Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Sbiancamento dei denti, dal dentista o fai-da-te? Un boom di richieste

Sbiancamento dei denti, dal dentista o fai-da-te? Un boom di richieste

Ultimo aggiornamento – 14 aprile, 2020

Alcuni rimedi per lo sbiancamento dei denti
Indice

Boom di richieste per le procedure di sbiancamento dei denti, con picchi mai raggiunti nei mesi di maggio e giugno: un mercato in crescita del 15% ogni anno, che muove oltre 30 milioni di euro, interessando circa 120.000 italiani.

Dati a parte, diffusi dall’Accademia Italiana di Odontoiatria (AIC), sembra esserci poca consapevolezza su cosa sia e cosa comporti lo sbiancamento dei denti, che di molto si differenzia dai trattamenti “fai-da-te”. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Sbiancamento dei denti: alcune informazioni utili

I prodotti utilizzati per lo sbiancamento dei denti, conferma l’AIC, sono assolutamente sicuri. Attenzione, però, al PH! La normativa vigente, infatti, ha stabilito che gli sbiancanti devono presentare un Ph compreso tra 4 e 11. Nonostante ciò, sembra che i prodotti con Ph acido, cioè inferiori a 5,5, potrebbero intaccare la parte dura del dente che, degradandosi, andrebbe a rovinare irrimediabilmente lo smalto.

Non tutti ne sono al corrente, ma i minori di 18 anni non possono soddisfare il loro desiderio di avere denti da star, di un bianco candido invidiabile: in questi casi, infatti, è la legge a vietare di intervenire con qualsivoglia trattamento sbiancante, fatta eccezione per particolari situazioni cliniche riscontrate dal medico.

Ma chi fa ingiallire il sorriso? Prevalentemente il fumo e il cibo. Caffè e the sono i primi nemici, ma non scherzano nemmeno il vino rosso, le bevande gassate, i frutti di bosco, l’aceto balsamico e il pomodoro.È

Anche gli antibiotici potrebbero creare alcuni problemi allo smalto dei denti. Le tetracicline, ad esempio, se assunte durante il periodo della gravidanza e nei primissimi anni di vita, possono creare delle fastidiose macchie, come suggerito dal dr. Stefano Patroni, presidente AIC.

Sbiancamento denti fai da te: 3 rimedi naturali

Procedure chimiche di sbiancamento denti, ma solo! Oltre ad evitare il fumo e i cibi sopra elencati, esistono alcuni rimedi naturali per mantenere candido il colore dello smalto.

Ecco dunque 3 rimedi naturali, utili per lo sbiancamento denti fai da te:

  1. Bicarbonato e succo di limone – Il bicarbonato, insieme al succo di limone, rappresenta un ottimo rimedio per provare a eliminare le antiestetiche macchie gialle che, spesso, colpiscono i nostri denti soprattutto nel caso in cui siano provocate da fumo o caffè. Il potere del limone è sì sbiancante, ma attenzione alla frequenza del suo utilizzo. La sua acidità, così come quella del bicarbonato, può corrodere lo smalto, ma solo se usato quotidianamente. Si consiglia, dunque, di unire a un bicchierino di succo di limone un cucchiaio di bicarbonato per poi utilizzare il composto come fosse un dentifricio non più di una volta al mese, alternandolo con lo sfregamento della scorza direttamente sui denti
  2. Radice di Araak – Detta anche “spazzolino vegetale”, la radice di Araak era già utilizzata da egiziani e babilonesi per mantenere un sorriso bianco e smagliante. Bicarbonato, silicio, potassio e sodio, contenuti nella radice, sono infatti molto efficaci nella lotta contro i denti gialli e assicurano al contempo una pulizia totale dell’intero caso orale. Per raggiungere il massimo dei risultati, è importante massaggiare denti, lingua e palato con la radice, che potrete acquistare in tutte le erboristerie.
  3. Aceto di mele e olio di oliva – Ottimi condimenti, ma anche preziosi alleati per lo sbiancamento dei denti. In particolare, con una frequenza settimanale, si consiglia di fare alcuni risciacqui con l’aceto di mele dopo aver concluso la canonica pulizia serale dei denti. Chi volesse cimentarsi con l’olio di oliva, invece, si consiglia di applicarne alcune gocce su una garza che verrà poi strofinata sui denti. Grazie al suo basso livello di acidità, donerà ai lucentezza ai vostri denti, senza rovinarne la superficie esterna.

Se proprio non si vuole rinunciare al caffè, vi consigliamo un piccolo rimedio: aggiungete della panna o del latte che, cambiando la chimica della bevanda, può aiutare a prevenire la formazione di macchie, che vanno ad intaccare il vostro bel sorriso!

Mostra commenti
I rimedi contro la fame nervosa
I rimedi contro la fame nervosa
Aceto di mele: cosa dicono gli esperti sulla sua efficacia?
Aceto di mele: cosa dicono gli esperti sulla sua efficacia?
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
10 trucchi per nascondere la cellulite (provare per credere)
10 trucchi per nascondere la cellulite (provare per credere)
Menopausa precoce: che fare?
Menopausa precoce: che fare?
Gluten-free: non sempre fa bene alla salute
Gluten-free: non sempre fa bene alla salute
Dal Pap test all’Hpv test: un nuovo metodo di screening del tumore all’utero
Dal Pap test all’Hpv test: un nuovo metodo di screening del tumore all’utero