Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Memoria: 5 elementi per aiutarla

Memoria: 5 elementi per aiutarla

Ultimo aggiornamento – 29 Aprile, 2014

Avere una memoria di ferro è un grande alleato nella vita di tutti i giorni. A lavoro, a casa, con gli amici, la memoria aiuta a vivere meglio.

Ci sono tanti modi per allenare la memoria e non perdere informazioni importanti, esattamente come ci alleniamo per mantenerci in forma.
Giochi di intelligenza, giochi enigmistici, parole crociate, sudoku… sono tutti esercizi che ci aiutano a migliorare la memoria perché ci permettono di raccogliere informazioni e di recuperarle rapidamente, secondo uno studio apparso su Psychological Science.

E oltre all'esercizio?

Esattamente come per la forma fisica, l'esercizio non basta ed è necessario accompagnarlo da una alimentazione mirata.
Anche per la memoria esistono infatti dei cibi che aiutano a preservarla e migliorarla.
Per avere una memoria di ferro, cerchiamo quindi di privilegiare alimenti che contengono questi 5 elementi:

  1. Omega 3, contenuto in abbondanza nelle noci e nel pesce azzurro (come lo sgombro ad esempio);
  2. Vitamina E, che possiamo trovare in molta frutta secca, come le mandorle, le nocciole o i semi di girasole e nelle spezie;
  3. Vitamina C, abbondante in frutta e verdura come gli agrumi, i pomodori o i broccoli;
  4. Flavonoidi, presenti nei frutti di bosco;
  5. Acqua! L'idratazione è importante anche per la memoria, quindi bere molta acqua (o anche the verde) può aiutare a tenere in forma anche il cervello.

 

E se l'alimentazione non dovesse bastare?

Ci sono diversi integratori che si possono assumere per agevolare la capacità di memorizzazione delle informazioni in commercio che compensano la mancanza di alcuni elementi fondamentali per il benessere della nostra mente.

Molto usata fin dall'antichità, la centella è un ottimo alleato anche per la memoria, oltre che per lo stress e l'insufficienza venosa periferica! In formato compresse, la Centella Longlife può essere assunta un paio di volte al giorno durante i pasti.

Problemi di memoria possono a volte essere causati anche dalla mancanza di colina, un composto organico presente naturalmente in molti legumi, cavoli e uova. Se non si possono assumere questi cibi, Choline Longlife in compresse aiuta a compensare la mancanza di colina.

Infine, un apporto positivo può essere dato dall'assunzione di aminoacidi, vitamine e Ginko Biloba, la portentosa pianta asiatica dai molteplici usi e ricca di antiossidanti.
 
Se cercate un integratore che li contenga tutti, potete provare Neuro Nutrients di Solgar che aiuta la memoria e aumenta i livelli di concentrazione.

Mostra commenti
Siero di vipera: ecco perché utilizzarlo
Siero di vipera: ecco perché utilizzarlo
Bere tè e caffè: un buon modo per idratarsi e non solo…
Bere tè e caffè: un buon modo per idratarsi e non solo…
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Lividi immotivati? Tutte le cause a cui fare attenzione
Lividi immotivati? Tutte le cause a cui fare attenzione
Psoriasi tra miti e leggende: 5 cose da sapere sulla malattia
Psoriasi tra miti e leggende: 5 cose da sapere sulla malattia
Carenza di vitamina D: un fattore di rischio per la sclerosi multipla
Carenza di vitamina D: un fattore di rischio per la sclerosi multipla
Il tecno-stress: tutta colpa degli eccessi della tecnologia
Il tecno-stress: tutta colpa degli eccessi della tecnologia