Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Cos’è l’asma allergica?

Cos’è l’asma allergica?

Ultimo aggiornamento – 19 dicembre, 2011

L’asma allergica è un processo di infiammazione respiratoria provocata dall’inalazione di sostanze a cui si è allergici. I sintomi iniziali sono un senso di pesantezza e costrizione al torace, tosse secca e stizzosa, mentre in associazione o più tardi compare il respiro sibilante e il senso di mancanza di fiato.

Come si diagnostica l’asma allergica?

Per diagnosticare l‘asma allergica, a fronte dei sintomi che ne suggeriscono la presenza, il medico procede innanzitutto ad un esame fisico di:

  • occhi (arrossamento)
  • naso (ostruzione o rinorrea, mucosa irritata),
  • respirazione
  • cavità orale
  • faringe

Per esaminare le cause di reazioni allergiche (fra cui anche l’asma allergica) sono disponibili numerosi test:

  • test intracutanei e prick test (iniezione sulle pelle di estratti di allergeni per verificarne la reazione e individuare l’origine dell’allergia)
  • test ematici (che confermano l’origine allergica e il dosaggio ottimale dell’immunoterapia)
  • test di provocazione (facendo entrare in contatto l’allergene con occhi, naso o polmoni)
  • test sulla funzionalità polmonare (per allergie con sintomi alle vie aeree)
  • misurazioni dell’esposizione (per capire il livello di esposizione agli allergeni attraverso la raccolta di campioni di polvere o per determinare i livelli di polline degli alberi e dell’erba secca attraverso la misurazione dell’aria).

Quali sono le terapie per l’asma allergica?

Le opzioni terapeutiche per la cura delle allergie (e quindi anche dell’asma allergica) a disposizione del medico (Allergologo) prevedono:

  • trattamenti sintomatici
  • trattamenti causali

Il trattamento sintomatico mira a porre rimedio ai sintomi delle allergie:

  • starnuti
  • occhi che lacrimano
  • rush cutaneo

senza effetti preventivi o di lungo termine.

Il trattamento causale, definito come immunoterapia o iposensibilizzazione specifica, mira a ridurre l’ipersensibilità ad un determinato allergene e di conseguenza le reazioni allergiche, evitando che si ripetano con un effetto preventivo.

Il Dr Floriano Bonifazi è Direttore del Servizio Autonomo di Allergologia e Direttore del Dipartimento di Malattie Respiratorie e Allergiche dell’Ospedale Umberto I di Ancona.

Mostra commenti
Memoria e attività fisica
Memoria e attività fisica
Paziente attesa per una visita oculistica
Paziente attesa per una visita oculistica
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Ictus: cosa fare quando viene compromessa la parola
Ictus: cosa fare quando viene compromessa la parola
Attenzione al vostro spazzolino: potrebbero annidarsi molti batteri (anche fecali)
Attenzione al vostro spazzolino: potrebbero annidarsi molti batteri (anche fecali)
Lutto o separazioni: due minacce per la salute del cuore
Lutto o separazioni: due minacce per la salute del cuore
Le insidie dello zucchero nascosto nei cibi
Le insidie dello zucchero nascosto nei cibi