività fisica, non fumare, ridurre notevolmente consumo di caffeina e alcol

Se l’astenia primaverile tarda ad abbandonarvi, non disperate, tra poche settimane sarà solo un lontano ricordo, grazie all’arrivo dell’estate con il suo gran carico di energia.

Antonia de Gioia | Blogger
Scritto da Antonia de Gioia | Blogger

Sono una laureata in Marketing e mi occupo della gestione di attività promozionali e di comunicazione, con un’attenzione particolare al mondo digitale e social. Nel tempo libero, lontana dal lavoro quotidiano, mi dedico alla scrittura.

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Antonia de Gioia | Blogger
Antonia de Gioia | Blogger
in Salute

138 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Contenuti correlati
Il medico parla con il paziente
Qual è la differenza tra cancro e tumore?

Esiste una differenza tra cancro e tumore? E se sì, in cosa consiste? Scopriamo quali sono gli aspetti che differenziano queste due patologie così temute.

icon/chat