Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Riduci i trigliceridi nel sangue con le lenticchie

Riduci i trigliceridi nel sangue con le lenticchie

Ultimo aggiornamento – 01 dicembre, 2017

trigliceridi alti: i consigli per abbassarli
Indice

Con l’avvicinarsi di Capodanno siamo ormai prossimi a quel momento tanto agognato nel quale, ai fornelli, potremmo finalmente dilettarci nel cucinare lenticchie. Questo legume forma infatti – insieme all’immancabile cotechino – un indissolubile amuleto che dovrebbe portare ricchezza per chi con l’inizio dell’anno nuovo decide di consumarne.

Tuttavia, l’aspetto economico è solo uno dei tanti da prendere in considerazione: i benefici delle lenticchie sono infatti numerosissimi.

Proprietà delle lenticchie: la vitamina B3

La vitamina B3, detta anche vitamina PP o Niacina, è utilissima nel trattamento delle patologie cardiovascolari. Fu scoperta nel 1937 negli Stati Uniti, durante una serie di ricerche per combattere la pellagra (malattia molto diffusa soprattutto nell’Italia settentrionale fra il XVIII ed il XIX secolo), e l’acronimo PP sta proprio a indicare quello per cui era stata identificata: Pellagra Prevention.

Il suo ruolo di aiuto della circolazione sanguigna è assolutamente primario: l’utilizzo in alte dosi permette, infatti, l’abbassamento dei valori ematici dei trigliceridi nel sangue, riducendo quindi i livelli di colesterolo e i rischi connessi.

Essendo una vitamina idrosolubile (assumibile quindi solo regolarmente, attraverso gli alimenti), la vitamina B3 può essere trovata all’interno di alcuni cibi; in tal senso, le lenticchie sono uno tra i più importanti fornitori di Niacina: all’interno di una porzione di 100 grammi è possibile trovare 2,605 mg di vitamina B3, dato che dimostra ulteriormente quali siano gli effettivi vantaggi del consumo di questo legume.

Si tratta quindi di una vitamina fondamentale per il nostro corpo: stimola attivamente la circolazione del sangue, promuovendo la respirazione delle cellule, protegge la pelle e aiuta l’organismo nel processo di digestione. Proprio in questo senso è particolarmente importante il suo consumo in parallelo a cibi con buone percentuali di proteine, come le lenticchie: la niacina svolge infatti una notevole funzione di conversione di proteine, carboidrati e grassi in energia utile al nostro corpo.

Un altro punto importante a favore del consumo della vitamina B3 è dato dai benefici che apporta nel funzionamento del sistema nervoso: una notevole carenza può portare tensione nervosa e stress, così come conseguenze più gravi, che potrebbero manifestarsi solitamente non solo con alterazioni nervose, ma anche con problematiche cutanee e intestinali.

Amiche del cuore e della bilancia: i benefici delle lenticchie

lenticchie: i benefici sull'organismo

Pur essendo un legume decisamente piccolo in dimensioni, le lenticchie sono quindi ricchissime di proprietà positive per il nostro organismo. Di diversi tipi a seconda della provenienza, le proprietà delle lenticchie sono dati con valori nutrizionali notevoli: in 100 grammi possiamo trovare infatti 10,7 g di fibre, 677 mg di potassio e 281 mg di fosforo.

Particolarmente degno di nota è il dato relativo le proteine nelle lenticchie: il contenuto proteico è di circa un quarto del peso, rendendo questo alimento particolarmente interessante per le diete vegetariane o vegane in sostituzione degli alimenti di origine animale. Il supporto alle riserve proprie di ferro è inoltre ottimo per i bambini, per le donne che si trovano in fase di gravidanza o di allattamento e per gli sportivi che hanno necessità costante di essere pienamente energici.

Abbiamo già osservato i benefici delle lenticchie nei confronti della salute per ciò che riguarda la riduzione del colesterolo cattivo, della pressione arteriosa e il supporto contro il diabete. Ma c’è da aggiungere dell’altro: secondo alcune ricerche, infatti, le lenticchie sono delle ottime alleate nelle diete per perdere peso: consumarne in buone quantità sazia l’organismo, eliminando il senso di fame e rendendo felice sia l’organismo che la nostra bilancia.

Un alimento che non può mancare in tavola

Considerati tutti i vantaggi e i benefici per il nostro organismo, si può tranquillamente affermare come le lenticchie non possano essere escluse dalla nostra dieta quotidiana. Si tratta di un alimento facilmente reperibile, che oltre a offrire diversi modi con i quali è possibile sbizzarrirsi in cucina, offre una serie di vantaggi non trascurabili per il corpo.

E poi, se come si dice portano soldi, siamo davvero sicuri di volerne fare a meno?

Mostra commenti
Quello strano legame tra le ossa e il nostro appetito
Quello strano legame tra le ossa e il nostro appetito
Coccidinia: quando il dolore al coccige non passa più
Coccidinia: quando il dolore al coccige non passa più
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
La dieta per prevenire l’osteoporosi
La dieta per prevenire l’osteoporosi
Interventi agli occhi per la correzione dei disturbi visivi: le innovazioni terapeutiche
Interventi agli occhi per la correzione dei disturbi visivi: le innovazioni terapeutiche
Fibrosi cistica: una nuova cura tutta italiana
Fibrosi cistica: una nuova cura tutta italiana
Semi di Canapa: tutti i benefici e gli usi
Semi di Canapa: tutti i benefici e gli usi