icon/back Indietro Esplora per argomento

Perché il caffè può tornarci molto (molto) utile

Redazione

Ultimo aggiornamento – 14 Luglio, 2022

Caffè contro le zanzare: un rimedio naturale

C’è poco da aggiungere. Il caldo e l’estate – oltre al sole e all’allegria – portano con sé un fastidioso risvolto. Le zanzare, sinonimo di punture, ronzii, prurito e pizzichii vari.

Nessuno di noi può sostenere di avere a cuore l’eterna sopravvivenza della zanzare, nonostante non si voglia assolutamente negare il loro fondamentale ruolo nell’ecosistema terrestre. Partendo da questo assunto, con l’arrivo dell’estate è pressoché obbligatorio muoversi per capire come tenere lontano le zanzare.

Spunta così il binomio zanzare e caffè, un rimedio naturale semplice e immediato. Sia in polvere sia in chicchi sia liquido. Strano, vero? Vediamo perché.

Caffè contro le zanzare, come usarlo?

Dunque sì, il caffè contro le zanzare è assolutamente efficace. Ma come utilizzarlo? Abbiamo svariate opzioni per evitare le punture di zanzara.

  • Metodo numero 1 – Inserire il caffè liquido (freddo) in un nebulizzatore e spruzzarlo nelle zone maggiormente invase dalle zanzare. È possibile inoltre utilizzarlo intorno alle finestre e sui davanzali, per evitare che le zanzare entrino in casa. Basteranno pochi minuti perché il caffè faccia effetto.
  • Secondo metodo – Introdurre i chicchi di caffè nell’acqua stagnante o nel terreno delle piante, per eliminare direttamente le larve delle zanzare.
  • Metodo numero 3 – Mettere dei fondi di caffè in una ciotola, coprirli con un foglio d’alluminio e lasciarli asciugare. Quando saranno completamente asciutti, posizionarli su un foglio d’alluminio e bruciarli a mo’ di incenso. L’odore di caffè farà allontanare tutte le zanzare.
  • Metodo numero 4 – Bruciare del caffè il polvere. La polvere macinata di caffè svolge un’azione molto efficace contro le zanzare.
  • Metodo numero 5 – Mettere un po’ di caffè in chicchi in un piatto ricoperto di carta d’alluminio., ricoprendoli con del caffè macinato. Accendere il tutto e lasciar bruciare molto lentamente. Così facendo, si sprigionerà l’odore del caffé, allontanando le zanzare.

Come eliminare le zanzare con i rimedi naturali

Non solo il caffè per le zanzare.

Esistono infatti altri rimedi naturali contro le zanzare. Eccovi una lista dei più efficaci:

  • Oli essenziali – Vi sono alcuni profumi di particolari oli essenziali capaci di tenere lontano le zanzare. Ne sono un esempio l’olio essenziale di lavanda, di limone e di geranio. Provateli!
  • Limone e aceto – Se vi state ancora chiedendo come allontanare le zanzare, la risposta è a portato di mano. Aceto e limone, un binomio perfetto. Mettete dunque in un piatto qualche fetta di limone fresco insieme a dell’aceto: lasciate riposare e posizionate il recipiente nei luoghi dove vi è maggiore concentrazione di zanzare – o di qualsiasi altro tipo di insetto.
  • Citronella – La citronella è un sempreverde tra i metodi per tenere lontano le zanzare. Ottima sia la pianta sia l’olio essenziale. Ricordate che in commercio si trovano anche le famose candele alla citronella, da accendere nelle sere d’estate.
  • Piante antizanzare – Basterà metterle sul davanzale per tenere lontano le zanzare. Provate con la menta, il basilico e la lavanda: facili da coltivare ed efficaci contro gli insetti. Ah, non dimenticate l’aglio: un ottimo repellente contro le zanzare.

Infine, vi sembrerà banale, ma tra i metodi più ecologici per tenere lontano le zanzare troviamo… le zanzariere. Semplici da applicare e assolutamente efficaci!

Condividi
Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di Pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Salute

1774 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Contenuti correlati
Come smaltire il cortisone velocemente: scopriamolo qui
Come smaltire il cortisone velocemente: consigli e rimedi naturali

Come smaltire il cortisone velocemente? Per farlo, occorre prendere in considerazione alcune buone pratiche: scopri qui quali possono essere e come agire.

icon/chat