Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Gli alimenti “anti-scorie” per depurare i reni

Gli alimenti “anti-scorie” per depurare i reni

Ultimo aggiornamento – 14 aprile, 2020

dieta per avere dei reni sani e purificati
Indice

Purificare i reni è stato, sin dai tempi più remoti, un modo per evitare la formazione di depositi di calcio a livello di questi due organi così importanti.

Gli accumuli di calcio, a volte, possono far aumentare le dimensioni di un calcolo renale, determinando forti dolori. I reni, infatti, sono organi molto delicati che filtrano il sangue. Pertanto, è bene effettuare una “pulizia” regolare, sia attraverso la dieta, sia attraverso l’uso di un programma a base di erbe.

La pulizia a base di erbe è, infatti, mirata a sciogliere delicatamente i depositi di calcio e di altri elementi che possono accumularsi nei reni.

Missione “reni puliti”: ecco i cibi giusti!

Gli alimenti che sono particolarmente adatti a mantenere puliti i reni sono i seguenti (tutti preferibilmente biologici):

  • Succo di mirtillo
  • Succo d’uva
  • Spremuta di agrumi, con l’aggiunta di acqua
  • Anguria
  • Mirtilli
  • Mele

E ancora:

  • Uva
  • Zenzero
  • Curcuma
  • Prezzemolo
  • Cavolo
  • Semi di zucca

Altri alimenti per ottimizzare la salute dei reni sono:

  • Alga spirulina e clorella
  • Banane
  • Sedano
  • Cetrioli
  • Legumi e semi
  • Papaia
  • Patate
  • Zucca
  • Germogli
  • Crescione
  • Fagiolini nani
  • Avocado

Una dieta ricca di questi alimenti contribuirà a evitare la formazione di calcoli renali e di depositi di calcio, che potrebbero compromettere la funzione dell’organo.

Gli alimenti che aiutano a mantenere i livelli di potassio alti sono particolarmente indicati per i reni. Le banane, la frutta secca e il succo d’uva sono consigliati, come lo sono i fagioli e le verdure a foglia verde scuro.

Le verdure, infatti, sono ricche di sostanze nutritive, tra cui il calcio, che aiuta a ridurre il rischio di sviluppare calcoli renali, mantenendo bassi i livelli di ossalato. Il cavolo, per esempio, può essere mangiato crudo o cotto, si possono fare anche dei succhi di frutta, utilizzando un frullatore o un estrattore. Una porzione di due tazze di cavolo ha tra il 15 e il 20% della dose giornaliera raccomandata di calcio per gli uomini e per le donne adulte, con 201 milligrammi di calcio per porzione.

Ci sono molti protocolli alimentari, a base di erbe, che sono stati studiati per purificare i reni. Alcuni di questi sono molto delicati, altri hanno un approccio più aggressivo e richiedono una durata minore, in ogni caso, sono protocolli da adattare soggettivamente e sempre con cautela.

Rimedi “della nonna” per la salute dei reni

Tra gli ingredienti base erbe per la salute dei reni troviamo:

  • Fillanto (Chanca Piedra conosciuta come “distruttore di pietre”), ricca di sostanze fitochimiche, nota in erboristeria per la pulizia dei reni e della cistifellea.
  • Ortensia, è ben nota come rimedio popolare per i calcoli renali.
  • Uva ursina, è un rimedio noto per i problemi urinari e della vescica. Pulisce il tratto urinario e agevola il normale flusso di urina.
  • Verga d’oro, pianta officinale con proprietà diuretiche e antinfiammatorie.

I reni filtrano le scorie: mangiare sano e seguire una dieta equilibrata contribuisce a mantenerli in salute. Una cattiva alimentazione può invece portare a problemi renali, come calcoli renali o malattia renale cronica. Mangiare cibi ricchi di calcio e citrato, così come bere una quantità adeguata di acqua, può aiutare i reni eliminare tutti i rifiuti necessari.

Perché bere acqua a sufficienza?

L’acqua è una delle bevande più importanti che si possono consumare per mantenere i reni in salute e per prevenire i calcoli renali.

In generale, si raccomanda un minimo di otto bicchieri da 200 ml di acqua al giorno. Questo aiuterà a produrre circa 2 litri di urina, e la minzione regolare aiuterà a eliminare i rifiuti in eccesso.

Provate a seguire questi consigli e fateci sapere se i vostri reni sono in salute!

Mostra commenti
Si può vivere più a lungo senza mangiare o senza dormire?
Si può vivere più a lungo senza mangiare o senza dormire?
Blefarite: quando le ciglia hanno la forfora
Blefarite: quando le ciglia hanno la forfora
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Cosa mangiare con l’influenza (e cosa no)
Cosa mangiare con l’influenza (e cosa no)
I partner ideali? Gli uomini bassi!
I partner ideali? Gli uomini bassi!
Precauzioni e rimedi contro i batteri in vacanza
Precauzioni e rimedi contro i batteri in vacanza
Cura e prevenzione nelle carceri: il progetto della Regione Lazio
Cura e prevenzione nelle carceri: il progetto della Regione Lazio