Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. In primavera si suda di più: ecco come controllare gli odori

In primavera si suda di più: ecco come controllare gli odori

Ultimo aggiornamento – 31 Marzo, 2015

La primavera è ormai arrivata e con essa anche le temperature più miti. Tutto sembrerebbe piacevole, se non fosse per quell’ascella sudata che in ufficio, in treno o di corsa da un luogo all’altro torna a farsi sentire. Disagio? Imbarazzo? Spese pazze alla ricerca del deodorante giusto o dell’abito traspirante? Vi diamo qualche consiglio per “controllare” i vostri odori e per evitare che il vostro vicino sia costretto a tapparsi in naso.

Piedi che puzzano: ecco la soluzione

Se sono i piedi la vostra croce, niente panico! Potreste scegliere di indossare le infradito anche ad aprile oppure, più semplicemente, limitare con una buona igiene l’azione delle 250.000 ghiandole sudoripare qui presenti. Il cattivo odore è causato dalla crescita eccessiva di batteri che ben proliferano laddove c’è umidità e le scarpe sono tenute ai piedi molte ore. L’acqua è il peggior nemico degli odori. Dopo aver lavato e asciugato per bene i vostri piedi, il consiglio è di applicare una soluzione diluita di olio di citronella e olio di verbena. Sentire per credere!

Cattivo odore ascellare: sos deodorante

Ansia, ormoni, e peli sotto le ascelle possono trasformare il vostro sudore in acido. Risultato? Scappi chi può. Scherzi a parte, questo problema affligge migliaia di persone, chi più chi meno consapevoli. La colpa è delle ghiandole sudoripare iperattive (iperidrosi) che producono un eccesso di sudore. Se la maggior parte delle persone si affida a un buon deodorante per camuffare il cattivo odore, i più disperati cercano una soluzione nell’acido borico o in quello tannico. E se il problema persiste? Acqua, acqua, acqua e creme antibiotiche in grado di uccidere i batteri che si moltiplicano. Anche i farmaci per la pressione sanguigna possono aiutare ad alleviare la sudorazione eccessiva legata allo stress. Occhio però a non fare di testa propria. Meglio sentire il parere del medico.

Alito cattivo e flatulenza? Se il problema è più nascosto

Anche l’alito cattivo e la flatulenza possono essere comuni con l’arrivo della primavera. Si tende, infatti, a mangiare fuori, a concedersi ricchi panini o golosi gelati con il risultato di un’alterazione degli equilibri intestinali. Il rimedio è un’alimentazione sana, bere molta acqua e lavarsi bene denti e bocca (senza dimenticare di usare il filo interdentale!). Per la flatulenza, probiotici e fermenti lattici possono fare al caso vostro.

Non ci resta che augurarvi buona primavera, ricordandovi anche dei magnifici profumi di questa stagione!

Mostra commenti
I disagi psicofisici dell’ora legale
I disagi psicofisici dell’ora legale
Ipertiroidismo e ipotiroidismo: tutto ciò che c’è da sapere
Ipertiroidismo e ipotiroidismo: tutto ciò che c’è da sapere
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Prostata infiammata: come curarla (e cosa evitare)
Prostata infiammata: come curarla (e cosa evitare)
“L’Alzheimer raccontato dai lavori all’uncinetto di mia madre”
“L’Alzheimer raccontato dai lavori all’uncinetto di mia madre”
Tumore al pancreas: perché è così aggressivo?
Tumore al pancreas: perché è così aggressivo?
La percezione del dolore: ecco da cosa dipende
La percezione del dolore: ecco da cosa dipende