Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Occhio che pulsa? Attenzione allo stress!

Occhio che pulsa? Attenzione allo stress!

Ultimo aggiornamento – 18 dicembre, 2020

Indice

La classica sensazione dell’occhio che pulsa è molto fastidiosa e tante possono essere le cause scatenanti, prima fra tutte lo stress.

Che significa la pulsazione dell’occhio

Prima o poi tutti avvertono quel fastidioso “battere” della palpebra, ma in cosa consiste? È una pulsazione temporanea e passeggera che si avverte all’interno dell’occhio. Spesso si tende a ignorarla, tuttavia è un segno fisico molto evidente, una sorta di avvertimento del corpo troppo sovraccarico che chiede del tempo per rilassarsi, o perlomeno di rallentare con le faccende e gli impegni quotidiani.

Cos’è la pulsazione

La sensazione dell’occhio che batte viene definita in medicina “mioclonia palpebrale“. Questo disturbo è costituito da piccole contrazioni involontarie a carico dei muscoli oculari, o talvolta anche fasci di muscoli. Il termine “mioclonia” viene utilizzato in ambito medico per indicare qualunque tipo di contrazione involontaria. Altri esempi di mioclonie sono:

  • Singhiozzo
  • Scatti muscolari delle gambe, che si avvertono prima di dormire.

Ecco quindi che il concetto di mioclonia palpebrale assume un significato più chiaro: delle semplici, involontarie e minuscole contrazioni dei muscoli oculari.

Cause di mioclonia palpebrale

Nella maggior parte dei casi, questo disturbo è dovuto ai livelli di stress troppo alti. Per questo motivo, la mioclonia tende ad allentarsi fino a scomparire del tutto con il rallentamento dello stile di vita, ossia diminuendo la frenesia e le tensioni quotidiane.

Mioclonia e patologie gravi

Come è stato detto, in genere, la mioclonia è solo indice di stress. Tuttavia, in rari casi, è sintomo di patologie più gravi o addirittura neurologiche. In questi casi, però, perde il nome di mioclonia e si parla di mioclono sintomatico o secondario.

Pertanto, è fortemente consigliato contattare il proprio medico curante nel caso in cui il disturbo diventi troppo frequente, costante e molto fastidioso. Il medico prescriverà degli esami accurati per definire se si tratta di un disturbo temporaneo o di un campanello di allarme per una patologia più grave.

Quando contattare il medico

È importante farsi visitare non solo nel caso in cui questo disturbo sia continuato e frequente, ma anche se insorgono sintomi come:

  • Fotosensibilità
  • Perdita di conoscenza.

Mioclono palpebrale o blefarospasmo

Il mioclono palpebrale e il blefarospasmo sono due disturbi molto diversi fra loro e bisogna imparare a distinguerli. Il blefarospasmo infatti, a differenza del mioclono, è una contrazione più ampia, provocata da una disfunzione del muscolo orbicolare. Tale condizione può peggiorare fino a evolversi a tic (blefaro-tic) e può essere dovuta a congiuntivite o a una insufficiente secrezione lacrimale.

Il blefarospasmo può essere curato con delle terapie specifiche, attraverso, per esempio, l’impiego del botulino.

Mostra commenti
Le statine potrebbero bloccare la degenerazione maculare
Le statine potrebbero bloccare la degenerazione maculare
Falsi positivi: come è possibile?
Falsi positivi: come è possibile?
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
La crosta del pane potrebbe contenere una sostanza cancerogena (presente anche nelle sigarette)
La crosta del pane potrebbe contenere una sostanza cancerogena (presente anche nelle sigarette)
Sbiancamento dei denti, dal dentista o fai-da-te? Un boom di richieste
Sbiancamento dei denti, dal dentista o fai-da-te? Un boom di richieste
Il rischio cardiovascolare nei pazienti con diabete
Il rischio cardiovascolare nei pazienti con diabete
Il laser per controllare la nostra alimentazione
Il laser per controllare la nostra alimentazione