Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Candidosi orale, addio! Ecco i risultati di un nuovo studio

Candidosi orale, addio! Ecco i risultati di un nuovo studio

Ultimo aggiornamento – 22 maggio, 2017

Candidosi orale, come combatterla
Indice

Ci sono delle buone notizie all’orizzonte per chi soffre di  candidosi orale, un’infezione fungina che va a colpire bocca e gola, molto diffusa in bimbi ed anziani ed in soggetti il cui sistema immunitario è indebolito o molto sensibile.

I microbiologi dell’Università delle Scienze della salute, con sede a Houston in Texas, hanno infatti scoperto come contrastare la riduzione di una proteina antimicrobica, che è alla causa delle lesioni biancastre all’origine della candida orale.

Candidosi orale, addio! Sì, ma come?

La dottoressa Danielle Garsin, uno dei principali co-autori dello studio e professore associato di microbiologia e genetica molecolare alla McGovern School of Medicin, ha illustrato come un utilizzo a lungo termine di un nuovo farmaco antifungino si sia dimostrato efficace per contrastare il mughetto.

Insieme al dottor Micheal Lorenz, hanno testato sugli animali la proteina antimicrobica ENTV, composta da un batterio presente nel tratto gastrointestinale, ed hanno notato come questa avesse effetti positivi sui soggetti infettati. Il ricercatore, inoltre, afferma come la candida sia un fungo che sviluppa di frequente una resistenza ai farmaci antibiotici e che quindi necessita di continuo di essere trattata con nuovi antimicotici per eliminarla.

Inoltre lo studio e la messa a punto di nuovi farmaci di questo tipo è utile anche per trattare altri batteri, come la Candida Auris. Molti farmaci infatti riescono a bloccare la Candida Albicans (il mughetto) ma non riescono ad ucciderla, permettendogli di andare così a rinforzarsi.

Al contrario dei classici farmaci utilizzati, la nuova proteina antimicrobica ENTV agisce in modo diverso, riducendo la capacità del fungo di resistere alle terapie: forse siamo sulla strada giusta per combattere la candida. L’ENTV, infatti, blocca lo sviluppo del biofilm, che permette al fungo di crescere e proliferare nella bocca e sulla lingua e che ne fa aumentare la resistenza ai farmaci.

Si tratta ora di indagare ancora meglio i meccanismi che permettono alla proteina di combattere la candida, per poter poi applicarla anche ad altre infezioni di tipo fungino.

Candida in bocca, come diagnosticarla

Per capire se si soffre di candidosi orale è sufficiente rivolgersi al dentista o al medico curante. Per una diagnosi più sicura, questi preleveranno dalla tua bocca una piccola quantità di materiale per effettuare analisi più approfondite in laboratorio.

Per capire se il mughetto si è diffuso anche nell’esofago, è invece necessario procedere con esami più approfonditi:

  1. Un’endoscopia dell’esofago, dello stomaco e dell’intestino tenue
  2. Un esame ai raggi X
  3. Un tampone faringeo, che analizzerà la parte posteriore della gola

… e come prevenirla!

Prevenire è meglio che curare, queste parole sono una regola da seguire per evitare che si presentino grossi problemi di salute. Per tenere alla larga la candida dalla tua bocca dovrai seguire alcuni semplici consigli.

  1. Avere cura dei tuoi denti, con una buona igiene orale. È infatti importante lavare i denti almeno due volte al giorno, e usare il filo interdentale almeno una.
  2. Fare visite regolari dal dentista. Nel caso tu soffra di diabete, queste devono essere frequenti, mentre basta una pulizia approfondita dal dentista ogni sei mesi, se non si hanno particolari problemi di salute generale ed orale.
  3. Non abusare di spray orali e colluttori. Questi prodotti, se usati in modo eccessivo, possono portare a squilibri dei batteri che potrebbero creare problemi. Due risciacqui con colluttorio al giorno sono sufficienti, per mantenere in salute bocca e gengive.
  4. Utilizzare con attenzione gli inalatori. Per chi soffre di malattie croniche, come asma o BPCO, che obbligano all’uso di inalatori, è necessario pulirli con attenzione dopo ogni utilizzo, per uccidere i germi.
  5. Prendere con regolarità i farmaci, se soffri di una malattia cronica che comporta una squilibrio batterico, come ad esempio il diabete o l’HIV.
  6. Limitare il consumo di alimenti che contengano zucchero o lieviti, quindi stare alla larga da pane, birra e vino, che porterebbero ad un aumento della candida nella tua bocca.

Avete mai sofferto di questo fastidioso problema? Raccontaci la tua esperienza!

 

Mostra commenti
Spondilite anchilosante: un test del DNA per diagnosticarla
Spondilite anchilosante: un test del DNA per diagnosticarla
Un nuovo trattamento per la cura del rene policistico. Vediamolo insieme!
Un nuovo trattamento per la cura del rene policistico. Vediamolo insieme!
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Come rafforzare legamenti e cartilagini (in modo naturale)
Come rafforzare legamenti e cartilagini (in modo naturale)
Sesto senso? Il nostro cervello può prevedere le parole di un interlocutore
Sesto senso? Il nostro cervello può prevedere le parole di un interlocutore
L’AIDS del ventunesimo secolo, la malattia di Chagas
L’AIDS del ventunesimo secolo, la malattia di Chagas
Lesioni cutanee e infiammazioni: perché il diabete può causare problemi alla pelle?
Lesioni cutanee e infiammazioni: perché il diabete può causare problemi alla pelle?