Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Eutanasia in Europa: dov’è legale?

Eutanasia in Europa: dov’è legale?

Ultimo aggiornamento – 13 Febbraio, 2014

Come è regolamentata l'eutanasia in Europa?

Vediamolo insieme con questa infografica:

fonte: LeFigaro

Con il termine eutanasia si intendono tutte quelle pratiche per procurare intenzionalmente la morte a una persona gravemente malata: è il malato che decide, ma l'atto che procura la morte è affidato a una terza persona.

L'eutanasia in Europa è legale soltanto in Olanda, Lussemburgo e Belgio.
L'Olanda nel 2002 fu il primo Paese al mondo a dotarsi di una legge che regolamenta l'eutanasia. In Olanda è possibile ricorrere a questa pratica a partire dai 12 anni. 

Anche il Belgio nel 2002 approva una legge che regolamenta l'eutanasia e, nel febbraio 2014, la prevde anche per i minori senza limiti di età.
Il Lussemburgo è il terzo paese che in Europa ha reso legale l'eutanasia, con una legge del 2008 che la prevede per i malati terminali e per quei pazienti che soffrono di malattie incurabili, solo su richiesta ripetuta e col consenso di due medici e una commissione di esperti. 

Nel caso dell'eutanasia passiva, invece,  vengono sospese le cure che tengono in vita un paziente, causandone il decesso indirettamente. Questa pratica è legale in molti Paesi europei come Spagna, Francia, Germania, Gran Bretagna, Austria, Repubblica Ceca, Slovenia, Slovacchia, Ungheria, Norvegia e Danimarca.

Ci sono poi dei Paesi in cui è possibile ricorrere all'assistenza medica al suicidio, come Svezia e Svizzera.  L'assistenza medica al suicidio avviene per mano della persona malata che decide di porre termine alla sua vita: si definisce "assistito" perché sono coinvolte altre persone nel ricovero, preparazione e gestione di tutte le fasi.

In Portogallo, infine, dove sono vietate sia eutanasia che suicidio assistito, è prevista la sospensione delle cure in alcuni casi molto specifici e quando le cure sono particolarmente pesanti.

Qualsiasi forma di "aiuto" per porre fine alla vita di una persona in grave stato di sofferenza è invece illegale in Italia, Croazia, Serbia, Bosnia, Grecia,  Romania, Polonia e Irlanda.  

In Italia.

Cosa dice la legge italiana?

Per la legge italiana sia l'eutanasia attiva che quella passiva, oltre all'assistenza medica al suicidio, sono reati e quindi perseguibili penalmente.

Per la legge italiana l'eutanasia, in qualsiasi forma, è equiparata all'omicidio volontario (art 575 del Codice Penale).
Il Codice Penale all'articolo 579 parla di omicidio del consenziente, che si ha in presenza del consenso del malato e che prevede la reclusione da 6 a 15 anni per il medico che la pratica.
Anche il suicidio assistito è un reato, secondo l'articolo 580 del Codice Penale.

Mostra commenti
Il Belgio diventa il primo Paese al mondo a estendere il “diritto a morire” anche ai bambini malati terminali
Il Belgio diventa il primo Paese al mondo a estendere il “diritto a morire” anche ai bambini malati terminali
In arrivo i nuovi sex toys che annullano le distanze del sesso virtuale
In arrivo i nuovi sex toys che annullano le distanze del sesso virtuale
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Lividi immotivati? Tutte le cause a cui fare attenzione
Lividi immotivati? Tutte le cause a cui fare attenzione
Psoriasi tra miti e leggende: 5 cose da sapere sulla malattia
Psoriasi tra miti e leggende: 5 cose da sapere sulla malattia
Carenza di vitamina D: un fattore di rischio per la sclerosi multipla
Carenza di vitamina D: un fattore di rischio per la sclerosi multipla
Il tecno-stress: tutta colpa degli eccessi della tecnologia
Il tecno-stress: tutta colpa degli eccessi della tecnologia