Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Google Fit: la nuova sfida di Google nel mondo della salute

Google Fit: la nuova sfida di Google nel mondo della salute

Ultimo aggiornamento – 20 Giugno, 2014

Abbiamo già raccontato su questo blog di come le aziende tecnologiche stiano sempre di più spostando l’attenzione verso i campi sanitario e del wellness e di come questi settori rappresentino un mercato di forte interesse e in grande espansione per tutte le aziende che operano nell’high tech. A conferma di tutto ciò, la notizia che il colosso californiano Google è pronto a svelare la novità con cui sfiderà i competitors nel settore delle tecnologie indossabili.

I prodotti

Secondo quanto riportato dalla rivista Forbes, Google lancerà sul mercato diversi prodotti tramite i propri marchi partner: dallo Smartwatch in collaborazione con Lg al Moto 360 prodotto da Google stessa. Ma le novità connesse al sistema operativo Android, che Google controlla, non finiscono qui e sotto il marchio di AndroidWear, specifico per le tecnologie indossabili, verrà presto lanciato Google Fit, una piattaforma per raccogliere e analizzare i dati sulla salute dell’utente.

Se le indiscrezioni di Forbes dovessero rivelarsi fondate, presto avremo a disposizione la piattaforma Fit con cui registrare in cloud una moltitudine di dati sui passi compiuti, frequenza cardiaca, qualità del sonno e altre informazioni sanitarie dell’utente. Come nel caso dell’Health Kit di Apple, principale concorrente, Google Fit troverà spazio anche come applicazione per gli smartphone, raggiungendo un pubblico estremamente vasto.

Le nuove sfide

Tutti i casi elencati sono, per il momento, dei progetti in fase di sviluppo. I colossi della tecnologia hanno fatto la prima mossa per entrare in un mercato ad altissimo potenziale e Google, in questo senso, può contare sulla straordinaria penetrazione di Android, presente in circa l’80% degli smartphone sul mercato.

Ma la vera sfida, una volta che i prodotti saranno operativi e tutti i colossi della tecnologia – Microsoft incluso – offriranno le loro creazioni, sarà quella della sicurezza: serviranno garanzie sulla privacy da parte delle compagnie che gestiranno i dati (Apple, Google, Microsoft) affinché le delicate informazioni sulla nostra salute siano custodite e tutelate con grande scrupolo.

 

 

 

 

Mostra commenti
Si fa strada una nuova terapia per il tumore allo stomaco
Si fa strada una nuova terapia per il tumore allo stomaco
La Gynostemma: la migliore amica del nostro cuore
La Gynostemma: la migliore amica del nostro cuore
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
I farmaci antimalarici possono davvero curare il diabete?
I farmaci antimalarici possono davvero curare il diabete?
Come l’ansia altera la percezione della realtà
Come l’ansia altera la percezione della realtà
Disturbi alla lingua: quali conoscete già?
Disturbi alla lingua: quali conoscete già?
Caduta dei capelli: è davvero colpa delle stagioni?
Caduta dei capelli: è davvero colpa delle stagioni?