Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Male al collo? Ecco le cause più comuni

Male al collo? Ecco le cause più comuni

Ultimo aggiornamento – 18 maggio, 2016

Indice

Svegliarsi la mattina e ritrovarsi col collo bloccato o dolorante è un problema comune a molte persone.

Il male al collo è molto fastidioso perchè non permette di muoverci liberamente e rallenta le nostre attività quotidiane. Le cause del mal di collo (cervicale) sono molteplici, ma spesso si ignorano quelle più comuni. Vediamole insieme.

Postura sbagliata

Chi lavora in ufficio stando tutto il giorno seduto o chi deve stare tutto il giorno sui libri. Sono loro che sviluppano più facilmente una postura sbagliata, con il conseguente mal di schiena e male al collo. Bisognerebbe tenere una postura corretta in ogni momento della giornata, anche quando si sta seduti a lavoro o sui libri o mentre si cammina per strada.

La colonna vertebrale deve essere sempre diritta, lo sguardo deve essere sempre rivolto in avanti, le spalle aperte con il petto leggermente in fuori. Se si tiene questa postura, i muscoli della schiena e gli addominali lavorano nella maniera corretta, evitando che il collo subisca danni.

Dormire a pancia in giù

Questa è la posizione peggiore per chi ha problemi alla schiena e al collo. Se proprio non riuscite a farne a meno, il trucco è quello di usare un cuscino molto basso o addirittura uno specifico per questa posizione.

Dormire con troppi cuscini

Anche chi dorme nella posizione giusta può aver problemi perchè magari usa troppi cuscini o troppo pochi. In teoria, il collo deve essere in linea col resto della schiena, quindi sia mettere troppi cuscini che non usarne affatto può causare problemi al collo.

Problemi alla schiena

I problemi ai dischi intervetebrali sono molto noiosi e dolorosi. Quando si presentano purtroppo è molto difficile curarli, specie se si trovano nella zona del collo. Per questo è fondamentale fare prevenzione per evitare di avere problemi gravi nel futuro.

Un consiglio è quello di tenere lontani dal letto smartphone e computer che portano a tenere a letto delle posizioni scorrette e iniziare il prima possibile a eseguire degli esercizi di potenziamento della muscolatura e postura.

Quali sono gli esercizi che possono aiutare a combattere i dolori al collo?

Molti sottovalutano l’importanza degli addominali di fronte al mal di schiena o al mal di collo. Gli addominali servono per sostenere la postura corretta e tenerli in allenamento porta giovamento a tutto il fisico. Bisogna però prestare attenzione a non sforzare troppo la zona del collo, controllando bene i movimenti. Questi di seguito sono esercizi utili per rafforzare gli addominali e combattere i dolori al collo e schiena.

Crunch inverso con ginocchia flesse

Il crunch inverso con ginocchia flesse è perfetto per chi soffre di problemi al collo, perché non richiede alcun tipo di lavoro nella parte superiore del corpo, eccetto quello di base di contrazione per stabilizzare il corpo.

Per eseguire l’esercizio, sdraiatevi in ​​posizione supina sul pavimento con le ginocchia piegate e i piedi appoggiati sul pavimento. Alzate e portate le ginocchia verso il petto mentre contraete i muscoli addominali. Tenete la posizione per alcuni secondi e poi riportate i piedi per terra, senza che la parte bassa della schiena si stacchi dal pavimento.

Alzata di gambe

Simile all’esercizio fatto con le ginocchia flesse, questo tipo di addominali non richiede alcun lavoro da parte degli addominali alti, ma tuttavia richiede un sacco di controllo degli addominali inferiori e la flessibilità delle gambe.

Iniziate da sdraiati in posizione supina sul pavimento e alzate le gambe dritte. Contraete i muscoli addominali per appiattire la schiena contro il pavimento. Abbassate le gambe verso il pavimento, senza sollevare la parte bassa della schiena da terra. Fate una breve pausa e riportate le gambe indietro fino alla posizione di partenza mentre contraete gli addominali bassi.

Plank

Il plank è considerato un esercizio per tutto il corpo, ma è in realtà un grande esercizio addominale dove non c’è rischio di sforzare il collo se eseguito correttamente. Iniziate in ginocchio sul pavimento e mettete entrambe le mani sul pavimento in posizione leggermente più ampia rispetto alla larghezza delle spalle. Contraete tutti gli addominali e stendete le gambe dietro di voi. Ricordate di mantenere il viso verso il pavimento per evitare di inarcare il collo. Mantenete la posizione da 20 a 30 secondi e poi tornate con il corpo di nuovo a terra.

Crunch

Se eseguito correttamente, il crunch addominale di base non dovrebbe causare problemi al collo. Iniziate da sdraiati supini sul pavimento con le ginocchia piegate e i piedi appoggiati sul pavimento. Appiattite la colonna vertebrale verso il pavimento, contraendo gli addominali e incrociate le dita dietro la testa con i gomiti larghi.

Posizionate la testa in modo che il collo sia in linea con il resto della colonna vertebrale e lentamente muovetevi verso l’alto sollevando il collo e le spalle dal pavimento e guardando verso l’alto, verso il soffitto. Fate una breve pausa e tornate alla posizione di partenza.

Adesso non vi resta che seguire i nostri consigli per migliorare i vostri problemi al collo! Se però il dolore continua o peggiora è il caso di rivolgersi a un medico per un consulto specialistico.

Mostra commenti
Mestruazioni nello spazio: come fanno le astronaute?
Mestruazioni nello spazio: come fanno le astronaute?
DPad e DPocket: i tablet che permettono a chi ha disturbi del linguaggio di comunicare
DPad e DPocket: i tablet che permettono a chi ha disturbi del linguaggio di comunicare
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
La crosta del pane potrebbe contenere una sostanza cancerogena (presente anche nelle sigarette)
La crosta del pane potrebbe contenere una sostanza cancerogena (presente anche nelle sigarette)
Sbiancamento dei denti, dal dentista o fai-da-te? Un boom di richieste
Sbiancamento dei denti, dal dentista o fai-da-te? Un boom di richieste
Il rischio cardiovascolare nei pazienti con diabete
Il rischio cardiovascolare nei pazienti con diabete
Il laser per controllare la nostra alimentazione
Il laser per controllare la nostra alimentazione