Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Decreto firmato: saranno 12 i vaccini obbligatori a scuola

Decreto firmato: saranno 12 i vaccini obbligatori a scuola

Ultimo aggiornamento – 14 aprile, 2020

vaccini obbligatori: da oggi sono obbligatori
Indice

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato: saranno 12 i vaccini obbligatori per la frequenza delle scuole.

Tutti i genitori, anche i più scettici, non potranno opporsi al Decreto Legge, già pronto per essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, entrando così assolutamente in vigore.

Vaccini obbligatori dai 0 ai 16 anni

Una grande notizia, che non può non essere motivo di soddisfazione, nell’ottica della prevenzione di malattie contagiose dai rischi anche gravi, come il morbillo.

Il numero 12 piace: i vaccini saranno obbligatori e gratuiti, per i bambini e gli adolescenti dai 0 ai 16 anni. Saltare la vaccinazione non si può; se così fosse, si troverebbero sbarrate le porte di asili nido e materne. A partire delle scuole elementari, sino ai due primi anni di superiori, la mancata osservanza della legge obbligherebbe a un pagamento di una multa tra i 500 e i 7.500 euro.

Come mettersi in regola?

C’è tempo per mettersi in regola e correre a far vaccinare i propri figli: è stato, infatti, introdotto un sistema di autocertificazione che consente l’iscrizione a scuola del bambino e la consegna entro il 10 luglio dei documenti sulla vaccinazione.

Se si continuerà a ignorare il calendario vaccinale, ci saranno segnalazioni al Tribunale dei Minori, da parte dell’Azienda Sanitaria Locale. Insomma, niente scherzi, l’obiettivo è serio: parliamo di salute.

12 vaccinazioni obbligatorie: scopriamo quali sono

Il Decreto Legge stabilisce come obbligatorie (da eseguire sino al terzo mese di vita):

  • l’anti poliomielite
  • l’anti difterite
  • l’anti tetanica
  • l’anti epatite B
  • l’anti pertosse
  • l’anti emofilo B (esavalente)

Seguono poi:

  • l’anti meningococco C e B
  • l’anti morbillo
  • parotite
  • rosolia
  • varicella

Non tutti i bambini da 0 a 6 anni dovranno eseguirli tutti; ogni classe di età riceverà solo le vaccinazioni previste a suo tempo dal piano vaccinale. Per chiarire, solo i nati nel 2017 dovranno ricevere il vaccino del meningococco B. Quindi il numero di vaccini obbligatori varia dai 9 ai 12.

  • Nati 2001-2011: esavalente e anti morbillo, parotite e rosolia (9 vaccini).
  • Nati 2012-2016: i precedenti più il meningococco C (10 vaccini).
  • Nati 2017: i precedenti più meningococco C e varicella (12 vaccini).

Le eccezioni?

Nel caso di immunizzazione già avvenuta, presentando un certificato medico che lo dimostri, il vaccino potrà essere saltato. Un’altra eccezione riguarda i piccoli con problemi di salute, per cui questa soluzione potrebbe essere rischiosa.

La burocrazia delle scuole

Ovviamente, questo primo anno risulta essere “transitorio”. I dirigenti scolastici, entro il 31 ottobre del 2017 dovranno comunicare alle Asl di pertinenza le classi con più di 2 bambini non vaccinati.

Siete pronti per regolarizzare la condizione del vostro piccolo? Ricordate: questo decreto segna una svolta positiva per tutti; saranno, infatti, finalmente debellate delle malattie contagiose che possono mettere anche in grave pericolo la salute dei vostri figli.

Mostra commenti
Celiachia e intolleranza al lattosio: come coniugare gusto e salute?
Celiachia e intolleranza al lattosio: come coniugare gusto e salute?
Come curare l’insufficienza renale: farmaci, dieta e nuove frontiere terapeutiche
Come curare l’insufficienza renale: farmaci, dieta e nuove frontiere terapeutiche
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
5 cause di dolore all’anca (nelle donne)
5 cause di dolore all’anca (nelle donne)
Ipogonadismo maschile: cause, sintomi e trattamento
Ipogonadismo maschile: cause, sintomi e trattamento
Via libera alla selezione degli embrioni sani per la fecondazione assistita
Via libera alla selezione degli embrioni sani per la fecondazione assistita
Memoria e attività fisica
Memoria e attività fisica